Valentino Rossi sulle qualifiche del Sachsenring: “E’ bello tornare in prima fila dopo tanto tempo!”

da , il

    Rossi Sachsenring

    Erano ben 58 gare che il dottore di Tavullia non agguantava la prima fila durante le qualifiche di un Gran Premio. Bisogna arretrare la memoria fino a Le Mans 2010 per vederlo schierato sulla linea più alta della griglia di partenza, ma Valentino Rossi oggi interrompe quel lunghissimo digiuno conquistando il terzo tempo durante la sessione di qualifiche del Gran Premio di Germania 2013. Il pilota italiano dimostra subito il suo feeling sulla pista tedesca già dall’inizio del week-end, restando sempre nella scia dei piloti più veloci e nella FP4 mette in mostra tutto il suo potenziale per poter conquistare un buon piazzamento in qualifica. Rossi non è mai stato un pilota velocissimo durante le fasi preliminari di una gara, ma i progressi del pilota italiano in questa stagione sono abbastanza visibili anche in quei frangenti che spesso nella sua carriera lo hanno penalizzato. La vittoria di Assen ha certamente dato una spinta in più al pilota marchigiano, che dimostra quanto in questa stagione possa ancora dare il suo bel contributo alla MotoGP.

    Nel finale della sessione di qualifiche del Gran Premio di Germania, Crutchlow, Rossi e Marquez si sono scambiati ripetutamente la pole nello spazio di appena 2 minuti. Alla fine sarà Marquez a siglare il miglior tempo dopo una lotta accesissima con i due avversari, ma nonostante l’ottimo giro del pilota spagnolo, sia Crutchlow che Rossi si mettono a poco più di un decimo di distacco dal poleman. E’ una prima fila racchiusa tutta in meno di due decimi, e se osserviamo il quarto tempo di Stefan Bradl che accusa oltre mezzo secondo di distacco dalla pole, possiamo concludere che i primi 3 piloti sono decisamente più veloci degli altri inseguitori. Con il terzo tempo in qualifica di oggi, Valentino Rossi torna così in prima fila dopo una lunga astinenza e lui stesso esprime la sua felicità: “E’ bello tornare in prima fila dopo tanto tempo; la possibilità di partire così avanti mi mancava dal Gran Premio di Le Mans 2010, ancor più della mia ultima vittoria in Malesia. Sono davvero molto contento di questa prima fila, sopratutto perché sono molto veloce anche sul passo gara. Io ho cercato di spingere al massimo per cercare di ottenere la pole, ma mi mancava almeno un decimo per poterla conquistare così mi sono accontentato del mio risultato che poi era alla fine il mio obiettivo: quello di riuscire ad entrare entro i primi 3. Mi sento in forma, sto guidando bene e sono molto ottimista per la gara di domani!”

    A cura di Alessio Mora