Wrc, Rally Argentina 2015: prima vittoria di Meeke, Ostberg ed Evans a podio [FOTO e VIDEO]

Il Rally d'Argentina 2015 riporta il mondiale Wrc nel vivo. Prima vittoria in carriera per Kris Meeke su Citroen davanti a Osberg ed Evans. Tutti i dettagli.

da , il

    Mette a segno la prima vittoria in carriera, Kris Meeke nel Rally d’Argentina 2015. Il nord-irlandese ha controllato il vantaggio su un Ostberg impegnato nella rimonta, ma costretto ad accontentarsi di un buon secondo posto, anche a causa dei problemi avuti nella prima giornata del rally. Una gara a eliminazione, costellata di incidenti e guasti meccanici, come quelli che hanno estromesso le tre Volkswagen Polo R, tutti da ricondurre a un problema sull’iniezione della benzina. Da ultimo è stato Latvala, sulla speciale 11, la prima domenicale, a dover abbandonare il suo fin lì interessante terzo posto. Sorride ancora un volta Ogier, visto il ritiro dell’immediato inseguitore nel mondiale, mentre lui vince la Power Stage di El Condor, secondo passaggio di giornata, e porta a casa tre punti spettanti al vincitore. Sordo e Ostberg sono gli altri a raccogliere gli extra della Power Stage.

    Dedicata a McRae

    «E’ stata una strada straordinariamente lunga, cosa posso dire… Questa è per Colin (McRae; ndr)», commenta Meeke, visibilmente emozionato, a fine rally.

    Da segnalare nell’ultima prova gli errori di Mikkelsen – vincitore della SS11 – e di Neuville, nello stesso identico punto, poche centinaia di metri dal via: entrambi sono andati a colpire un terrapieno con la posteriore destra. Ritiro immediato per Mikkelsen, dopo alcuni chilometri per il belga.

    Insieme agli alfieri Citroen, sul podio sale il giovanissimo Elfyn Evans, con la Ford Fiesta RS di MSport. Miglior piazzamento in carriera anche per Martin Prokop, davanti a Dani Sordo

    Classifica Rally Argentina 2015 SS12/12

    1. K. MEEKE3:41:44.9

    2. M. OSTBERG +18.1

    3. E. EVANS+3:27.4

    4. M. PROKOP +6:26.1

    5. D. SORDO +10:46.7

    6. AL QASSIMI +11:19.9

    7. A. AL-KUWARI +16:02.6

    8. D. DOMINGUEZ +18:48.2

    9. O. TANAK+25:52.3

    10. J. KETOMAA +28:05.8

    Cronaca seconda giornata

    E’ una leadership ancora contendibile, quella di Kris Meeke nel Rally d’Argentina 2015 a due speciali dal termine della seconda giornata. Il pilota Citroen deve guardarsi dall’altro alfiere su DS3 Wrc, Mads Ostberg, convincente nelle speciali 7 e 8, tanto da ridurre il gap fino a 32″6.

    Nel pomeriggio argentino (la sera italiana) si affronterà il secondo passaggio di Capilla del Monte-San Marcos e quello da San Marcos a Characato, ben 42,5 km che potrebbero incidere sul volto della classifica.

    Ogier e Mikkelsen hanno lasciato la firma al mattino, entrambi rientrati con le regole del Rally 2 e fuori classifica, al francese la vittoria nella SS7 davanti al novergese e Latvala. Vanno segnalati i grossi problemi di visibilità incontrati, tanto da costringere gli organizzatori a far partire gli equipaggi distanziati di 3 minuti nella successiva SS8, vinta da Mikkelsen su un ottimo Dani Sordo e Mads Ostberg: lo spagnolo mette nel mirino il podio di Jari Matti Latvala. Il finlandese deve ragionare in ottica iridata e approfittare della battuta d’arresto di Ogier, nel corso della SS8 ha rischiato di andar fuori quando ha colpito un terrapieno. Sulla difensiva per ora anche Meeke, protagonista di un testacoda nella prima speciale di giornata.

    Da segnalare i 15 minuti di penalità inflitti a Protasov, per aver circolato su un tratto di trasferimento, su strade aperte al traffico, su tre ruote. Era 10mo assoluto e primo tra le Wrc2.

