Valentino Rossi sulle qualifiche di Silverstone: “Marquez e Lorenzo hanno fatto paura!”

Il commento di Valentino Rossi dopo le qualifiche del gran Premio di Silverstone 2013

da , il

    MotoGP Silverstone 2013, qualifiche (7)

    La sessione di qualifiche del Gran Premio di Silverstone si chiudono con Valentino Rossi che riesce a portare a casa, nonostante il netto divario dai piloti di testa, una seconda fila che alla luce di una pole mai vista sul circuito inglese e di un ritardo di 7 decimi dal pilota più vicino ai due missili spagnoli, può persino essere considerato un discreto risultato. Il divario con Marquez e Lorenzo è decisamente consistente non solo per il pilota di Tavullia che riesce a chiudere si con il sesto tempo, ma con un distacco di quasi un secondo e mezzo, ed è forse questo il dato più preoccupante in casa Rossi che accusa in una sessione di qualifiche, il maggior distacco stagionale in termini di cronometro.

    Non sembrano essere per nulla amiche le qualifiche per il pilota marchigiano di casa Yamaha; l’attacco alla pole position sembra ormai una faccenda privata tra Lorenzo e Marquez che a suon di giri veloci e record disintegrati, annichiliscono tutta la concorrenza, che sia ufficiale o meno. Valentino Rossi sembra essere, tra i top rider, il pilota che maggiormente patisce questo imbarazzante confronto che oggi ha davvero raggiunto l’apice stagionale. Non ce n’è per nessuno! Il giovane rookie di casa Honda e il 4 volte campione del mondo Jorge Lorenzo sono imprendibili sul giro secco al punto che chi li osserva più da vicino ha oltre 7 decimi di ritardo dai due piloti spagnoli. Rossi ottiene una seconda fila e ammette che Marquez e Lorenzo hanno davvero fatto un altro mestiere oggi sugli 5891 metri del tracciato inglese.

    Queste sono le parole di Valentino Rossi: “Lorenzo, ma sopratutto Marquez hanno davvero fatto paura! Sono riusciti a togliere oltre un secondo al vecchio record del tracciato. Io sono comunque contento perché sono riuscito ad ottenere una seconda fila che alla fine, visto cosa si è visto in pista oggi non è poi così male. Oggi abbiamo fatto un buon miglioramento sul passo gara, ma questa è una pista molto difficile e sul giro secco non sono ancora veloce come vorrei, ma riesco comunque a tenere un passo costante. La pista è molto veloce e larga, ci sono delle curve in cui le traiettorie sono molto importanti e impegnative; inoltre ci sono diverse buche e sconnessioni. E’ un tracciato davvero tosto e difficile; domani proveremo delle soluzioni diverse sperando di poter andare più veloci anche perché i piloti davanti andranno subito forte già ad inizio gara. Domani credo che le temperature saranno superiori a quelle di oggi quindi dovremo valutare bene anche la scelta delle gomme.”

    A cura di Alessio Mora