Valentino Rossi sul primo step di test a Jerez: “L’ingresso in curva mi rallenta”

Rossi commenta la prima giornata di test IRTA sul circuito internazionale di Jerez dove ha guadagnato il nono tempo

da , il

    Valentino Rossi

    Per il pilota italiano della Ducati ufficiale, Valentino Rossi la tre giorni di test IRTA sul circuito internazionale di Jerez de la Frontera non poteva cominciare in maniera peggiore. Il pesarese della Rossa non è riuscito ad andare oltre al nono crono, lontano di 1.774 sec dal best time della Honda di Casey Stoner. Insieme al team, il nove volte campione del mondo sembra aver trovato il problema della moto, cioè l’ingresso in curva: “Abbiamo risolto diverse cose ma non una molto importante, ovvero l’inserimento in curva, soprattutto in quelle più veloci, dove non riesco ad essere incisivo e dove, quindi, accumulo la maggior parte del gap che paghiamo”.

    Rossi, con la nuova Ducati, pensava di esordire in maniera migliore tra le curve dei test di Jerez, ma il feedback della nuova GP 12 non è stato proprio all’altezza delle aspettative. Il ducatista ha chiuso nono e molto lontano dai tempi fatti segnare dai primi piloti come Stoner e Lorenzo.

    Il nove volte campione del mondo accusa distacchi pesanti e non riesce ad essere incisivo nell’inserimento di curva. Con il team di Borgo Panigale, proverà ad analizzare i dati raccolti per risolvere questo problema che sembra condizionare le sue performance: “Non riesco a caricare abbastanza l’anteriore, a entrare forte e, di conseguenza, ad avere sufficiente velocità in percorrenza di curva. Per questo siamo lontani da quelli davanti. Verso la fine abbiamo trovato un setting più promettente, tanto che sono riuscito a ripetere il mio tempo veloce con gomme molto usate ma ormai erano le cinque e mezza, la temperatura era calata e abbiamo deciso di riprendere a lavoraci sopra domani perché pensiamo che ci sia del margine. Nicky oggi è andato meglio e dobbiamo ridurre il distacco anche noi”.