    Classifica Rally Argentina – SS8/12

    1. K. MEEKE – NAGLE CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT -2:30:25.3

    2. M. OSTBERG – ANDERSSON CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT-+32.6

    3. J. LATVALA – ANTTILA VOLKSWAGEN MOTORSPORT – +1:07.7

    4. D. SORDO -MARTI HYUNDAI MOTORSPORT M – +1:21.8

    5. E. EVANS – BARRITT M-SPORT WORLD RALLY TEAM – +1:57.5

    6. M. PROKOP -TOMANEK JIPOCAR CZECH NATIONAL TEAM – +4:35.9

    7. T. NEUVILLE – GILSOUL HYUNDAI MOTORSPORT M – +4:47.7

    8. K. AL QASSIMI – PATTERSON CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT – +8:10.3

    9. A. AL-KUWARI -CLARKE YOUTH & SPORTS QATAR RALLY TEAM (WRC2)-+10:12.5

    10. D. DOMINGUEZ S -GALINDO DIEGO DOMINGUEZ (WRC2)-+13:19.3

    Cronaca prima giornata

    E’ Kris Meeke a chiudere in testa la prima giornata del Rally d’Argentina 2015. L’irlandese su Citroen DS3 Wrc è quello che meglio riesce a difendersi da una miriade di problemi e guai tecnici che, invece, hanno affossato le chance di ben figurare degli altri. Vince quattro speciali su cinque, rischiando nel corso della SS3, da Villa Bustos a Tanti, a causa di una foratura che lo costringe a fare due terzi di prova con la posteriore destra a terra. Ne approfitta Latvala per avvicinarsi nella generale, ma lo stato di grazia di Meeke si ripete nel secondo passaggio di Agua de Oro, nel quale rifila 13″4 al finlandese, unica chance residua in Volkswagen per un risultato consistente.

    Con Ogier fuorigioco e Mikkelsen pure, causa ammortizzatore anteriore destro distrutto nella SS3 e 3 minuti persi sul campo, Latvala deve fare i conti con un guaio alla trasmissione nella penultima prova di giornata, il secondo passaggio di Villa Bustos: 25″ maturati tutti nel finale della prova, quanto basta per allargare di nuovo il gap da un Meeke consistente.

    Citroen sugli scudi anche grazie all’ottimo Ostberg, in risalita dopo la speciale 2 non filata esattamente liscia.

    SS2 Agua de Oro-Ascochinga 1

    Era ampiamente prevedibile, ma che si verificasse un’ecatombe sul piano dell’affidabilità già alla seconda speciale del Rally d’Argentina 2015 sembrava avventato da prevedere. In testa alla generale, dopo i quasi 52 km che da Agua de Oro hanno portato gli equipaggi ad Ascochinga, primo passaggio dei due previsti oggi, c’è Kris Meeke su Citroen DS3 Wrc. L’irlandese ha già un margine importante su Dani Sordo, attardato di 31″9 con la prima Hyundai i20 Wrc e davanti a Jari Matti Latvala per 1″9.

    Manca un protagonista, il protagonista: Sebastien Ogier. Il leader del mondiale è stato costretto a fermarsi quando mancavano 7 chilometri al termine della prova.

    Un sospetto guasto al motore lo mette fuori dai giochi nel rally che appare stregato: mai una vittoria per lui. Certo non sono stati esenti da guai gli altri piloti, perché lo stesso Meeke, pur vincendo la prova, l’ha affrontata senza freno a mano, con in più difficoltà di visibilità nei 10 km finali.

    Sordo ha rotto il servosterzo, mentre Ostberg, quarto nella generale a 43″, ha avuto noie al motore ed è stato costretto a fermarsi a metà speciale. Mikkelsen perde 2′ a causa di un testacoda e per la foratura dell’anteriore destra, mentre a Neuville va ancora peggio: 4′ per un cambio gomma problematico, dopo aver bucato la posteriore sinistra. Hyundai i20 con i supporti del motore danneggiati, invece, per Paddon. Un avvio di rally critico e siamo ancora alla prima vera speciale, con il secondo passaggio ad attendere i “superstiti” di Asconchinga.

