Vittoria Ducati: tutto merito delle Bridgestone?

Hiroshi yamada, manager Bridgestone, commenta la stagione 2007

da , il

    Sono state il tormentone della stagione 2007. La differenza di prestazioni delle gomme Michelin rispetto a quelle Bridgestone hanno fatto parlare, anche troppo, tutti gli addetti ai lavori e soprattutto i tifosi dei vari piloti che vedevano nei pneumatici l’unica causa delle debacle dei loro beniamini.

    Per il manager della Bridgestone, Hiroshi Yamada, i meriti per la vincente stagione, sono da dividere tra tutti i protagonisti: “le migliori performance delle nostre gommehanno giocato un ruolo importante quest’anno, ma è stato tutto l’insieme che è stato capace di vincere il mondiale, sopra tutti le supreme doti di Casey Stoner. Ha vinto 10 gare su 18 quest’anno e non possiamo dire che è stato merito solo di moto e gomme. E’ semplicemente perchè è lui il pilota da battere“.

    La prossima stagione sarà quella della verità: tra i top riders c’è chi ha voluto continuare con la casa di Clermont-Ferrand e chi invece proverà la casa giapponese campione del 2007. Entrambe le scelte sono difficili e piene d’insidie: la Bridgestone era sicuramente migliore nel 2007, ma abbandonare l’esperienza della Michelin, che domina i campionati di moto da decenni, potrebbe essere stata una mossa azzardata.

    Vedremo con i risultati, e non con le chiacchiere, chi ha fatto la scelta giusta.