Warm up Le Mans: Bridgestone rules!

Gibernau al comando nel warm up bagnato di Le Mans

da , il

    Piove sul circuito francese di le Mans nel giorno di gara.

    Piove e naufragano le Michelin.

    Affondano nelle retrovie senza salvagente le moto che montano le gomme di Bibendum, Bridgestone fa piazza pulita. Cinque moto gommate Bridgestone fanno muro nelle prime 5 posizioni. La sesta naviga tranquilla poco dopo di loro.

    Gibernau detta legge dalla vetta della classifica del warm-up, Capirossi non si lascia sorprendere e piazza la sua Ducati alle spalle dello spagnolo.

    Non c’è gomma intagliata che tenga per la Michelin.

    I piloti HRC non si sa dove siano finiti, alcuni danno per dispersi anche quelli Fortuna. Unica pecora che si distacca dal gruppo è, neanche troppo stranamente, la Yamaha di Valentino Rossi, sesto che va a spezzare la luna esa-catena bridgestone, buttando Vermeulen in settima posizione.

    Anche Edwards si difende mettendosi decimo, preceduto da due manici impressionanti (soprattutto il primo): Stoner e Kenny Roberts Jr.

    Da segnalare: Cardoso riesce ad evitare l’ultima posizione…

    MotoGP – Le Mans – Warm-Up -

    01. Sete Gibernau – Ducati – 1’44.835

    02. Loris Capirossi – Ducati – +0.405

    03. John Hopkins – Suzuki – +0.496

    04. Shinya Nakano – Kawasaki – +0.719

    05. Randy De Puniet – Kawasaki – +1.648

    06. Valentino Rossi – Yamaha – +1.677

    07. Chris Vermeulen – Suzuki – +1.783

    08. Casey Stoner – Honda – +1.833

    09. Kenny Roberts Jr – KR Honda – +2.194

    10. Colin Edwards – Yamaha – +2.273

    11. Nicky Hayden – Honda – +2.409

    12. Marco Melandri – Honda – +2.448

    13. Carlos Checa – Yamaha – +4.195

    14. Daniel Pedrosa – Honda – +4.243

    15. Makoto Tamada – Honda – +4.676

    16. Toni Elias – Honda – +4.987

    17. James Ellison – Yamaha – +5.555

    18. Jose Luis Cardoso – Ducati – +6.732

    19. Alex Hofmann – Ducati – +8.032