    Classifica Rally Argentina 2015 – SS5/12

    1. K. MEEKE 1:39:43.4

    2. J. LATVALA +53.1

    3. M. OSTBERG +1:11.7

    4. D. SORDO +1:57.6

    5. E. EVANS +1:59.0

    6. M. PROKOP +3:24.3

    7. T. NEUVILLE +5:07.7

    8. K. AL QASSIMI +5:35.1

    9. A. AL-KUWARI +6:34.6

    10. Y. PROTASOV +8:10.9

    Prima speciale

    Sono serviti a regalare spettacolo e niente più i 2,6 km iniziali del Rally d’Argentina 2015. La prima speciale di Merlo va a Ogier, ma i distacchi che si registrano sono pressoché nulli, con Kris Meeke ancora secondo a 2 decimi e accreditato per una prestazione consistente nei tre giorni che scatteranno alle 13:30 italiane, con la seconda speciale, la prima davvero indicativa.

    Primi 10 piloti in 3″5, gap che si allargherà quando i passaggi diventeranno impegnativi. A tal proposito, la tappa argentina del Wrc si annuncia più che mai ostica per le condizioni degli sterrati.

    «Sono in cattive condizioni, come non vedevo da tanto tempo. Ora che non abbiamo la Grecia in campionato questo rally è di gran lunga il più duro che ci sia, in alcuni passaggi è eccezionale. Hanno provato a sistemare le strade per quanto hanno potuto, ma è ancora molto difficile: c’è un letto di pietre, massi enormi e le strade sono attraversate da buche e solchi», commenta Meeke.

    Saranno già gli oltre 51 km della speciale da Agua de Oro ad Ascochinga a presentare la prima sfida per gli equipaggi, o almeno è quel che pensa Latvala: «I primi 23km sono molto rovinati, sarà una grande sfida. La velocità non sarà elevata perché il percorso è tecnico, ma si dovrà usare la testa». Con tante insidie, sarà essenziale riuscire a portare la macchina al traguardo, prima ancora di pensare ad andar forte.

    Classifica Rally Argentina 2015 – SS1/12

    1. S. OGIER -J. INGRASSIA VOLKSWAGEN MOTORSPORT 2:32.0

    2. K. MEEKE -P. NAGLE CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT +0.2

    3. A. MIKKELSEN -O. FLOENE VOLKSWAGEN MOTORSPORT II +0.2

    4. J. LATVALA -M. ANTTILA VOLKSWAGEN MOTORSPORT +0.3

    5. D. SORDO -M. MARTI HYUNDAI MOTORSPORT +1.0

    6. T. NEUVILLE -N. GILSOUL HYUNDAI MOTORSPORT +1.1

    7. L. BERTELLI -G. BERNACCHINI FWRT SRL +1.6

    8. M. OSTBERG -J. ANDERSSON CITROËN TOTAL ABU DHABI WRT+1.8

    9. H. PADDON -J. KENNARD HYUNDAI MOTORSPORT N +2.8

    10. M. PROKOP-J. TOMANEK JIPOCAR CZECH NATIONAL TEAM +3.5

    Lo shakedown

    Prima presa di contatto con gli sterrati intorno a Villa Carlos Paz per il Wrc. Lo shakedown del Rally d’Argentina 2015 restituisce i primi tempi, quelli sui 4,59 km che da Villa Garcia a Cabalango hanno dato l’opportunità agli equipaggi di verificare il comportamento delle macchine, dopo la lunga sosta tra il Rally del Messico e questo in sud America.

    Miglior tempo per Sebastien Ogier e Kris Meeke, appaiati, seppur con il crono maturato in diversi passaggi: al terzo e nell’ultimo per il francese, al quarto per il pilota Citroen.

    Alle loro spalle chiude Mikkelsen seguito dall’altra DS3 Wrc molto competitiva, visto il gap di appena 1 decimo che stacca Ostberg dal norvegese su Polo.

    Da segnalare una disavventura per Hayden Paddon, la cui Hyundai i20 Wrc è finita fuoristrada per una rottura sul braccetto dello sterzo sul lato sinistro. Il pilota ha provveduto alla riparazione per poi far ritorno al service di assistenza.

    Altra notizia degna di nota, quella che riguarda la prova speciale più lunga del rally, da affrontare due volte al sabato e con oltre 56 km in programma. Da San Marcos a Characato saranno ora 42,5 km, un accorciamento di 14,2 km necessario dopo che le copiose piogge hanno trasformato lo sterrato in uno spesso strato di fango, costringendo a spostare la partenza in avanti. Di minor impatto, invece, l’accorciamento della speciale da Villa Bustos a Tanti, ridotta di 600 metri.

