Velentino Rossi-Yamaha: anche gli hacker dicono la loro sul suo futuro!

da , il

    Valentino Rossi

    AP/LaPresse

    L’ennesimo capitolo della saga del mercato piloti della MotoGP che ha come protagonista Valentino Rossi. Ebbene sì, ancora una volta sono le voci riguardo il futuro del Dottore a tenere banco fra i giornalisti e fra gli appassionati, e oramai le news sul futuro del campione di Tavullia ruotano tutte attorno a un unico punto: Vale sceglierà di continuare la sua avventura in Ducati facendo affidamento sul progetto Audi o deciderà di tornare in Yamaha per avere certezze del mezzo tecnico e cercare così di puntare al decimo mondiale?

    Di pochi giorni fa è la notizia che l’ex pilota della 500 Niall Mackenzie ha incontrato nella sede centrale europea della casa di Iwata, ad Amsterdam, un pilota italiano della MotoGP in trattativa con la Yamaha e ha subito diffuso la notizia tramite il suo canale twitter: “Accordo fatto! Alla fine un ben conosciuto pilota italiano sarà su una su una moto blu l’anno prossimo”, certamente non ha fatto nomi a riguardo, ma fra le righe tutti leggono il nome di Valentino Rossi. Certamente viste le poche certezze che questa dichiarazione dà il pilota potrebbe anche essere Andrea Dovizioso, anche lui in trattativa per ottenere una M1 nel team ufficiale, ma in ogni caso queste dichiarazioni dell’ex pilota inglese assumono un peso non indifferente.

    Mackenzie ha quindi rilasciato delle dichiarazioni alla testata francese Moto Journal: “Avevo un incontro al quartier generale di Yamaha Europa a Schiphol-Rijk, vicino ad Amsterdam, per parlare del prossimo anno di mio figlio Taran, che potrebbe correre nell’europeo Superstock 600 il prossimo anno. E indovina chi vedo alla reception? Un famoso pilota italiano con un grande sorriso! Che fortuna che ho avuto!”, quindi le rivelazioni fatte dal britannico non arrivano da alcuna certezza, bensì da alcune sue deduzioni.

    Ma le parole di Niall non sembrano convincere tutti, infatti c’è chi pensa a una possibile bufala/scherzo anche perchè Rossi ha sempre dichiarato di volersi prendere un periodo di pausa per decidere con calma cosa fare del suo futuro e a conferma di questa ipotesi arrivano le parole che Davide Brivio ha rilasciato sempre sul suo canale Twitter: “Di sicuro non ha visitato la Yamaha in Olanda… è in vacanza. Io credo Niall abbia voluto fare uno scherzo a tutti”. Per la conferma basta attendere meno di un giorno, il profilo Twitter di Niall Mackenzie era stato hackerato!

    L’hacker francese si sarebbe impossessato del profilo dell’ex-pilota per scherzo e sempre per scherzo avrebbe diffuso questa notizia. Certamente bisogna riconoscere al pirata informatico di aver organizzato bene tutta l’operazione visto che ha anche diffuso dati verosimili e convincenti sulla veridicità della news che hanno permesso a questa di diffondersi rapidamente per la rete.

    Quando c’è di mezzo Valentino Rossi ci si deve aspettare proprio di tutto!