Valentino Rossi sulle prove libere: “A Indianapolis abbiamo sbagliato strada”

Rossi commenta l'esito delle libere di Indianapolis e il grip della sua Ducati sul tracciato statunitense della MotoGP

da , il

    rossi indianapolis libere 2011

    Valentino Rossi non è riuscito ad andare oltre l’undicesimo tempo nella seconda sessione del GP di Indianapolis, dodicesima tappa del Motomondiale 2011, denotando uno scarso feeling con la moto e soprattutto con l’asfalto del tracciato statunitense: “Questa mattina le condizioni della pista erano veramente critiche, non c’era grip e sembrava di correre sul bagnato. Nel pomeriggio invece è migliorata moltissimo, segno che l’asfalto è buono e che era solo molto sporco perché non ci aveva girato nessuno. E’ un bene perché le condizioni dovrebbe continuare a migliorare, e poi ci sono meno buche quindi penso che abbiano fatto un buon lavoro”.

    Se dopo i test di Brno si pensava ad un miglioramento del pacchetto Ducati, tra le curve di Indy, Rossi e il team della Rossa dovranno rivedere le loro scelte tecniche per cercare di far risalire la classifica dei tempi al pesarese.

    Il centauro della Desmo ha scelto con la squadra un setup troppo estremo non aspettandosi il miglioramento di grip che invece c’è stato rispetto alla mattinata, quando la pista si è gommata: “Non ci aspettavamo che nel pomeriggio l’aderenza migliorasse tanto e abbiamo dovuto inseguire per tutto il turno perché non sentivo la moto. Domani cambieremo totalmente il bilanciamento. Nicky non è andato male e cercheremo di far meglio anche noi. Il passo in avanti fatto a Brno è rimasto, abbiamo solo scelto una strada troppo estrema per la messa a punto provando a fare una cosa un pò particolare, non aspettandoci che le condizioni della pista cambiassero così tanto tra un turno e l’altro”.