Williams-Kubica, test ok in Ungheria: ora tocca a Di Resta

Williams F1: Kubica diventa la prima scelta, Di Resta servirà come pietra di paragone per capire il suo stato fisico su cui ruota la decisione finale

da , il

    Williams-Kubica, test ok in Ungheria: ora tocca a Di Resta

    Si è concluso il test in Ungheria di Robert Kubica al volante della Williams di F1. Oggi lo stesso programma sarà seguito da Paul di Resta. Uno di questi due piloti ha la serie possibilità di diventare titolare per la scuderia di Grove nella stagione 2018 di Formula 1. Rispetto a quanto sostenuto inizialmente, in verità, non si tratterebbe di una vera e propria sfida ad eliminazione tra i due. Bensì la prospettiva è un po’ diversa. Forte del supporto del nuovo manager Nico Rosberg e di tutta la storia che ha alle spalle, Robert Kubica è il candidato numero uno. La Williams sta facendo un test comparativo con Di Resta per capire se, effettivamente, la menomazione fisica del polacco è completamente superata e non incide sulle prestazioni. Ricordiamo che il buon Robert è stato protagonista di un incidente nel Rally in cui ha rischiato l’amputazione del braccio destro.

    Williams F1 2018: Kubica in pole position per il posto

    Appurata la voglia della Williams di non rinnovare il contratto di Felipe Massa, le possibilità di vedere Robert Kubica a fianco di Lance Stroll nella stagione di F1 2018 sono altissime. Il polacco deve solo dimostrare senza ombra di dubbio di essere un pilota ritrovato. Paul di Resta, in tal senso, rappresenta una buona pietra di paragone dato che è un pilota veloce e costante e lo ha dimostrato proprio nel GP di Ungheria che ha corso al posto di un Massa malato di labirintite. M

    assa, appunto, il brasiliano non ci sta ad essere scaricato. Si è completamente dimenticato che un anno fa aveva deciso di sua iniziativa di ritirarsi:“Un anno fa era diverso. Adesso con questi nuovi regolamenti ho ritrovato il gusto di guidare e sento che il mio stile si adatta bene a queste macchine. Inoltre, per il bene del team credo che serve continuità nel progetto. Se sono persone lungimiranti, i responsabili del team Williams punteranno ancora su di me”, ha dichiarato recentemente il brasiliano. Staremo a vedere.

    Mick Schumacher punta alla Formula 1

    Un altro cognome che creerebbe un interesse mostruoso attorno alla Formula 1 è quello di Mick Schumacher. Qui, a differenza di Kubica, non parliamo di un pilota miracolato che è pronto al grande ritorno ma dell’erede del pilota più vincente di tutti i tempi.

    Nonostante nel 2017 abbia chiuso appena al 12° posto la stagione di Formula 3, Mick non nasconde più le sue ambizioni:“Il mio obiettivo resta arrivare in Formula 1. Non guardo cosa fanno gli altri piloti ma mi focalizzo solo sulla mai crescita, perché ognuno ha il proprio andamento - ha dichiarato all’agenzia SID - Io voglio fare un passo per volta arrivando ad ogni step con la giusta preparazione. Farò la prossima mossa quando mi sentirò pronto. In Formula 3 ho imparato tantissimo. Voglio crescere in tutti gli aspetti”, ha concluso Mick Schumacher.