WRC 2017: sarà rivoluzionario con vetture più veloci e potenti

Il consiglio mondiale della FIA ha decretato il nuovo regolamento del WRC che entrerà in vigore dal 2017. Tante novità e curiosità che renderanno le vetture più performanti. Vediamo come saranno le auto.

da , il

    WRC 2017

    Vediamo come saranno le auto del mondiale Rally 2017. Il Mondiale WRC 2017 è pronto ad un’evoluzione che sa tanto di rivoluzione. Il Consiglio Mondiale del Motorsport ha decretato il regolamento tecnico che entrerà in vigore dal campionato 2017 e sembra che il risultato finale sia piaciuto a molti addetti ai lavori. Tra una stagione e mezza vedremo infatti all’opera vetture più veloci e performanti che sfrutteranno maggiormente la potenza dei motori e l’aerodinamica. Vetture che aumenteranno lo spettacolo ma che saranno allo stesso tempo più sicure. Girate la pagina per leggere i punti chiave del regolamento tecnico del WRC 2017.

    Regolamento tecnico

    Dalla stagione 2017 i motori del WRC avranno una flangia del turbo più grande, che sarà allargata da 34 a 36 millimetri, mentre la pressione del boost arriverà ad un massimo di 2,5 bar. Queste modifiche permetteranno ai propulsori delle vetture di passare dai circa 300 cv del 2015 a quasi 380. Un aumento importante che renderà più veloci e spettacolari le vetture in pista.

    Non solo modifiche al motore ma anche una diminuzione del peso e ritorno dell’elettronica. Nel nuovo regolamento tecnico si parla di una riduzione sul peso minimo di 25 chilogrammi e della reintroduzione di un differenziale centrale a controllo elettronico.

    Ultima ed interessante modifica che vedremo dal 2017 sarà l’utilizzo di vere e proprie auto da corsa. Questo punto farà felici tutti i progettisti che sognavano da tempo di poter rimettere mano ai loro disegni e dunque si tornerà a vedere vetture super. Ad oggi le auto del WRC non possono superare i 1820 millimetri ma col nuovo regolamento si arriverà a 1875 millimetri. I nuovi bolidi avranno inoltre delle ‘ali’ più grandi che domineranno il retrotreno. Tutto questo per aiutare piloti e tecnici a dominare l’aumento di potenza e minimizzare i problemi di turbolenza.

    Ora il consiglio Mondiale, dopo aver siglato questa bozza, si riunirà nel mese di Settembre o alla fine dell’attuale stagione sportiva per decidere i termini di omologazione delle vetture che prenderanno il via alla stagione 2017.

    Questo nuovo regolamento, almeno sulla carta, potrebbe regalare ulteriore spettacolo ad uno sport già di per sè esaltante. Dopo anni di dominio Volkswagen ci sarà qualche altro costruttore a prendere lo scettro di campione?