Valentino: dopo 20″ è nella sabbia

da , il

    Valentino Rossi nella sabbia

    La delusione è grande solo quanto l’attesa. Il gran giorno è finalmente arrivato ma la pioggia ha rovinato tutto. Come se non bastasse una volta che Rossi ha comunque deciso di scendere in pista è finito in testacoda dopo poche curve.

    Ci vorrà un qualcosa di strepitoso nella seconda giornata per tirare su il morale dei tifosi. Chissà, poi, come sarà il morale di Valentino.

    Si tratta chiaramente di un episodio sfortunato. Non possiamo credere che Rossi sia diventato talmente incapace da non saper neanche tenere in pista la macchina.

    Nonostante il bagnato e nonostante non avesse mai girato in quelle condizioni le sue doti avrebbero potuto tranquillamente controllare la situazione. Ne siamo certi.

    L’esitazione dei tecnici Ferrari a farlo scendere in pista dipendeva solo dalla poca indicatività dei dati che avrebbero raccolto.

    Tutto l’ambiente ha sempre visto con scetticismo l’entrata del folletto di Tavullia nel mondo delle quattro ruote ed il primo giorno di esame ha visto il pesarese protagonista del peggior risultato possibile. Chissà se sarà stata l’influenza negativa dei suoi futuri colleghi. Tra di loro nessuno pare credere veramente nelle sue capacità.

    In molti sostengono che la ritrosia dell’ambiente nasconda una buona dose d’invidia e credono che il talento di Rossi verrà comunque fuori. Altri sono convinti che siano i tifosi di Valentino ad avere torto nel sostenerlo in un’impresa folle.

    Aspettando il bel tempo, ci consoliamo all’idea che la soluzione sia sempre più vicina.