WRC, Rally Australia 2014: vince Ogier, il titolo è vicino [FOTO e VIDEO]

Il Rally d'Australia 2014 riporta il mondiale Wrc sulla terra, dopo l'asfalto tedesco

da , il

    Mette le mani sul Rally d’Australia 2014, Sebastien Ogier. Ma, cosa ancor più importante, stacca Jari-Matti Latvala di 50 punti nella classifica del mondiale piloti, con ancora tre gare da disputare.

    Il finlandese ha provato a recuperare il gap di 11 secondi che lo separava da Ogier dopo la seconda giornata del rally e nella speciale d’apertura, la SS15, riusciva a rosicchiare 2 secondi appena: «E’ stata una buona speciale, ma due secondi non sono un recupero enorme, quando te ne servirebbero 4 o 5», ammetteva Latvala. Il botta e risposta tra i due alfieri Volkswagen è proseguito per quasi tutte le speciali in programma nell’ultima giornata, con l’eccezione della speciale 17 di Wedding Bells, dove a svettare è stato Kris Meeke. L’inglese di Citroen deve accontentarsi della quarta piazza, dopo la penalità inflitta dai commissari per un taglio nella speciale 10 di sabato: 1 minuto e 10 secondi gli sono costati il podio, che va a Mikkelsen, per una tripletta Volkswagen.

    Altro Rally d’Australia rispetto a quello del 2013, quando Ogier dominò 19 speciali su 22. «Quest’anno non era possibile replicare. Jari-Matti era forte, ma oggi sapevo che senza errori per me sarebbe stato ok. Ho provato a restare concentrato, spingere quando era sicuro e stare accorto nei tratti più infidi. Non è una vittoria con gran margin, ma sufficiente a conquistare il rally e fare un altro passo cruciale verso il titolo», il commento di Ogier al termine della tappa australiana del Wrc.

    Classifica Rally Australia

    1. S. OGIER 2:53:18.0

    2. J. LATVALA +6.8

    3. A. MIKKELSEN +1:18.0

    4. K. MEEKE +1:44.0

    5. M. HIRVONEN +1:53.6

    6. H. PADDON +2:56.2

    7. T. NEUVILLE +4:28.2

    8. E. EVANS +5:10.0

    9. R. KUBICA +6:39.8

    10. C. ATKINSON +9:29.4

    Cronaca seconda giornata

    Quando mancano le due prove spettacolo al termine della seconda giornata del Rally d’Australia 2014, la lotta per la vittoria si restringe ai due piloti Volkswagen in lizza per il mondiale: Ogier e Latvala. Dopo l’exploit di Meeke nella giornata d’apertura, i portacolori della casa tedesca hanno preso il comando proprio nei due passaggi conclusivi di venerdì, proiettandosi verso quella che sarebbe stata la speciale più lunga del rally, gli oltre 48 km di Nambucca, da affrontare nella nona e undicesima prova cronometrata.

    Il primo “assaggio” premia Latvala, davanti a Ogier di 3 secondi, quanti ne bastano per mettersi provvisoriamente in prima posizione. Paga dazio Kris Meeke, che dai 4″1 di distacco al venerdì ne aggiunge 10″5 sul finlandese.

    La forte pioggia non rovina eccessivamente le strade, veloci e aperte nella prima parte, e l’inglese della Citroen riconosce d’aver perso un’occasione per azzardare le gomme dure: «Forse abbiamo perso un’opportunità, sarebbe stato un gran colpo, credo avrebbero funzionato».

    Bis di Latvala nei quasi 9 km di Valla 1, buoni per ampliare il gap a 4″1 su Ogier, lasciando la lotta per il podio a Mikkelsen e Meeke. Chi incontra qualche problema di troppo è Mikko Hirvonen, che termina in un fosso con la sua Fiesta RS, salvo poi ripartire.

    Capovolgimento di fronte nel secondo passaggio di Nambucca. Previsioni meteo errate e scelte di gomme diverse, portano Ogier a rifilare 13″4 a Latvala. Due morbide e due dure per Jari-Matti, contro le tre dure e una morbida di Ogier: sta qui la differenza. «Non è stata la scelta ideale, ma migliore rispetto a quella di Jari-Matti: l’ideale sarebbero state quattro gomme dure», dirà Ogier. Quanto a Latvala, «Stando alle nostre informazioni, sarebbero dovuti arrivare dei temporali, ma la speciale è rimasta interamente asciutta». Alle spalle del campione del mondo in carica, staccato di 6 decimi, si piazza Meeke, che sopravanza Mikkelsen.

