Valentino Rossi sulle qualifiche di Assen: “Marquez era alla mia portata, Crutchlow no!”

I commenti di Valentino Rossi e dei top rider dopo le qualifiche di Assen

da , il

    Con i motori delle MotoGP che si raffreddano nei box del TT circuit dopo la strepitosa pole position di Cal Crutchlow, Valentino Rossi ammette che nonostante il potenziale per poter agguantare la prima fila ci fosse, ritiene il tempo del poleman britannico troppo distante dalle sue possibilità. Il pilota pesarese infatti giudica la sua prova nel complesso buona, ma conferma il fatto che avrebbe potuto almeno insidiare Marc Marquez per la seconda casella in griglia di partenza. Il dottore resta comunque fiducioso in ottica della gara di domani e spera in un Gran Premio d’Olanda asciutto per mettere a frutto gli eventuali miglioramenti apportati durante i tre giorni di test in Spagna.

    Valentino Rossi chiude il suo turno di qualifiche con il quarto tempo. Risultato relativamente buono in considerazione delle difficoltà che il campione pesarese accusa in qualifica da inizio stagione: “E’ andata abbastanza bene anche se mi aspettavo un risultato leggermente migliore, almeno la prima fila come soddisfazione personale. Il potenziale ce l’avevo e non sono stato bravo a sfruttarlo. Crutchlow ha fatto una gran pole e non avrei potuto batterlo, ma Marquez ha fatto un tempo che avrei potuto anche superare perché avevo almeno due decimi in più a mio favore. Il passo gara è buono e posso essere competitivo e spero in una gara asciutta, ma se dev’esserci pioggia spero che piova tanto perché con condizioni tra l’asciutto e il bagnato potremmo avere seri problemi. I test ad Aragon mi sono stati molto utili sopratutto per quanto riguarda i problemi alla forcella; siamo riusciti a risolvere i problemi in frenata che è la cosa che mi dava maggiori preoccupazioni. Sono comunque soddisfatto di questo 4° posto che è il migliore piazzamento della stagione.”

    Le qualifiche del Gran Premio di Assen hanno messo in risalto le ottime qualità di Cal Crutchlow che lo stanno contraddistinguendo praticamente da inizio stagione. Il pilota britannico strappa di forza una pole position che sembrava destinata a finire tra le mani di Stefan Bradl che fino a 40 secondi dalla bandiera a scacchi risultava con il miglior crono. Crutchlow tira fuori ogni risorsa dalla sua M1 e sulla bandiera a scacchi sigla un tempo eccezionale che Marquez non riuscirà a colmare nemmeno lontanamente con un distacco vicino ai 4 decimi.

    Ecco le parole del poleman: “In realtà non son molto soddisfatto, ma solo se parliamo della moto che ancora non si comporta come vorrei, dovremo lavorare molto con la squadra questa sera per risolvere tutti i problemi. Ovviamente per quanto riguarda la pole position sono molto contento e se dovessimo trovare le soluzioni giuste potrei fare una bella gara e magari lottare per la vittoria. Mi piacerebbe se Jorge Lorenzo tornasse qui per correre e se lo facesse diventerà il mio eroe!”

    Stefan Bradl chiude la sessione di qualifica con un inaspettato quanto ottimo terzo tempo. Il pilota tedesco partirà in prima fila domani e dichiara: “Sinceramente non mi aspettavo questo ottimo risultato sopratutto dopo le prime prove libere perché abbiamo avuto molte difficoltà. Nel pomeriggio abbiamo fatto delle modifiche importanti che mi hanno permesso di avere un feeling migliore con la moto e in qualifica le cose sono nettamente migliorate. Sono davvero contento di questo risultato ottenuto in qualifica in cui sono stato molto veloce.”

    Marc Marquez è stato protagonista di una brutta caduta nella sessione del mattino, caduta che gli ha causato la frattura del mignolo della mano destra e dell’alluce. Ciò nonostante il giovane pilota spagnolo di casa Honda ottiene un ottimo secondo posto in qualifica:“Questa mattina ho fatto una brutta caduta e mi sono fatto male, ma questa pista mi piace moltissimo e ci tenevo molto a poter correre questo Gran Premio. La moto è abbastanza a posto e mi trovo bene, mi fa male solo la mano quando devo frenare perché sforzo molto le quattro dita vicino al mignolo che mi sono ferito. La gara è lunga, 26 giri sono tanti e devo cercare di resistere al dolore, sopratutto in staccata. Non sappiamo quali condizioni meteo ci saranno domani, ma in ogni caso devo mettercela tutta.”

    Andrea Dovizioso, dopo una qualifica deludente che non gli permette nemmeno l’accesso alla Q2 dichiara: “Siamo molto lenti, questo è il vero problema; poi nel finale della mia prova ci si mette anche Barbera a disturbare apposta il mio tentativo di risalire con i tempi. Io sono uno dei piloti più corretti del Motomondiale, ma il mio gesto di stizza nei confronti di Barberà è dovuto al fatto che è da quando corre nel motomondiale che fa stupidaggini e le fa apposta. Per quanto riguarda i problemi con la moto cosa posso dire… sono sempre gli stessi; non si migliora, abbiamo grossi problemi e quando le piste cambiano incontriamo nuovi problemi; la moto non entra bene in curva, non riusciamo a controllarla come vorremmo. Domani sarà una lunga gara, ma ovviamente io darò il massimo.”

    A cura di Alessio Mora

    Vota la ragazza più bella del paddock!

    Come da nostra tradizione, vi mostriamo ogni cosa riguardante il mondo della F1 e della MotoGP, incluse le nostre amiche Paddock Girls, le ragazze più belle che circolano nei box di tutto il mondo. Ma ora Derapate.it vi propone una novità: votate la vostra paddock girls preferita! Per farlo è semplicissimo: cliccate sulla foto qui in alto ed accederete alla nostra battaglia tra le ragazze più belle della Formula 1 e della MotoGP Per votare basta cliccare sulla foto o sul nome in basso. Cosa aspetti, partecipa anche tu! Per partecipare alla nostra battaglia tra le PaddockGirls, BASTA CLICCARE QUI!