Valentino Rossi sui test di Sepang: “mezzo secondo meglio rispetto a ieri”

da , il

    Terminata in anticipo, la seconda giornata di test ufficiali nel circuito di Sepang per la MotoGP, che vede i soliti 4 a contendersi le posizioni di testa. Marc Marquez ci dice che sta lavorando sull’elettronica, cosa molto complessa per quanto riguarda i Prototipi da Gran Premio, Daniel Pedrosa si dice soddisfatto del feeling nonostante la zavorra di 3kg imposta dal regolamento, Lorenzo si è messo a limare decimi prima di lavorare sul Setup, e Rossi scende con un bel sorriso, affermando di aver tolto ben mezzo secondo dal passo gara. E Dovi…

    Sempre in ordine rigorosamente di classifica, vi proponiamo i commenti ufficiali, iniziando proprio dal matador di questi due giorni, Daniel Pedrosa:“Oggi sono stato in grado di provare parecchie cose sulla moto e abbiamo fatto qualche passo positivo in avanti da ieri. Il feeling è buono, sono felice e questo è ciò che è importante. Avevamo programmato di provare un paio di cose nel pomeriggio, come le gomme di mescola dura, ma ha cominciato a piovere presto e non siamo stati in grado di uscire. Speriamo che domani sia bel tempo in modo da poter provare questa mescola che dovrebbe essere importante in ottica campionato. Speriamo anche di continuare ad andare avanti con la nostra ricerca di una migliore messa a punto della moto.”

    Segue il campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo:“Questa mattina le condizioni erano buone e ho potuto facilmente fare i tempi sul giro di ieri ed ho migliorato di oltre mezzo secondo. Più tardi abbiamo provato alcune piccole parti che non abbiamo potuto provare ieri e la moto non ha migliorato molto. Nell’ultima ora ha iniziato a piovere così ho deciso di uscire e guidare sul bagnato. Abbiamo fatto più di otto giri sotto la pioggia. Penso che sia stato importante trovare il feeling in queste condizioni e anche provare il nuovo pneumatico.”

    Sulla terza piazza troviamo il giovane Marc Marquez, #93 HRC Honda Repsol Team:“Sono contento, perché abbiamo migliorato molto il nostro passo e questo era il nostro obiettivo per oggi. Nello stint finale ero più costante e questo ci ha aiutato ad ottenere dati migliori. Oggi ho iniziato a lavorare un po’ con l’elettronica e abbiamo un paio di idee da mettere in pratica domani o nelle prove future. Sto imparando cose nuove e poco a poco la mia comprensione dell’elettronica sul comportamento della moto migliora.”

    Al quarto posto abbiamo il nove volte campione del mondo, The Doctor Valentino Rossi, :“Il secondo giorno di test a Sepang è finito e il bilancio è positivo, soprattutto perché abbiamo finito un lavoro sulla moto. Ci sono alcune parti diverse per la moto per questa stagione e continuiamo a lavorare sul setup. Il positivo è che abbiamo migliorato rispetto a ieri in termini di tempo sul giro con la gomma nuova, ma soprattutto sul ritmo, ero mezzo secondo più veloce di ieri, che non è poi così male. Il quarto posto è abbastanza buono soprattutto perché sono meno di mezzo secondo dietro a Pedrosa e Lorenzo. Purtroppo ha iniziato a piovere quindi abbiamo dovuto smettere prima, perché il nostro obiettivo era quello di girare in 2’00, ma ci sarà anche domani.”

    Per concludere, il rappresentante della Terza marca presente nella MotoGP, Andrea Dovizioso,:”Il tempo sul giro non è spettacolare, ovviamente, ma abbiamo migliorato e soprattutto il ritmo è migliore. Incoraggiante. C’è però molto da fare e da migliorare in tutte le aree. La moto fondamentalmente è buona in frenata ma dobbiamo migliorare in curva e in uscita nell’accelerazione. Ho usato un telaio modificato, quello utilizzato da Hayden: diciamo che migliora la seconda parte della frenata, ma è poca cosa. Devo provare anche una nuova forcella Ohlins, ma ci si è messa la pioggia. C’è da lavorare non in un singolo punto, ma dappertutto, vedrete che al secondo test di Sepang andremo meglio. Anche gli altri miglioreranno, ma vedendo i tempi ed il fatto che sono tutti lì, vicini, credo abbiano meno margine. Non è questione di prestazioni, si fanno gli stessi tempi, ma mi ci sento più a mio agio“.