Valentino Rossi sulle qualifiche di Indianapolis: “Prova difficile per me”

Le dichiarazioni di Valentino Rossi sulle qualifiche di Indianapolis

da , il

    Il giorno che segue le qualifiche viene progressivamente alimentato dalla serie di critiche e commenti che imperversano sopratutto su Valentino Rossi in merito alla sua prestazione nell’intero arco del week-end. Il divario che separa Marc Marquez dagli altri piloti è sicuramente disarmante per tutti, ma anche se il giovane rookie fa a polpette ogni ambizione da parte degli avversari di poterlo contrastare, rifilando ben mezzo secondo al suo diretto inseguitore, c’è un pilota in particolare che accusa un distacco davvero imbarazzante e che si vede costretto a raccogliere solo le briciole di una qualifica davvero disastrosa. Valentino Rossi è consapevole della superiorità della Honda sul tracciato americano, ma il suo nono posto a quasi un secondo e mezzo di ritardo dal poleman spagnolo ha dato il via ad una serie di valutazioni che non fanno presagire molto ottimismo in vista della gara.

    Il turno di qualifiche di ieri ha rimarcato la superiorità di Marquez e di Honda che già era emersa fin dalla prima uscita del week-end sul tracciato americano; nessuno è stato in grado di insidiare il giovane esordiente durante tutte le prove di questo Gran Premio. Marc Marquez dà una severa lezione di “velocità” a tutti e la sua pole position con nuovo impressionante record al seguito ha annichilito l’intero ambiente della MotoGP rappresentato da tutti i top rider. Tra i principali esponenti di questa stagione che ne esce maggiormente umiliato c’è sicuramente Valentino Rossi che chiude una prova decisamente al di sotto degli standard e delle aspettative. Lui stesso ammette quanto la sua prestazione sia stata difficile e punta leggermente il dito verso qualche problema tecnico; queste sono le sue parole: “E’ stata davvero una qualifica molto difficile per me; pensavo che con la gomma morbida avrei potuto ottenere qualche vantaggio, ma invece ha sortito l’effetto opposto mentre Lorenzo è riuscito a sfruttarla bene. Avrei potuto fare un po’ meglio, migliorarmi almeno di mezzo secondo, ma l’anteriore mi si chiudeva in continuazione e non avevo un buon feeling in frenata. Per quanto riguarda il passo gara non siamo certo ai livelli di Honda anche se sembriamo messi un po’ meglio. La gara sarà davvero molto difficile e non sappiamo ancora quale configurazione usare; durante la sessione di qualifiche molti piloti sono migliorati mentre noi stiamo faticando molto e speriamo di trovare qualche soluzione efficace per non perdere troppo terreno. Penso che sarà fondamentale capire quale gomma sarà migliore.”

    A cura di Alessio Mora

    MotoGP Quiz estivo: quante ne sai sul motociclismo?

    Domanda 1 di 27

    Nell'ultima gara a Valencia della stagione 2006 in classe MotoGP quale impresa storica viene ricordata in particolar modo?