WRC 2013, Rally Argentina: Loeb torna e vince, Volkswagen sul podio [FOTO e VIDEO]

Quattordici prove speciali accoglieranno il rientro di Sebastien Loeb al Rally d'Argentina 2013

da , il

    Missione compiuta. Sebastien Loeb firma per l’ottava volta l’albo d’oro del Rally d’Argentina, portando la Citroen DS3 Wrc davanti alle due Volkswagen Polo R di Sebastien Ogier e Jari Matti Latvala. I giochi per la vittoria si sono decisi nel corso della seconda giornata, quando Loeb ha allungato su Ogier anche grazie agli errori e forature del francese sulla Polo R.

    Così le ultime speciali avevano ben poco da dire per la leadership, ma tanto da decidere su chi avrebbe fatto compagnia ai due Sebastien. Latvala era stato costretto a cedere la terza piazza a Evgeny Novikov su Ford Fiesta RS, dopo che una foratura nella SS8 gli aveva fatto perdere 2 minuti. Il russo della Ford non è però riuscito nell’impresa di proteggere il terzo posto, complice un ritmo infernale imposto da Latvala nelle speciali della terza giornata.

    Le ultime quattro sono tutte sue, con tanto di vittoria nella Power Stage – davanti a Ogier e Hirvonen -.

    «Vincere qui è una grande emozione. E’ stato un rally duro, con speciali complesse, ma anche una grande atmosfera per tutto il week end. Dopo così tanti mesi dall’ultimo rally su terra era difficile ritrovare il feeling nelle prime speciali e far funzionare la macchina come volevo, tutto è stato perfetto», ha commentato Loeb, adesso nuovamente in “letargo” e focalizzato sulla sfida della Pikes Peak 2013.

    Può sorridere anche Ogier, perché se è vero che la vittoria gli è sfuggita di mano, è anche vero che allunga ulteriormente su Mikko Hirvonen nella classifica del mondiale piloti, bersagliato da problemi elettrici sulla Citroen DS3 Wrc. «E’ un buon risultato per noi. Abbiamo avuto tanti problemi ma alla fine siamo contenti. Siamo nella fase dell’apprendistato e al momento, dopo cinque gare, sta andando bene. Anche stamane (sabato; ndr) abbiamo avuto dei problemi e ho concluso il rally con una macchina che non era a posto, gestendola per ottenere i punti extra della Power Stage», dice il francese.

    PROVE SPECIALI 10-11-12

    CLASSIFICA GENERALE RALLY ARGENTINA 2013

    1. LOEB 4:35:56.7

    2. OGIER +55.0

    3. LATVALA +2:00.8

    4. NOVIKOV +2:36.7

    5. NEUVILLE +4:40.5

    6. HIRVONEN +6:23.9

    7. OSTBERG +11:02.2

    8. MIKKELSEN +13:22.1

    9. SORDO +13:22.3

    10. PROKOP +14:07.6

    CAMERA CAR NOVIKOV vs OSTBERG

    Cronaca terza giornata Rally Argentina 2013

    Torna in campo Sebastien Loeb al Rally d’Argentina 2013 e il primo posto è subito prenotato. L’alsaziano porta la Citroen DS3 Wrc dove né Hirvonen né Sordo sono finora riusciti, davanti a tutti. Certo, gli eventi hanno messo fuori gioco il rivale più temibile, quel Sebastien Ogier mattatore finora del mondiale Wrc.

    Prima un errore nella seconda speciale della seconda giornata lo ha fatto piombare a 26 secondi da Loeb, poi la sfortuna di una foratura nella SS8 da Santa Rosa – Villa del Dique: dal terreno affiorano massi e non resta che sperare di passare indenni. La Polo R Wrc a 7 chilometri dall’arrivo della prova fora l’anteriore sinistra e perde ulteriormente terreno. Diventano 29 i secondi di ritardo. «Ho spinto davvero a fondo, è dura perché devi passare sopra le rocce e sperare che non accada quel che è successo agli altri», sintetizza Loeb.

    Non va meglio a Mikko Hirvonen, partito nella generale davanti a Ogier e finito alle sue spalle, anch’egli per una foratura.

    «Ho guidato con la gomma bucata per 20 chilometri prima che esplodesse a 5 dalla fine. Sono finito largo su una curva e ho preso un masso», spiega il pilota Citroen. E’ solo l’inizio, perché danni ben più gravi lo attendono nella SS9, secondo passaggio sulla Amboy-Yacanto. Ai 35″ lasciati sul campo per la foratura si aggiungono 6 minuti per noie elettriche; sfuma il podio e riparte dalla sesta posizione assoluta.

