Valentino Rossi sulla caduta di Indianapolis: “Non ci voleva”

Rossi commenta la caduta di Indianapolis che ha condizionato l'intero turno di qualifiche ufficiali della MotoGP 2011

da , il

    Rossi caduta indianapolis 2011

    Valentino Rossi commenta le disastrose qualifiche ufficiali di Indianapolis, dove è caduto nei primi frangenti del turno e poi non è più riuscito ad utilizzare la moto con la quale si trovava meglio. Il nove volte campione del mondo della Desmo16, partirà dalla quattordicesima posizione per quella che si preannuncia una gara molto difficile e tutta in salita: “Questa mattina avevamo fatto un buon passo in avanti che speravamo di confermare in qualifica e invece sono scivolato quasi subito. Una caduta che non ci voleva, la moto mi si è chiusa davanti appena ho toccato in freni”.

    Dopo aver candidamente ammesso di aver sbagliato la messa a punto della moto nelle libere di Indy, Rossi ha cercato di migliorare la sua performance nelle prove ufficiali.

    Ma sono bastati pochi minuti, per vedere il Dottore cadere e compromettere l’interno step di qualifiche ufficiali, nonostante avesse trovato un buon feeling nelle FP3. Le prove ufficiali sono state tutt in salita, perché la seconda moto aveva un treno di gomme nuove, oltre ad un set-up leggermente diverso: “Sono dovuto ripartire con un set di usate e non più ritrovato il feeling della mattina, quando invece sentivo bene la moto e avevo potuto spingere di più. Davvero un peccato perché volevamo cercare di partire di nuovo in seconda fila come a Brno e invece domani dovremo faticare. In ogni caso in gara ci proveremo perché stamattina non ero troppo lontano”.