Valentino Rossi sul terzo step di test 2012 a Sepang: “Buon punto di partenza”

Rossi commenta la conclusione della tre giorni di test della MotoGP 2012 sul circuito internazionale di Sepang

da , il

    Valentino Rossi

    Oggi, con il terzo step, si è chiusa la tre giorni di test ufficiali della MotoGP 2012 sulla pista di Sepang e nonostante la Ducati e Valentino Rossi, non abbiano ancora fatto il salto di qualità verso le mto migliori del paddock, il Dottore è comunque ottimista sui progressi fatti dal team di Borgo Panigale: “Nel team siamo tutti contenti per come sono andati questi test, soprattutto oggi. Il 2:00.8 comincia ad essere un tempo interessante. Le due Honda e le due Yamaha sono ancora davanti, però noi consideriamo questo test un punto di partenza”.

    Proprio ieri, Rossi aveva dichiarato che con la nuova GP12, si erano risolti molti problemi rispetto al 2011 ed oggi nell’atto finale dei test collettivi del Motomondiale 2012, in Malesia, ha dovuto sobbarcarsi il lavoro sulla Ducati, per via dell’assenza per problemi fisici del team mate Nicky Hayden.

    Giovedì, Valentino con l’arrivo della pioggia sul tracciato di Sepang ha chiuso le prove con il quinto miglior tempo, abbassando di un secondo la sua prestazione di ieri, ma accusando un ritardo dalla vetta dei tempi, occupata dal campione del mondo Casey Stoner, di oltre un secondo.

    In squadra, però, l’umore sembra alto ed il centauro italiano della Desmosedici lo conferma: “Le cose più positive che abbiamo ottenuto sono che l’anteriore adesso mi permette di guidare un pò di più come sono capace, che la moto reagisce bene alle modifiche e che abbiamo le idee chiare su cosa manca. Se riusciremo a migliorare il comportamento della moto in accelerazione potremo fare un consistente passo in avanti. So che in Ducati il lavoro non si è mai fermato e con le informazioni raccolte continueranno a lavorare sulle aree che abbiamo individuato. Adesso ci vorrà un pò, è vero che da qui alla prima gara manca tanto. Dobbiamo crescere e quindi stiamo con i piedi per terra ma io sono contento di come è andata”.

    Diverso e di tutt’altro umore, il commento di Hayden, che ha dovuto rinunciare al terzo giorno di prove malesi per via dei problemi fisici, conseguenti all’infortunio rimediato recentemente in allenamento: “Mi sarebbe piaciuto girare di più perché alla fin fine non posso dire che questo per me sia stato un vero test. Però ogni giorno ho fatto un pò di giri e perlomeno ho avuto un primo feeling sulla moto, abbiamo raccolto un pò di dati e abbiamo capito un paio di cose. Anche con un tempo limitato in pista, ogni giorno siamo stati in grado di fare dei piccoli progressi. La Ducati con questa moto ha fatto qualcosa di incredibile in un tempo così ridotto. La GP12 è snella, bella da vedere e ci si lavora bene”.