Valentino Rossi Superbike – Ok di Carmelo Ezpeleta

Valentino Rossi in SBK, una possibilità anche per Carmelo Ezpeleta che dichiara di non avere rivali

da , il

    Tra il tira e molla degli scorsi mesi in cui si sono rincorse conferme e smentite di un’ eventuale di Valentino Rossi alla Superbike 2009, c’è comunque una certezza: Carmelo Ezpeleta è favorevole.

    E’ stata la notizia che ha risvegliato il pubblico della MotoGP e della Superbike nel periodo delle vacanze natalizie: la favola di Valentino Rossi in Superbike, anche solo per una gara, è piaciuta da subito e in tanti avrebbero scommesso che la cosa sarebbe diventata realtà nel 2009.

    Dopo la gioia, le smentite a gran voce soprattutto dalla parte dei tre diapason: Davide Brivio e Yamaha avevano detto che c’ erano troppi fattori da considerare prima di dire “si” alla proposta di una gara in SBK per Valentino Rossi.

    Dall’ altra parte, invece, un Valentino Rossi che si dichiarava possibilista e desideroso di confrontarsi con Troy Bayliss, mentre il campione australiano pensava già al ritorno economico (un milione di sterline!).

    Poi il silenzio.

    La sensazione è che questa sia la notizia adatta per risvegliare gli animi dei tifosi nei periodi morti delle competizioni motoristiche, anche se adesso è tornato alla carica Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, che ai microfoni degli amici di MCN si è detto aperto e favorevole a Valentino Rossi in SBK.

    Per me non ci sono problemi nell’eventualità che Valentino Rossi corra qualche gara in Superbike – ha dichirato un convinto Carmelo Ezpeleta, che ha aggiunto – Valentino è un pilota e campione del mondo della MotoGP con un contratto in essere, pertanto non temo di perderlo” .

    Il manager iberico ha poi aggiunto: “Se Valentino vorrà correre qualche gara in Superbike lo potrà fare liberamente, se è qualcosa che gli piace come i Rally o la Formula 1“.

    Nessun impedimento, dunque, da parte del management della Dorna, a patto che il folletto di Tavullia continui a catalizzare l’ attenzione sulla MotoGP senza cedimenti a favore delle classi sorelle.

    Non sono nostri rivali. – aggiunge, infatti, il CEO Dorna – La MotoGP è il campionato numero 1 del motociclismo, mentre la Superbike il campionato numero 2“.

    Più chiaro di così…