Video storia F1: on board camera dal GP di Monaco tra evoluzione e conservazione

video storia della formula 1 e del gran premio di monaco attraverso vari video storici con gl on board camera tra le strade del principato di campioni del calibro di Ayrton Senna, Alkain Prost, Michael Schuamcher, Ferando Alonso e Jackie Stewart

da , il

    Tra le tante particolarità del Gran Premio di Monaco c’è anche quella legata al fatto che il circuito di Montecarlo è uno dei rarissimi casi di pista rimasta pressoché immutata negli anni. Riproponiamo alcuni on board camera passati e presenti per fare una sorta di viaggio nel tempo tra vetture di ogni età guidate da assi del calibro di Ayrton Senna, Jackie Stewart, Alain Prost, Michael Schumacher e Fernando Alonso

    Lasciando la doverosa copertina ad Ayrton Senna, il re dei re qui a Montecarlo, cominciamo il nostro viaggio con le immagini del film Gran Prix del 1966. Pochissime protezioni, marciapiedi in vista e persone libere di stazionare a pochi centimetri dalle vetture. E’ in uno scenario del genere che Lorenzo Bandini perse la vita.

    Nei primi anni ’70 a bordo della vettura di Jackie Stewart possiamo notare come le cose comincino a cambiare. Ma il buio del tunnel mette terrore ancora adesso.

    10 anni dopo, assieme ad Alain Prost e il rombo del motore turbo della sua Renault amplificato al passaggio accanto ai muri, possiamo notare come la situazione della pista sia stata rivista nel tratto delle piscine e della Rascasse.

    Ci vogliono gli anni ’90 per vedere qualche via di fuga in più, la nuova chicane del porto e altre variazioni al complesso delle piscine che dal 1997 ha visto le barriere spostate leggermente indietro. Qui siamo con Michael Schuamcher, anno 2000.

    E’ dal 2003, infine, che resistono glil ultimi aggiornamenti della pista. Radicali nell’area box completamente ricostruita e spostata dalla parte opposta della pista, più sottili nella zona della Rascasse.