Valentino Rossi sul GP di Valencia 2011: “Asfalto al limite”

Rossi è riuscito a stare davanti nelle prove libere del Gé di Valencia, grazie all'aiuto della pioggia che ha favorito il comportamento della Ducati

da , il

    Rossi valencia 2011

    Il pilota della Ducati ufficiale, Valentino Rossi ha disputato le prove llibere del Gran Premio di Valencia 2011, con il pensiero rivolto all’amico scomparso Marco Simoncelli e il numero 58 dentro al 4 del suo 46. Tutto sommato, la pioggia ha favorito la competitività della sua Desmo: “La moto funziona molto bene sul bagnato quindi questa mattina sono riuscito a spingere e a stare lì davanti. Nel pomeriggio abbiamo avuto qualche problema perché abbiamo modificato il setting del posteriore, ma non ha funzionato come speravamo”.

    Con Capirossi che corre con il numero 58 che fu del Sic e la surreale atmosfera che c’è nel paddock, la MotoGP prova ad andare avanti senza Simoncelli, morto tragicamente tra le curve di Sepang.

    Anche Rossi, grande amico di Marco prova ad andare avanti risalendo in moto e facendo ciò che amava anche il Super Sic. Perciò sposta l’attenzione sugli aspetti tecnici della moto e sulle condizioni dell’asfalto del circuito Ricardo Tomo che, comunque, gli hanno regalato il terzo tempo nelle prime libere: “Siamo al limite per quanto riguarda le condizioni dell’asfalto perché ormai è molto usato, scivoloso e in condizioni lontane dall’ottimale proprio per quanto riguarda il grip. Con la pioggia e il freddo poi peggiora ed è molto difficile guidare. Adesso vedremo come prosegue il meteo nel fine settimana perché se rimane bagnato possiamo fare abbastanza bene, se migliora dovremo vedere come saremo messi con gli assetti per l’asciutto”.