Valentino Rossi: Yamaha prima scelta

Valentino Rossi farà di tutto per restare in Yamaha

da , il

    Nuove dichiarazioni di Valentino Rossi riguardanti le sue scelte per il futuro, scelte che andranno ad incidere su tutta la geografia della MotoGP.

    A fine anno scadranno i contratti di tutti e quattro i top rider (oltre al Dottore, anche Jorge Lorenzo, Casey Stoner e Dani Pedrosa dovranno decidere dove correre) e tutti aspettano di capire cosa farà il nove volte campione del mondo, perché un suo eventuale passaggio in Ducati innesterebbe una reazione a catena e un balletto di piloti. Ma, a quanto pare, in cima ai desideri di Rossi c’è ancora la Yamaha

    Valentino Rossi farà di tutto per restare in Yamaha. Il campione del mondo ha dichiarato di trovarsi benissimo con la casa dei tre diapason e che per il momento vuole concentrarsi solamente sul prossimo Campionato del Mondo MotoGP 2010.

    Sono molto contento della Yamaha e ovviamente, questa è la mia prima scelta,” ha detto il Dottore, “In ogni caso è un po’ imbarazzante parlare del 2011 quando non abbiamo nemmeno iniziato la stagione 2010 quindi non so cosa succederà. Penso che a giugno o al massimo a luglio sarà tutto a posto. Nel 2008 ho firmato nel mese di giugno così questo anno sarà più o meno la stessa cosa o forse le cose potrebbero ancora essere aperte in un momento successivo all’estate.

    Ma non sono solo i fan di Valentino ad essere in “stand by”, ma l’intero circus del Motomondiale, perché la decisione che prenderà il numero 46 del Team Fiat Yamaha influenzerà gioco forza gli assetti delle altre scuderie.

    Con tutti i contratti dei primi quattro piloti che scadono alla fine di quest’anno, la questione sarà l’argomento costante di tutta la stagione,” ha continuato Rossi, “E’ una strana coincidenza che i quattro piloti più veloci termineranno i loro contratti allo stesso tempo. Immagino che ognuno farà quello che pensa sia il meglio per se stesso. Per quanto riguarda il mio futuro parlerò per prima con la Yamaha che è la mia prima scelta.