    «L’interruttore principale tagliava potenza di continuo. All’inizio è successo su un tratto sconnesso, con il motore che si ammutoliva e abbiamo dovuto resettare tutto per proseguire. E’ stato così per l’intera speciale, ho perso il conto di quante volte [abbiamo resettato]».

    Chi era pronto ad approfittare del guasto di Hirvonen era Latvala, a sua volta rallentato nella speciale 9 da una foratura che lo ha costretto a cambiare la ruota, perdendo quasi 2 minuti. Si rifarà con la vittoria nella super speciale, ma intanto il podio passa di mano e va alla Ford RS di un attento Evgeny Novikov.

    Se non interverranno altri colpi di scena, il podio sembra ormai disegnato, con Loeb autore di un ulteriore balzo in avanti, 10 secondi davanti a Ogier nella SS9: «E’ andata bene, stamattina era una speciale molto veloce e meno dura sulle gomme di quella precedente, così ho provato a fare la differenza». Dal canto suo Ogier tira i remi in barca: «Non ho più gomme di riserva, sono stato molto attento».

    Citroën WRC 2013 – Rallye Argentina – Jour 2 di citroenracing

    PROVE SPECIALI 6 E 7 – RALLY ARGENTINA 2013

    CLASSIFICA GENERALE RALLY ARGENTINA 2013 – SPECIALE 10/14

    1. LOEB 3:32:15.9

    2. OGIER +39.8

    3. NOVIKOV +2:43.3

    4. LATVALA +2:51.5

    5. NEUVILLE +3:32.5

    6. HIRVONEN +6:43.3

    7. OSTBERG +10:40.6

    8. PROKOP +12:13.9

    9. MIKKELSEN +12:44.1

    10. SORDO +13:04.1

    PROVE SPECIALI 8 E 9 – RALLY ARGENTINA 2013

    Cronaca seconda giornata Rally Argentina 2013

    E’ un Rally d’Argentina 2013 ricco di insidie e ben lontano dall’aver trovato un dominatore assoluto. Dopo la prima giornata che ha sorriso a Sebastien Ogier, l’avvio odierno sembrava confermare i favori del pronostico per il pilota della Volkswagen. Speciale 6 in apertura, e Sebastien Loeb sembra destinato a vincere la prova, con intertempi migliori rispetto a Ogier. Ma è negli ultimi chilometri che un errore costa secondi vitali, lasciando il primato al rivale, che allunga in classifica e incrementa il vantaggio fino a 17.7 secondi. «Ho fatto un errore, sono finito fuori al termine di una sezione molto veloce. Era fangoso e in frenata sono andato largo per poi riprendere la traiettoria. Ho perso 3-4 secondi, in alcuni punti era molto scivoloso», spiega il campione della Citroen.

    Ma l’inconveniente tocca anche a Ogier, che paga ben più pesantemente l’errore nei 39.1 chilometri della speciale numero 7, da Amboy a Yacanto. Clima ostile, con nebbia e terra diventata fango in seguito alle piogge della notte. «Sono andato lungo su una curva. La strada andava a restringersi ma abbiamo sofferto del sottosterzo sul fango e siamo dovuti tornare indietro; il freno a mano non mi ha salvato». In totale sono 40 i secondi lasciati per strada, il che significa non solo cedere la leadership a Loeb, ma andare anche dietro a Hirvonen.

    «Di nuovo sono finito largo ma su questa speciale ho perso solo 1 secondo. E’ ricca di trappole, molto veloce con un buon grip che improvvisamente va via e guadi dopo i salti: una speciale difficile», commenta il nuovo leader della generale. Speciale vinta da Mads Ostberg, rientrato in corsa con le regole del Rally 2, dopo il ritiro nella prima giornata.

    PROVE SPECIALI 4-5

    Prima del Rally d’Argentina 2013 Ogier aveva fissato gli obiettivi. Vincere, se possibile, altrimenti controllare gli avversari. L’errore che lo relega alle spalle di Hirvonen lo costringe adesso a tentare un recupero comunque “saggio”, perché il margine nella classifica iridata sul finlandese è tale da potergli consentire anche un risultato non di primissimo piano, che significa primo o secondo posto visti gli standard espressi finora dalla Polo R.

    Citroën WRC 2013 – Rally Argentina – Jour 1 di citroenracing

    CLASSIFICA GENERALE RALLY ARGENTINA 2013 – SPECIALE 7/14

    1. LOEB 2h:42m:58.1

    2. HIRVONEN +8.9

    3. OGIER +26.3

    4. LATVALA +44.8

    5. NOVIKOV +1:55.4

    6. MIKKELSEN +2:34.1

    7. NEUVILLE +2:41.1

    8. PROKOP +9:23.9

    9. OSTBERG +10:21.7

    10. SORDO +12:03.3

    L’INCIDENTE DI DANI SORDO

    Cronaca prima giornata Rally Argentina 2013

    A una speciale dal termine della prima giornata del Rally d’Argentina 2013 c’è Sebastien Ogier davanti a tutti. Tre speciali per mettersi dietro Loeb, secondo e con qualche problema di troppo sulla Citroen DS3 Wrc. Un po’ di ruggine su sterrato unita a un assetto troppo sottosterzante relegano il campione alsaziano a 12.5 secondi.

