Valentino Rossi sul GP del Qatar 2012: “Non facciamoci illusioni”

Le prime parole di Rossi a margine dell'inizio del prossimo campionato della MotoGP 2012, dalle curve del tracciato di Losail

da , il

    MotoGP: Test a Jerez

    Il nove volte campione del mondo del Motomondiale, Valentino Rossi si appresta a disputare la sua seconda stagione in sella alla Ducati ufficiale di Borgo Panigale. L’italiano della Desmosedici è pronto, dunque, a ricominiciare un’altra stagione dopo la fallimentare MotoGP 2011, che gli ha dato un solo podio e zero vittorie: “Durante l’inverno abbiamo lavorato molto e, anche se ad un certo punto avevamo preso una direzione sbagliata, nell’ultimo test abbiamo ritrovato le buone sensazioni della prima uscita con la GP12. Con quegli assetti, con i quali partiremo in Qatar, sono riuscito ad avere un feedback più sincero dalla moto e a guidare meglio”.

    Il Dottore della Desmosedici, Rossi si appresta ad affrontare l’ennesima stagione tra le curve del Motomondiale, in virtù della prima gara che si disputerà in notturna dalle curve del tracciato internazionale di Losail in Qatar.

    Durante gli ultimi test, la Ducati non ha proprio brillato e al momento, la coppia Rossa di Borgo Panigale, può essere considerata al massimo come la quarta o quinta forza del campionato 2012.

    Ma soprattutto, Valentino è consapevole del potenziale degli avversari e soprattutto di dover mettere a punto la nuova Desmosedici GP12 secondo il suo stile di guida, che nel 2011 è sembrato molto più adatto a moto giapponesi: “A Losail sarà importante lavorare bene nelle qualifiche in modo da arrivare al sabato aumentando passo dopo passo la confidenza, cercando di spremere il massimo possibile dal nostro attuale potenziale. Sono piuttosto realista, so che siamo ancora lontani come tempi e che restano diverse cose da sistemare ma è anche vero che noi, in pista, e i ragazzi a casa, abbiamo una direzione in cui lavorare e dobbiamo fare sempre il massimo possibile. Non stravolgeremo la moto durante la stagione ma cercheremo di progredire poco a poco”.