Williams F1 torna a ruggire

La Williams affronta la stagione 2009 di F1 con grandi ambizioni

da , il

    In molti scommettono che la grande decaduta Williams sarà una delle più belle sorprese del mondiale 2009 di Formula 1. Superate le difficoltà economiche e prese con soddisfazione le misure volute dalla FIA per ridurre i costi, Frank Williams e Patrick Head spiegano i piani per un futuro degno del glorioso passato.

    SOLDI. Ironia della sorte, la Williams intravede la fine del tunnel proprio quando la Royal Bank of Scotland annuncia che lascerà la sponsorizzazione a fine stagione. A Grove, però, hanno altre carte da giocarsi. Innanzitutto gli sponsor Philips e At&t restano solide realtà e consentono di guardarsi attorno con una certa tranquillità. In secondo luogo, aver risanato le casse grazie all’intervento di Bernie Ecclestone permette a Williams e Head di pianificare il futuro con più ampio respiro. Infine, l’accordo siglato con la FIA per progettare i telai della nuova Formula 2 ed il controllo del 40% della società Williams Hybrid Power lascia liberi di fare ricerca su aerodinamica e Kers ottimizzando le economie di scala. Quanto a come costruire vetture di successo partendo da un foglio bianco così come hanno dovuto fare tutti i team del mondiale 2009: non hanno bisogno di lezioni da nessuno!

    KERS. L’emblema della voglia di rinascere, innovare e far ricordare al mondo la forza del marchio di Grove è il KERS montato sulla FW31. A differenza di tutte le altre scuderia, la Williams ha progettato un sistema meccanico che, secondo il direttore tecnico Sam Michael, avrà peso inferiore, darà potenza supplementare con maggiore rapidità e potrà adattarsi anche a futuri cambi regolamentari (vedi accrescimento della potenza). Che in fabbrica siano motivati e determinati a tentarle tutte, poi, lo dimostrano le due pinne verticali sbucare nei test di Jerez ai lati della protezione per la testa del pilota. Sono loro i primi a tentare di “beffare” il nuovo regolamento.

    OBIETTIVI. “Mi basterebbe essere più vicino ai tre team più forti di un anno fa” ha commentato Frank Williams indicando cautamente le aspettative per la stagione alle porte. E, se le cose andassero come sperato, ci sarebbe persino la possibilità di trattenere l’indispensabile talento di Nico Rosberg. “Quella che si apre per me è una stagione cruciale perché nel 2010 voglio senza dubbio guidare una macchina vincente - ammette il tedesco che non perde occasione per esternare riconoscenza nei confronti della squadra che lo ha fatto debuttare in F1 – Continuo a credere nel progetto della Williams e spero di realizzare il mio sogno con una loro macchina”.

    Foto: www.gpupdate.net