    Chi è fuori dai giochi è Dani Sordo, capottatosi nel corso della speciale 3 e protagonista di un episodio che non ha gradito troppo Ogier.

    Al rientro in strada, infatti, lo spagnoli non si è accorto della Volkswagen alle sue spalle, bloccando di fatto Ogier. «Si, è stata una bella strategia quella di bloccarci nella speciale», dice sarcastico. «Dani ha avuto qualche problema e purtroppo è rientrato in strada davanti a noi, senza vederci per 4 chilometri. Abbiamo dovuto seguirlo perdendo un po’ di secondi».

    LOEB, ONBOARD SPECIALE 1

    In precedenza, la giornata si era aperta con la SS2 di Santa Catalina – La Pampa. Pioggia e terra scivolosa hanno caratterizzato il primo passaggio. Ogier mette la firma con 5 secondi su Latvala, entrambi senza intertempi per gran parte della prova. Terzo tempo per Hirvonen, fortunato a non aver riportato danni dopo aver colpito un masso a 17 chilometri dal via. E Loeb? Lascia sulla strada ben 8.5 dei 12.5 secondi che attualmente lo pongono all’inseguimento di Ogier. «Ho fatto quel che ho potuto, lottando per trovare il ritmo. Ho troppo sottosterzo e trovo delle difficoltà ad adattarmi». Difficoltà risolte nella speciale 3, grazie a un diverso setup degli ammortizzatori.

    Problemi di affidabilità, invece, per Ostberg e la Ford, senza tergicristalli. Nulla in confronto a quanto lo aspettava nella speciale 4: ennesimo ritiro per una rottura sulla colonna dello sterzo dalle prime notizie.

    I 51.8 chilometri di Ascochinga – Aqua de Oro 1, speciale più lunga del rally d’Argentina, hanno riportato in testa le Citroen, con la vittoria di Hirvonen davanti a Loeb e Ogier. Sordo lascia sul campo 7 minuti e imputa il capottamento a un errore nelle note di Del Barrio. Nonostante la vittoria della speciale, problemi di usura gomme per Hirvonen negli ultimi chilometri, al pari di Latvala.

    Torna a vincere una speciale Ogier, la quarta del rally, e allunga nuovamente sulle due Citroen quando manca all’appello il secondo passaggio sui 51.8 km di Ascochinga 2.

    PROVE SPECIALI 1-3 RALLY ARGENTINA 2013

    CLASSIFICA GENERALE RALLY ARGENTINA 2013 – SPECIALE 4/14

    1. OGIER 1:19:05.5

    2. LOEB +12.5

    3. HIRVONEN +16.0

    4. LATVALA +27.5

    5. MIKKELSEN +1:20.3

    6. NOVIKOV +1:23.9

    7. NEUVILLE +1:44.8

    8. POZZO +4:09.0

    9. PROKOP +4:14.0

    10. KOSCIUSZKO +4:48.3

    QUALIFICHE RALLY ARGENTINA 2013

    Citroën WRC 2013 – Rally Argentina… di citroenracing

    La prova speciale d’apertura

    Sei chilometri buoni per scaldare il motore in vista della tre giorni vera, quella che deciderà il Rally d’Argentina 2013. Si parte così a Cordoba, sede della prima prova speciale, e davanti a tutti c’è Sebastien Ogier, miglior tempo davanti a Dani Sordo su Citroen e Sebastien Loeb, distanziato di 2.2 secondi nella sfida testa a testa. Al quarto posto si è piazzato Jari Matti Latvala, autore del miglior tempo nelle qualifiche e a proprio agio con le modifiche apportate alla Polo R Wrc.

    Giovedì sono in programma quattro prove speciali, la prima al via quando in Italia sarà primo pomeriggio.

    CLASSIFICA GENERALE RALLY ARGENTINA 2013 – SPECIALE 1/14

    1. OGIER 4:42.1

    2. SORDO +1.9

    3. LOEB +2.2

    4. LATVALA +3.8

    5. MIKKELSEN +3.9

    6. HIRVONEN +4.2

    7. OSTBERG +5.3

    8. NEUVILLE +6.0

    9. NOVIKOV +7.5

    10. KOSCIUSZKO +13.4

    Presentazione Rally Argentina 2013

    Per andare all’attacco della Pikes Peak c’è ancora tempo. Quel tempo che Sebastien Loeb sta dividendo tra pista e sterrati, quelli del Rally d’Argentina 2013, dove tornerà protagonista dopo aver lasciato spazio a Sebastien Ogier e la Volkswagen, mattatori dell’avvio di stagione. Il francese di Germania, Ogier, ha in tasca un tris eccezionale e in Argentina punta a calare il poker, micidiale in ottica iridata se si guarda alla classifica, che dice 102 contro 48, i punti di Mikko Hirvonen, più immediato inseguitore.