    Tempi shakedown Rally Argentina 2015

    1. Sébastien Ogier Volkswagen Polo R 2min 30.9sec

    1. Kris Meeke DS 3 2min 30.9sec

    3. Andreas Mikkelsen Volkswagen Polo R 2min 32.1sec

    4. Mads Østberg DS 3 2min 32.2sec

    5. Jari-Matti Latvala Volkswagen Polo R 2min 32.6sec

    6. Thierry Neuville Hyundai i20 2min 32.9sec

    7. Dani Sordo Hyundai i20 2min 34.4sec

    8. Ott Tänak Ford Fiesta RS 2min 34.9sec

    9. Elfyn Evans Ford Fiesta RS 2min 35.3sec

    10. Hayden Paddon Hyundai i20 2min 36.9sec

    Anteprima

    Dopo una pausa lunga oltre un mese e mezzo, il mondiale Wrc riparte dal Rally d’Argentina 2015, per un appuntamento di nuovo su terra. Per il leader del campionato Sebastien Ogier ha un significato particolare la tre giorni che partirà da Merlo-San Luis e si dipanerà nei dintorni di Cordoba: non è mai riuscito a vincere in Argentina.

    L’anno scorso fu Latvala ad affermarsi, mentre l’anno prima toccò a Loeb dettar legge. Ci proverà quest’anno, forte del tris di successi inanellato tra Montecarlo, Svezia e Messico.

    Kubica assente

    Non sarà della partita, invece, Robert Kubica. Il polacco è alle prese con l’organizzazione del suo team RK Wrc e salterà la trasferta per presentarsi in Portogallo a maggio.

    Chi, invece, parteciperà con una pattuglia più nutrita del solito è Citroen, con Al Qassimi accanto a Meeke e Ostberg. «Dopo i risultati eccellenti in Messico abbiamo avuto un lungo periodo di stop e abbiamo effettuato una buona sessione di test sempre in Messico, riuscendo a lavorare sulle nuove caratteristiche della DS3 2015. In Argentina dovrò impostare un ritmo consistente e veloce sin dall’inizio, per poi mantenerlo. L’obiettivo è di raccogliere punti importanti», commenta il norvegese.

    Sono solo 12 le speciali che compongono il Rally d’Argentina 2015, ma con percorsi in gran parte nuovi. Si parte nella notte italiana di giovedì, con un speciale spettacolo di 2,6 km a Merlo-San Luis, per poi trasferirsi nei dintorni di Cordoba e affrontare altre 5 speciali.

    Complessivamente saranno 345 km contro il tempo e 1638 includendo gli spostamenti. Il rally si deciderà nei passaggi chiave di El Condor, ultime (nonché uniche) prove della domenica e prima sui 56,7 km da San Marcos a Characato, da affrontare due volte al sabato. E’ la speciale più lunga dell’intero mondiale, mentre quella di El Condor si caratterizza per il mix di stretti tornanti e veloci curve aperte, che corrono in un paesaggio dominato da rocce.

    Programma Rally Argentina 2015

    Gli orari fanno riferimento al fuso europeo.

    Venerdì 24 aprile 2015

    00:00 SS1 Super Special Merlo – San Luis -2.68 km

    13:23 SS2 Agua de Oro – Ascochinga 1 -51.99 km

    15:26 SS3 Villa Bustos – Tanti 1 -20.31 km

    18:44 SS4 Agua de Oro – Ascochinga 2 -51.99 km

    20:47 SS5 Villa Bustos – Tanti 2 -20.31 km

    22:08 SS6 Super Special -6.04 km

    Sabato 25 aprile 2015

    14:08 SS7 Capilla del Monte – San Marcos 1 -23.10 km

    14:51 SS8 San Marcos – Characato 1 -56.77 km

    19:54 SS9 Capilla del Monte – San Marcos 2 -23.10 km

    20:37 SS10San Marcos – Characato 2 -56.77 km

    Domenica 26 aprile 2015

    15:18 SS11 El Cóndor – Copina -16.32 km

    17:08 SS12 El Cóndor (Power Stage) -16.32 km