Whitmarsh quasi ammette che la McLaren ha regalato il mondiale a Kimi Raikkonen

Whitmarsh quasi ammette che la McLaren ha regalato il mondiale a Kimi Raikkonen

da , il

    Whitmarsh quasi ammette che la McLaren ha regalato il mondiale a Kimi Raikkonen

    Martin Whitmarsh, CEO del team McLaren Mercedes e storico partner – nonché erede designato di Ron Dennis – parla della stagione appena conclusa e si fa scappare delle parole che sanno molto di rimpianto per aver praticamente regalato il titolo alla Ferrari di Kimi Raikkonen a causa di un atteggiamento troppo battagliero tra i propri piloti.

    Rimpianto sì, non pentimento.

    Whitmarsh, infatti, spiega che la mentalità del suo team è di avere due grandi piloti e lasciarli liberi di lottare, anche se poi questo rende la vita maledettamente più difficile e può persino portare alla sconfitta di entrambi:“La nostra politica è chiara. Avere due piloti alla pari, però, rende le cose molto più difficili. Gestire un numero uno è semplice e a volta è più efficiente ma noi siamo per dare le stesse opportunità e far vincere chi avrà fatto il lavoro migliore. E’ innegabile che ci vuole più concentrazione e fatica, ma la soddisfazione è sicuramente maggiore e anche la vittoria vale di più”.

    Le parole di Whitmarsh sono assolutamente corrette. Personalmente, però, ho sempre sostenuto che se la scuderie è un team, una squadra, è giusto che giochi come tale. In tutti gli sport di squadra ci sono i gregari e loro, tanto quanto i campioni, rendono onore allo sport che svolgono.

    Non c’è quindi nulla di male a fare tattiche e strategie al fine di vincere.

    Può darsi che vincere avendo dato pari opportunità ai propri piloti dia soddisfazioni maggiori, ma non vincere per niente dà sicuramente meno piacere!

    Ritengo che, per rispetto degli avversari e dei tifosi in primis, un team debba tentare di raggiungere i suoi obiettivi provando tutto ciò che di lecito gli è permesso.

    Chissà, poi, che non siano state queste dichiarazioni di “pari opportunità” a far uscire la voce (dalla Spagna) che Fernando Alonso, impossibilitato a trovarsi una sistemazione provvisoria alla Renault, sia di nuovo in trattativa con la McLaren?

    Forse, più banalmente, l’indiscrezione è uscita perché, tra le tante invenzioni già dette e smentite, c’era rimasta da buttare nella mischia solo questa.