    Tra Ogier e la quarta vittoria in sequenza ci sarà Loeb, determinato più che mai a ricordare il record assoluto di vittorie dalle parti di Cordoba (7 successi, nessuno come lui).

    Quattordici prove speciali, distribuite su quattro giornate di gara. L’1 maggio si scaldano i motori su 6 km, poi da giovedì sarà rally vero. Subito la speciale più lunga, quella di Ascochinga/Agua de Oro (51.8 km), da ripetere due volte.

    Quando si arriverà al sabato, con le speciali di El Condor e Mina Clavero/Giulio Cesare – la prima ricca di tornanti stretti alternati a curve veloci, con la nebbia in agguato; la seconda, un darsi battaglia a 2.100 metri di altezza – la classifica generale prevedibilmente sarà già delineata.

    Citroën WRC 2013 – Rally Argentina – Roadshow… di citroenracing

    «Dopo tre successi ovviamente vogliamo proseguire da dove abbiam concluso e difendere la leadership in campionato fino alla fine. Al momento saremmo contenti di un altro podio in Argentina», racconta Ogier, mantenendo un profilo basso che gli è permesso anche dalla posizione di forza in classifica. Battagliare e rischiare contro Loeb o gestire e “accontentarsi” anche di un secondo posto? La strada dirà quale sarà la scelta anche se Ogier anticipa qualcosa: «Guardo al duello con Loeb. Abbiamo lottato in Svezia e qui sarà tutto tranne che facile. Comunque il mio obiettivo principale è [tenere d'occhio] gli avversari per il mondiale. Il Rally d’Argentina potrebbe sembrare semplicemente un’altra gara su terra, in realtà il fondo è molto morbido e sabbioso, il che significa che le strade spesso sono in cattive condizioni nel secondo passaggio».

    Loeb in qualche modo sarà chiamato a risollevare morale e prestazioni in Citroen, dopo che in Portogallo Dani Sordo ha messo in mostra buone potenzialità prima di dover alzare bandiera bianca. «Abbiamo visto le DS3 Wrc più veloci in Portogallo di quanto non fossero in Messico, questo ci dice che il team sta facendo progressi e come la macchina sia più a proprio agio quando ci sono alti livelli di grip».

    Il ritorno in gara al Rally d’Argentina sarà per Loeb anche il ritorno su terra dopo tanto tempo. «A parte una giornata di test, non guido sulla terra dal Rally di Spagna del 2012; non so come mi troverò nelle prime speciali, si può perdere il ritmo piuttosto in fretta ed è per questo che sono cauto sulle mie chance [di vittoria]. Questo programma 2013 ridotto è un buon modo per continuare a correre con Citroen nel 2013, ma non sono così preparato come Mikko, Dani e gli altri ragazzi. Vedremo cosa accadrà quando indosseremo il casco…».

    @fabianopolimeni

    PROGRAMMA PROVE SPECIALI RALLY ARGENTINA 2013

    orari locali, per Italia +5 ore

    Mercoledì 1 maggio

    SS1 Super Special – 6.04 km partenza prima macchina alle 16:00

    Giovedì 2 maggio

    SS2 St. Catalina/La Pampa – 27.09 km, partenza prima macchina alle 9:08

    SS3 Ascochinga/Agua de Oro – 51.88 km

    SS4 St. Catalina/La Pampa 2 – 27.09 km, partenza prima macchina alle 14:41

    SS5 Ascochinga/Agua de Oro 2 – 51.88 km

    Venerdì 3 maggio

    SS6 St. Rosa–Villa del Dique – 40.69 km, partenza prima macchina alle 8:33

    SS7 Amboy–Yacanto – 39.16 km

    SS8 St. Rosa–Villa del Dique 2 40.69 km

    SS9 Amboy–Yacanto 2 – 39.16 km, partenza prima macchina alle 16:07

    SS10 Super Special – 4.42 km, partenza prima macchina alle 19:05

    Sabato 4 maggio

    SS11 Mina Clavero/Giulio Cesare – 22.64 km, partenza prima macchina alle 9:08

    SS12 El Condor–Copina – 16.32 km

    SS13 Mina Clavero/Giulio Cesare 2 – 22.64 km

    SS14 El Condor – 39.21 km

    FOTOGALLERY RALLY PORTOGALLO 2013