Wrc 2013, Rally Sardegna: Ogier torna a vincere, Kubica primo tra le Wrc2 [FOTO e VIDEO]

Sebastien Ogier domina il Rally di Sardegna 2013, unica tappa del mondiale rally Wrc in Italia

da , il

    Non hanno riservato sorprese le ultime quattro prove speciali del Rally di Sardegna 2013. Per Sebastien Ogier è un ritorno alla vittoria, dopo due battute a vuoto consecutive. Il pilota transalpino della Volkswagen ha preceduto un ottimo Thierry Neuville su Ford Fiesta e Jari Matti Latvala, bravo a recuperare dalla foratura nella prima giornata del rally.

    Agguanta anche i punti della Power Stage Ogier, con la stessa “compagnia” alle sue spalle. Nella classe Wrc2 arriva il secondo successo per Robert Kubica, mattatore indiscusso e in grado di strappare la nona posizione assoluta, grazie anche al ritiro della terza Volkswagen, quella di Andreas Mikkelsen. Il norvegese era in battaglia con Dani Sordo per la quarta posizione, ma nel corso della speciale 14, dopo 4 chilometri dal via, è andato a sbattere danneggiando la sospensione. Non il miglior regalo di compleanno per Mikkelsen, che oggi ha compiuto 24 anni.

    Classifica generale Rally Sardegna 2013

    1. OGIER 3:22:57.9

    2. NEUVILLE +1:16.8

    3. LATVALA +1:48.0

    4. SORDO +3:19.2

    5. PROKOP +8:34.1

    6. EVANS +11:51.8

    7. KOSCIUSZKO +11:52.7

    8. OSTBERG +13:21.5

    9. KUBICA (WRC2) +16:47.6

    10. AL QASSIMI +17:19.9

    Seconda giornata Rally Sardegna 2013

    Quattro prove speciali separano Sebastien Ogier dal ritorno alla vittoria. Il Rally di Sardegna 2013 è nelle sue mani già da ieri e dopo il ritiro di Mikko Hirvonen, l’avversario più temibile è Thierry Neuville, distanziato di ben 1’16″.

    La seconda giornata del rally porta con sé strascichi dell’ultima speciale in Gallura, la SS8 in notturna che ha visto Mads Ostberg finire in un burrone con la Fiesta RS bloccata tra le rocce. Il norvegese è riuscito a tornare al parco assistenza, dove i meccanici hanno sostituito il roll bar e lavorato fino alle 3 di notte. Come se nulla fosse accaduto, stamane è ripartito nella prima prova, i 19 chilometri di Monte Olia, vinta da Hirvonen.

    Ma la gioia del finlandese è stata immediatamente spazzata via dall’incredibile uscita di strada nella speciale 10. A 500 metri dal via, la Citroen DS3 Wrc finisce in un fosso e resta bloccata: rally concluso per Hirvonen, fino ad allora in seconda posizione. Il ritiro fa guadagnare una posizione al bravo Neuville, mentre Latvala – vincitore dell’ultima speciale prima del service di metà giornata – passa quarto e mette nel mirino Dani Sordo.

    Il sorpasso avviene sui 22 chilometri di Monti di Alà, quando lo spagnolo va in testacoda e perde tempo prima di ripartire. «Mi sono girato e si è spento il motore, riaccenderlo è stato molto difficile. E’ accaduto tutto in un tornantino con un salto, dove sono arrivato troppo veloce. E’ stata una prova molto difficile e a tratti pericolosa, perché non si vedeva niente a causa della polvere».

    Modalità “controllo” attivata per Sebastien Ogier: «Stiamo cercando di andar più sicuri possibile: salvare la macchina, le gomme ed evitare forature».

    Apparentemente al sicuro è anche la seconda posizione di Neuville, con Latvala – terzo – che dichiara dopo la SS12: «Sta guidando così bene (Neuville; ndr) che non ho chance [di passarlo]. Non voglio andare al massimo come ho fatto ieri, è troppo rischioso. Provo a controllare la posizione, voglio finire terzo, sarebbe molto positivo dopo la foratura al primo giorno».

    Classifica generale provvisoria Rally Sardegna 2013 – SS12/16

    1. OGIER 2:32:41.3

    2. NEUVILLE +1:15.9

    3. LATVALA +1:51.4

    4. SORDO +2:12.2

    5. MIKKELSEN +2:32.1

    6. PROKOP +6:56.0

    7. KOSCIUSZKO +9:24.4

    8. EVANS +9:30.7

    9. OSTBERG +12:17.1

    10. AL QASSIMI +13:11.8

    11. KUBICA (WRC2) +13:14.1

    12. AL-KUWARI (WRC2) +15:46.0

    Cronaca prima giornata Rally Sardegna 2013

    Vince tre speciali, conserva le gomme al meglio e accumula speciale dopo speciale del vantaggio sugli avversari. Il Rally di Sardegna 2013 per Sebastien Ogier più lineare e semplice non poteva proprio iniziare. Il francese mette subito la firma sulla prima speciale di giornata, lasciando la seconda al compagno di team Latvala. Poi ancora un acuto prima del service di metà giornata e ancora sulla SS6. La leadership e sua, con un vantaggio consistente su Mikko Hirvonen, più immediato inseguitore ma distanziato di 44 secondi.

