Valentino Rossi sul GP del Mugello: “Poteva essere una gara da podio” [FOTO]

da , il

    Archiviato anche il quinto round di questo mondiale 2013 della MotoGP, con la vittoria di un velocissimo e impeccabile Jorge Lorenzo, lasciamo ora spazio alla voce dei diretti protagonisti di questo Gran Premio d’Italia. Tanti gli episodi in questa gara che meritano una disamina, sopratutto l’uscita lampo di Valentino Rossi che nella prima variante del Poggio Secco viene trascinato a terra da Alvaro Bautista dopo una manovra piuttosto discutibile. Un altro escluso di lusso di questo GP è Marc Marquez che a 3 giri dalla fine, preso forse dalla troppa foga di agguantare il suo quinto podio consecutivo, chiude la gara anzitempo con una caduta alla variante Casanova-Savelli.

    Gara combattutissima nei primi 10 giri in cui il trio iberico che ambisce al titolo iridato, ha praticamente girato sugli stessi tempi; solo nella seconda metà di gara Lorenzo farà la differenza, che lascerà dietro di sé il vuoto necessario per fargli conquistare un’importantissima vittoria che riequilibra un po’ le sorti di questo mondiale 2013.

    I commenti partono ovviamente dall’artefice di questa magistrale quanto importantissima vittoria, Jorge Lorenzo è molto entusiasta della sua prestazione e recupera un po’ di fiducia che a Le Mans sembrava essersi smarrita nel dopo gara: “Nel warm up del mattino ho sentito che la moto andava molto bene dopo un leggero cambiamento di assetto; sapevo di avere un buon ritmo per la gara e l’unica preoccupazione è stata la temperatura dell’asfalto che avrebbe potuto creare problemi alla mia M1. E’ stata una vittoria importantissima perché venivamo da due gare non molto buone, specialmente Le Mans. Sapevo che l’unico che poteva insidiarmi era Dani Pedrosa, ma quando ho sentito la moto un po’ più scarica di benzina ho cominciato a staccare più forte e sono riuscito ad allungare un po’. Adesso ci aspetta Barcellona e dobbiamo lavorare ancora molto per rendere la Yamaha più affidabile anche alle alte temperature”

    Dani Pedrosa è stato autore di una strepitosa pole position il sabato e in gara ha tenuto la scia di Lorenzo fino a 10 giri dalla fine, poi deve arrendersi a causa di un forte degrado delle gomme: “Oggi è stato molto difficile guidare la moto su questo circuito perché le curve veloci mettevano a dura prova la resistenza delle gomme. Vedevo Lorenzo davanti che riusciva a guidare meglio e io cercavo di non perderlo di vista, ma alla fine ho dovuto mollare un po’ la presa perché la moto cominciava a chiudere lo sterzo e faticavo parecchio a tenere la traiettoria ideale. Quando ho visto Marquez passarmi nella chicane ho dovuto giocare in difesa e cercare di chiudere intelligentemente la gara. Sono ancora primo nel mondiale e questo è molto importante”

    Cal Crutchlow conquista qui al Mugello il suo secondo podio consecutivo dopo la bellissima gara di Le Mans: “Sono molto contento di questo risultato anche se il podio è arrivato all’improvviso dopo la caduta di Marquez nel finale. Sono molto affezionato a questo posto e mi piace moltissimo; io qui rappresento l’Inghilterra e l’Italia! E’ stato un week-end molto difficile e la gara è stata davvero faticosa, ma questo podio mi gratifica appieno. Il team Tech 3 rimane per me una squadra bellissima con un ottimo pacchetto e sono fiducioso in vista dei nuovi aggiornamenti in arrivo per la gara di Barcellona”

    Andrea Dovizioso: “Abbiamo ottenuto un risultato che rispecchia quanto ci potevamo aspettare. Sapevamo che il nostro passo non ci poteva permettere di lottare per una posizione migliore. Nell’ultimo giro ho ingaggiato anche un bel duello con Bradl e ci siamo scambiati la posizione 4 o 5 volte. Ho spinto tutta la gara e sia Nicky che io abbiamo comunque fatto dei buoni tempi, ma ci manca ancora un po’ di velocità all’inizio e anche se riusciamo a guadagnare qualche decimo in certi frangenti, oggi abbiamo preso 20 secondi. Le mie condizioni fisiche non mi hanno creato nessun problema per la gara, sia io che Nicky abbiamo fatto il massimo”

    Valentino Rossi era l’uomo più atteso di questa gara. Il pilota italiano non ha nemmeno il tempo di chiudere il primo giro che si trova a terra alla prima variante: “Sono molto fortunato di non aver riportato conseguenze gravi dopo l’incidente; sono riuscito a buttarmi dalla moto prima di andare a finire contro le balle di paglia e per fortuna mi fa solo un po’ male la schiena. Bautista dice che non mi ha visto anche se io ero davanti e non mi resta che credergli. Non ho molto da dire, è stato un incidente di gara come ha detto la commissione e per me è un vero peccato perché avrei potuto puntare al podio. Alla partenza ho avuto un problema con la frizione e la moto ha slittato un po’; mi hanno passato in molti e alla prima variante mi sono trovato in terra. Cadere qui al Mugello non è mai bello, sopratutto perché avrei potuto fare una bella gara”

    Marc Marquez: “E’ stato un peccato perché dopo che ho superato Pedrosa ho cercato di allungare un po’, ma poi alla variante sono caduto in maniera un po’ strana anche perché non andavo fortissimo. Ho commesso un errore, ma sono contento perché abbiamo fatto un bellissimo lavoro nonostante le molte cadute. Il passo per il podio ce l’avevo quindi la squadra ha lavorato bene e io ho dato il 100%. In questo week-end ho imparato molte cose”

    Alvaro Bautista: “Dalle immagini dell’incidente si vede che abbiamo entrambi delle linee strane e la commissione di gara ha detto che è stato un semplice incidente di gara. Valentino era all’esterno mentre io non ho potuto vederlo nella manovra che stavo effettuando. Non credo di avere particolari colpe; entrambi siamo entrati in collisione a causa di un errore di valutazione. Non mi va di sentir dire che ho abbattuto Valentino, io capisco che i suoi tifosi possono essere arrabbiati con me, ma io sono solo deluso dal fatto che non ho potuto finire la gara”