Wrc 2013, Rally di Spagna: Kubica è mondiale nel Wrc2! Ogier altra vittoria [VIDEO]

Robert Kubica vince il mondiale Wrc2 al termine del Rally di Spagna 2013, concluso in testa da Ogier, all'ottava vittoria stagionale

da , il

    robert kubica wrc rally spagna 2013

    Una volta tanto la scena non la dedichiamo a lui, Sebastien Ogier. Vince l’ottavo rally stagionale in Spagna, rimontando dopo la due giorni su asfalto, ma è Robert Kubica che va festeggiato dopo le 15 speciali iberiche. Il polacco strappa la nona posizione assoluta con la sua Citroen DS3 Wrc2, mettendosi dietro quello che a lungo è stato il suo diretto rivale quest’anno, Al Kuwari, al volante della Ford Fiesta RS Wrc nell’appuntamento spagnolo. Dopo la lunga risalita dopo l’incidente di Andora, Robert mette il sigillo pregiato su una stagione che l’ha visto debuttare subito veloce e competitivo tra le Wrc2 su terra. Adesso, in Galles, lo peseremo alla pari con gli altri, visto che sarà nell’abitacolo della Citroen DS3 Wrc, la stessa portata a podio da Hirvonen nel Rally di Spagna 2013.

    Tornando a Ogier e la Volkswagen, che mette le mani sul campionato costruttori anche grazie al secondo posto di Latvala, ha beneficiato della partenza in quarta posizione dopo il round su asfalto. Traiettoria pulita da pietre e polvere in superficie ma con la difficoltà di ritrovarsi la stessa polvere nell’aria, con una visibilità decisamente ridotta rispetto a chi lo precedeva.

    Il sorpasso che vale la vittoria l’ha messo a segno nella penultima speciale, quella in cui Latvala ha dovuto fare i conti con problemi al differenziale - portati avanti anche nell’ultima prova del rally – e un principio di incendio nel vano motore della Polo R. L’altro accreditato contendente per la vittoria, Dani Sordo, ha dovuto alzare bandiera bianca a causa della rottura della sospensione. Al suo posto, Mikko Hirvonen, terzo e ampiamente distanziato dal duo Volkswagen.

    Thierry Neuville resiste in seconda posizione nel mondiale, ma ha visto sfumare le chance di ben figurare e chiudere tra i primi tre in Spagna a causa di una foratura nelle speciali d’apertura della terza giornata, oltre a portarsi dietro problemi di assetto sulla Fiesta RS, apparentemente risolti su asfalto al termine del secondo giorno.

    Classifica generale Rally Spagna 2013 – top ten

    1. OGIER 3:33:21.2

    2. LATVALA +32.9

    3. HIRVONEN +1:13.7

    4. NEUVILLE +1:33.9

    5. NOVIKOV +2:01.0

    6. OSTBERG +2:26.0

    7. PROKOP +4:55.8

    8. PADDON +6:55.7

    9. KUBICA (WRC2) +11:14.1

    10. AL-KUWARI +13:26.8

    Seconda giornata Rally Spagna 2013

    Rally Spagna 2013, Dani Sordo

    E’ battaglia sul filo dei decimi quella tra Jari Matti Latvala e Dani Sordo al Rally di Spagna 2013. A metà delle speciali in programma è il pilota della Volkswagen a guidare la classifica, con appena 1″2 sull’alfiere Citroen e 29″ sulla Ford di Neuville, vincitore della Power Stage.

    Questa la graduatoria dopo che i due sono stati appaiati con lo stesso tempo nella generale al termine della SS6 e aver concluso i 16 km di Riudecanyes esattamente con il medesimo riferimento. Manca all’appello Sebastien Ogier, mattatore delle prime tre prove speciali nell’apertura a Barcellona venerdì. L’alsaziano a inizio della seconda giornata aveva tracciato quale sarebbe stata la “tattica”: «Dormirò per tutta la giornata», scherzava.

    L’obiettivo comune a molti era quello di evitare una partenza domenica in prima posizione, quando si passerà dall’asfalto alla terra e si sconterà l’effetto apripista, pulendo la traiettoria per chi segue. Latvala inaugurerà le danze, ma quanto peserà in termini di tempo il primo passaggio è tutto da vedere. Tornando a Ogier, il francese campione del mondo a causa di una foratura ha lasciato sul campo della SS6 31 secondi, quando era ancora in testa alla generale con 6″5 su Latvala: «Fa parte della strategia, non voglio fare l’apripista», ha continuato a scherzare.

    Quanto conti la tattica lo si era visto già nella speciale 3, quando Dani Sordo ha rallentato volontariamente per partire dopo Latvala nella seconda giornata. Allo spagnolo è andata la SS5 di El Priorat, accorciata rispetto al passato, dove ha messo dietro Ogier di 2.9. Il secondo passaggio ha, però, sorriso a Latvala.