    Quanto basta per mettere la parola fine sul risultato conclusivo? Probabilmente no, perché ancora tanti chilometri e insidie si nascondono sui caldi sterrati sardi domani.

    «Finora abbiamo guidato bene e di sicuro le gomme oggi hanno fatto una gran differenza. Quando è così caldo provo a essere molto progressivo col volante, ma non è nulla di speciale, semplicemente il mio stile», commenta prima di lanciarsi sulla penultima speciale di giornata il pilota della Polo R Wrc.

    E quanto contino le gomme lo conferma Mikko Hirvonen: «Non so cosa posso fare di più. La macchina la sento perfetta, ma non riesco a tenere le mie gomme anteriori. Sono sempre distrutte al termine della speciale, questa è l’unica cosa che ci sta rallentando».

    E’ riuscito a essere veloce, eccome, Thierry Neuville con la sua Ford Fiesta, inanellando due vittorie al pomeriggio, nella SS4 di Castelsardo e sul secondo passaggio della Tergu-Osilo. Il belga ha apportato modifiche all’assetto e ai freni nel service di mezzogiorno e i risultati lo premiano: «Mi sento a mio agio, specialmente quando l’aderenza è elevata e so di poter andare veloce senza commettere errori. Gli ingegneri hanno fatto un buon lavoro con l’assetto e sento di guidare come in pista». Alle spalle di Neuville c’è l’altra Fiesta di Ostberg, che precede a sua volta Dani Sordo, un po’ sotto le attese visto che si trova a 1’06″ da Ogier. Latvala, vincitore di due speciali (SS2 e SS7), paga i quasi due minuti persi nella prima prova di giornata, quando è arrivato alla fine con l’anteriore sinistra distrutta.

    Ha concluso anzitempo il suo Rally di Sardegna Evgeny Novikov, finito fuori strada nel corso sella speciale numero 2 di Castelsardo, dopo appena 1 chilometro.

    Dominio di Robert Kubica in Wrc2, con il polacco che ha già 1’10″ di vantaggio su Al Kuwari, oltre a occupare la decima posizione assoluta.

    La prima giornata del rally di Sardegna 2013 si concluderà con la speciale in notturna di Gallura, secondo passaggio dopo averla affrontata nella SS7.

    Classifica generale provvisoria Rally Sardegna 2013 – SS7/16

    1. OGIER 1h:30:01.8

    2. HIRVONEN +44.1

    3. NEUVILLE +50.3

    4. OSTBERG +56.5

    5. SORDO +1:06.3

    6. LATVALA +1:49.9

    7. PROKOP +4:19.9

    8. KOSCIUSZKO +5:39.9

    9. EVANS 1+5:55.6

    10. KUBICA (WRC2) +7:26.4

    Citroën WRC 2013 – Rally Italia Sardegna… di citroenracing

    La scelta delle posizioni di partenza

    Dopo la sessione di qualifiche al Rally di Sardegna 2013 c’è Jari Matti Latvala davanti a tutti. Il finlandese della Volkswagen ha ottenuto il miglior tempo sui 3.8 chilometri del Monte Pinu, distanziando di 7 decimi Novikov, 1″6 Ogier e 1″7 Hirvonen. Alle loro spalle seguono Neuville, Ostberg e Sordo. Come era intuibile, Latvala partirà per ultimo, 13mo, sfruttando un fondo ripulito dalla sabbia in superficie e con maggior aderenza. Per primo partirà Al Qassimi con la Citroen DS3 Wrc, mentre Hirvonen, Ogier e Novikov scatteranno nell’ordine prima della Polo R Wrc di Latvala: «Vuoi partire più distante possibile perché in Sardegna l’effetto di pulitura è piuttosto elevato. Abbiamo visto nelle prove libere quanto i tempi sulla speciali migliorino col passare delle macchine, così per me era ovvio partire dalla 13ma posizione».

    Anteprima Rally Sardegna 2013

    Torna il mondiale rally nel week end e le Wrc faranno tappa in Sardegna. Sui veloci sterrati dell’isola c’è un pilota più degli altri che è chiamato alla riscossa. Sebastien Ogier domina la classifica iridata, ma non vince da due appuntamenti: prima Sebastien Loeb in Argentina, poi Mikko Hirvonen in Grecia, ma soprattutto, due appuntamenti contraddistinti da problemi (tecnici in Grecia, di guida in Argentina). Può permettersi di stare a guardare, portare a casa qualche punto iridato, senza che la leadership sia in pericolo.

