Valentino Rossi: troppo vecchio per la F1

Valentino Rossi è troppo vecchio per la Ferrari: a mettere la parola “fine” alla lunga telenovela che ha avuto come protagonisti il Dottore e la monoposto di Maranello è stato lo stesso campione del mondo della MotoGP, che dall'India fa sapere di essere quasi certo di voler scartare la Formula Uno dal ventaglio di ipotesi sul suo futuro

da , il

    L’amore tra Valentino Rossi e la Ferrari probabilmente non sboccerà mai: a mettere la parola “fine” alla lunga telenovela che ha avuto come protagonisti il Dottore e la monoposto di Maranello è stato lo stesso campione del mondo della MotoGP, che dall’India fa sapere di essere quasi certo di voler scartare la Formula Uno dal ventaglio di ipotesi sul suo futuro.

    Il motivo? Superati i 30 anni (Vale è nato nel 1979) e con un’altra stagione da dover correre in Yamaha, il pilota di Tavullia si è reso conto di essere troppo vecchio per la F1.

    Ferrari sì, Ferrari no. Ci voleva un viaggio in quella che negli anni sessanta era considerata la terra della spiritualità, il miglior posto al mondo per ritrovare se stessi, per avere un’affermazione netta di Valentino Rossi riguardo al suo futuro sportivo.

    Il Dottore ha infatti parlato dei suoi progetti di carriera durante il suo viaggio promozionale in India, dove ha partecipato a una fiera per conto della Yamaha.

    “Non ci sono molti cambiamenti nel corpo di un uomo tra i 22 e i 34 anni, dunque ho ancora un po’ di tempo,” ha dichiarato Valentino alla platea di fan indiani che lo hanno accolto all’Expo Auto di Nuova Delhi, “Ma quando finirò con le moto, potrei fare qualche stagione nel rally, perché la Formula 1 sarebbe più facile, ma a quel punto potrei essere troppo vecchio.”

    Troppo vecchio per la Ferrari, quindi. Ma ancora in tempo per un paio d’anni in Ducati? Mmm… In queste circostanze le parole vengono pesate non una, ma due volte. E per sbilanciarsi in questo modo durante una presentazione ufficiale Yamaha sembrerebbe più probabile che il Dottore sia pronto a restare in sella alla M1!