    In fase crescente c’è Neuville, dopo che è stato alle prese con un assetto non soddisfacente sulla Fiesta RS, a suo dire troppo scivolosa e senza trazione. L’affermazione nella Power Stage e la terza posizione di partenza domani potrebbero essere il punto giusto per attaccare non solo il podio ma anche la vittoria.

    Classifica provvisoria Rally Spagna 2013 – SS8/15

    1. LATVALA 2:03:32.6

    2. SORDO +1.2

    3. NEUVILLE +29.2

    4. OGIER +45.8

    5. NOVIKOV +55.5

    6. HIRVONEN +56.8

    7. OSTBERG +2:27.5

    8. PADDON +2:58.2

    9. PROKOP +3:05.9

    10. KUBICA (WRC2) +3:56.8

    Asfalto e terra. Due mondi distanti che in Spagna trovano l’unico punto di contatto dell’intera stagione del mondiale Wrc. Il rally che prenderà il via giovedì da Barcellona alternerà due giornate interamente su asfalto con le ultime sei speciali di domenica composte da quattro passaggi su terra e due misti. Sfida per i piloti e per i team, costretti a variare gli assetti venerdì sera, con un service di 1 ora e 15 minuti dentro al quale cambiare connotati alle vetture.

    Prevarranno gli asfaltisti o si troverà a suo agio maggiormente chi predilige la terra? Il mondiale piloti è già stato assegnato in Francia, mettendo fine a un capitolo del quale conoscevamo la conclusione già da tempo, adesso resta da incoronare il team campione 2013 e Volkswagen ha tutte le carte in regola per firmare un’accoppiata vincente già al primo anno di impegno nel Wrc.

    Chi succederà a Sebastien Loeb, mattatore nelle ultime 8 edizioni del Rally di Spagna? Pronosticare Ogier significa andare sul sicuro, ma avrà clienti pericolosi da curare, come Dani Sordo - già vincitore in Germania, altro appuntamento su asfalto – e il giovane rampante di casa Ford, Thierry Neuville.

    «Ovviamente desidero ardentemente vincere questo rally, più di ogni altro. Ho esordito nel mondiale qui, ho vinto la prima gara nel JWRC e ottenuto il primo podio con la Xsara Wrc, ma non sarà facile gestire la gara. Il leader della classifica dopo la seconda giornata sarà il primo a passare sulle speciali in terra il giorno dopo, pulendo la traiettoria per tutti gli altri. E’ un peccato, visto che porterà ad adottare strategie per evitare di trovarsi in questa situzione», spiega lo spagnolo, fornendo una chiave di lettura interessante per capire il rally di Spagna 2013.

    Sfuggito il titolo Wrc, in casa Citroen potranno consolarsi con Kubica in vista del titolo Wrc2: il polacco sarà a bordo della DS3 RRC mentre per l’appuntamento in Galles ha già ricevuto il “premio” del debutto nel mondiale Wrc, con la stessa DS3 di Hirvonen. A Robert basterà un secondo posto di categoria per fregiarsi del titolo, dopo aver ottenuto quattro vittorie in sei appuntamenti.

    In casa Ford, dopo che una foratura ha estromesso dai giochi per la vittoria Neuville in Francia, si guarda con fiducia allo start da Barcellona. «Sarà un rally certamente diverso dal solito, sappiamo da quel che abbiamo visto quest’anno che possiamo essere competitivi sia su asfalto che su terra», dice Neuville. «Per il pilota l’aspetto più complesso è quello di adeguarsi con una rapida transizione dall’asfalto alle speciali su terra: devi essere fiducioso sulla tua guida e trovare il ritmo. Il nostro obiettivo è quello di mantenere il secondo posto nel mondiale, sappiamo di poter lottare per la vittoria su molte superfici, così spingeremo sin dal via ma con un occhio al campionato».

    Il programma del Rally di Spagna 2013

    Venerdì 25 ottobre

    18:00 partenza da Barcelona

    20:03 SS1 Querol – 21.26 km

    SS2 El Montmell – 24.14 km

    22:45 SS3 Riudecanyes 1 – 16.35 km

    Sabato 26 ottobre

    09:05 SS4 Riudecanyes 2 – 16.35 km

    SS5 El Priorat 1 – 42.04 km

    SS6 Colldejou 1 – 26.48 km

    14:33 SS7 El Priorat 2 – 42.04 km

    SS8 Colldejou 2 – 26.48 km

    17:37 SS9 Salou – 2.24 km

    Domenica 27 ottobre

    07:33 SS10 Gandesa 1 (terra) – 7.00 km

    SS11 Pesells 1 (terra) – 26.59 km

    SS12 Terra Alta 1 (terra/asfalto) – 35.68 km

    12:57 SS13 Gandesa 2 (terra) – 7.00 km

    13:22 SS14 Pesells 2 (terra) – 26.59 km

    14:28 SS15 Terra Alta 2 (terra/asfalto) 35.68 km