    Difficile credere, però, che l’appuntamento italiano non gli faccia tornare il desiderio di mettere la Polo R Wrc davanti a tutti. Sarà semplice? Affatto.

    Dani Sordo e la Citroen hanno dimostrato di andar bene su sterrati dal buon grip e lo spagnolo potrà inserirsi nelle prime posizioni. Stesse incursioni che legittimamente possono ambire a fare le due Fiesta RS di Novikov e, soprattutto, Ostberg, bersagliato dalla sfortuna. In casa Ford mancherà Nasser Al Attiyah, sostituito da Elfyns Evans.

    Lo spagnolo della Citroen – risultato il rallysta più popolare sui social network – non si nasconde, e dopo l’assenza dello scorso anno dichiara: «Sulla carta [il Rally di Sardegna] è il mio tipo. Abbiamo fatto un gran lavoro con il team in preparazione. Dopo Portogallo e Grecia, il Sardegna ci darà la possibilità di confermare i progressi fatti. Ma prima di pensare alla vittoria, dovremo mettere in campo una prestazione perfetta e superare diverse speciali: essere a mio agio con la macchina, fare un buon tempo in qualifica per avere la miglior posizione di partenza, non fare errori, etc…».

    Il programma del rally vedrà rombare i motori dalla giornata di giovedì, con le qualifiche sui 3.86 km della prova sul Monte Pinu.

    Da venerdì il via alle 16 prove speciali, distribuite equamente su due giornate. Si partirà alle 7:58 con i 31.08 chilometri del Monte Lerno, da ripetere prima delle ultime due prove di giornata, la novità del 2013: 13 chilometri e mezzo in Gallura, da affrontare alle 19:23 e alle 21:28

    Al sabato altri 157 chilometri di prove cronometrate, con le speciali più lunghe di Monti di Alà (22.2 chilometri) e Coiluna – Loella (22.3 chilometri), entrambe da ripetere due volte. La Power Stage non sarà l’ultima speciale del rally, bensì la penultima, secondo passaggio su Monti di Alà.

    Lo scorso anno a vincere fu Mikko Hirvonen, sempre davanti dal 2006. «Vincere in Sardegna è stato uno dei miei momenti chiave della stagione 2012. Dopo una serie di arrivi a podio, ho spinto a fondo dal via. Quest’anno ripartiamo da zero nuovamente, credo ci sarà gran lotta in testa, a partire dalle qualifiche. Dopo un week end frustrante in Grecia, spero che i pezzi del puzzle si mettano insieme per darci un buon risultato prima della pausa estiva».

    A proposito delle qualifiche, saranno cruciali per sfruttare al meglio le proprie chance nelle speciali e non far da spazzino per chi passerà dopo. I primi troveranno una patina sabbiosa sulle speciali, mentre il fondo sottostante – più compatto e duro – dovrebbe garantire maggior aderenza.

    Wrc2 e Wrc3

    Ha vinto in Grecia e sugli sterrati sardi potrebbe fare il bis. Robert Kubica sarà regolarmente al via tra le Wrc2 con la sua Citroen DS3, mentre il tifo italico dovrà essere tutto per Lorenzo Bertelli e Mitia Dotta, su Fiesta RRC e Vallario/Pascale, con Mitsubishi Evo X. Tra le Wrc3, invece, si schierano Campedelli/Fappani con una DS3 R3T.

    Il programma del rally di Sardegna 2013

    Giovedì 20 giugno

    Liaison Special Stage Liaison

    Qualifiche alle ore 11:00

    Venerdì 21 giugno

    SS1 Monte Lerno 1 – 31.08 km, partenza prima macchina alle ore 7:58

    SS2 Castelsardo 1 – 14.00 km

    SS3 Tergu–Osilo 1 – 14.93 km

    Remote service A (Sassari), 15 min. 12:34

    SS4 Castelsardo 2 – 14.00 km, partenza prima macchina alle ore 13:49

    SS5 Tergu–Osilo 2 – 14.93 km

    SS6 Monte Lerno 2 – 31.08 km

    Service B (Olbia), 30 min. 18:25

    SS7 Gallura 1 – 13.55 km , partenza prima macchina alle ore 19:23

    SS08 Gallura 2 – 13.55 km

    chilometri di prove speciali: 147.12 km

    Sabato 22 giugno

    Service D (Olbia), 15 min. 07:00

    SS9 Monte Olia 1 – 19.27 km, partenza prima macchina alle ore 8:06

    SS10 Terranova 1 – 14.82 km

    SS11 Monti di Alà 1 – 22.25 km

    SS12 Coiluna–Loelle 1 – 22.35 km

    Service E (Olbia), 30 min. 13:04

    SS13 Monte Olia 2 -19.27 km, partenza prima macchina alle ore 14:25

    SS14 Terranova 2 – 14.82 km

    SS15 Monti di Alà 2 – 22.25 km

    SS16 Coiluna–Loelle 2 – 22.35 km