    Classifica Rally Australia – SS12/20

    1. S. OGIER 2:00:34.8

    2. J. LATVALA +10.3

    3. K. MEEKE +23.9

    4. A. MIKKELSEN +25.2

    5. M. HIRVONEN +1:21.4

    6. M. OSTBERG +2:01.0

    7. H. PADDON +2:08.8

    8. T. NEUVILLE +3:48.1

    9. E. EVANS +3:55.3

    10. R. KUBICA +4:30.9

    Cronaca prima giornata

    E’ una bella lotta al vertice, con più protagonisti, quella che restituisce il Rally d’Australia 2014. Sei speciali hanno confermato come Kris Meeke e la Citroen siano competitivi sullo sterrato, ma soprattutto hanno detto che l’inglese navigato da Paul Nagle ha sfruttato al meglio le due occasioni più ghiotte per avvantaggiarsi della sua posizione di partenza arretrata. Ottavo su strada, lasciando agli altri il compito di pulire la traiettoria. Due vittorie nelle speciali 2 e 3, complessivamente 35.6 km, lo hanno proiettato al comando, seguito da Latvala, Ogier, Mikkelsen e Hirvonen.

    Le Wrc avevano iniziato il rally Down Under con i 10 km di Hydes Creek e il miglior tempo di Ogier e Latvala attardato da problemi ai freni. Male l’altra Citroen di Ostber, che lasciava sul terreno 20 secondi per un errore su una curva.

    «Ho fatto il meglio che potevo, quando parti ottavo ti piace pensare di poter andare in testa»: parola di Meeke dopo Bellingen e Newry 1, le speciali vinte autorevolmente mentre Ogier pagava dazio con 10″ di ritardo. Cruciale è stata la scelta delle mescole, con un fondo che da fangoso è passato a compatto.

    Il francese della Volkswagen si è ripreso la vittoria nel secondo passaggio di Hydes Creek, quarta speciale di giornata, precedendo un Latvala in rimonta e Hirvonen, positivo con la Ford a soli 2″9. Chi ha lamentato dei problemi, invece, è stato Neuville, scontento della trazione della sua Hyundai i20. Peggio gli è andata nella speciale numero 5, quando ha rotto la sospensione posteriore dopo un urto con una roccia: «Sono finito un po’ largo su una delle prime curve e ho colpito una pietra; si è rotto un piccolo elemento della sospensione e la ruota ha iniziato a muoversi, per fortuna sono riuscito a ripararlo», spiegherà il belga, dopo aver lasciato per strada 2 minuti.

    La prima giornata, con due prove spettacolo ancora da disputare, si chiude con i primi cinque nella generale racchiusi in una manciata di secondi.

    Classifica Rally Australia – SS6/20

    1. K. MEEKE 54:50.4

    2. J. LATVALA +2.1

    3. S. OGIER +2.6

    4. A. MIKKELSEN +5.2

    5. M. HIRVONEN +5.6

    6. H. PADDON +43.4

    7. M. OSTBERG +46.6

    8. R. KUBICA +53.4

    9. E. EVANS +1:23.7

    10. T. NEUVILLE +2:05.2

    Anteprima

    Dall’asfalto tedesco, agli sterrati australiani. Il mondiale Wrc affronta questo week end il Rally d’Australia 2014, appuntamento che lo scorso anno vide dominare Sebastien Ogier, oggi reduce dal ritiro indolore del rally di Germania, imitato dall’unica minaccia reale per il suo titolo mondiale: Jari Matti Latvala.

    La prima giornata della corsa Down Under va in archivio con le due Citroen DS3 di Meeke e Ostberg in testa, nella classifica dello shakedown, un assaggio appena indicativo delle condizioni d’aderenza che troveranno i piloti nella tre giorni di gara. Sui 4 chilometri e 980 metri della speciale di Hydes Creeke il terzo crono è di Neuville, mentre i primi nove sono racchiusi in 2 secondi.

    «Mi sono trovato a mio agio, lo shakedown è una buona rappresentazione del rally; ho regolato alcuni settaggi tra i vari passaggi e credo che siamo a posto: vedremo», ha commentato l’inglese di Citroen. Una delle “novità” riscontrate dai piloti quest’anno è legata alla compattezza della terra, meno dura rispetto a 12 mesi fa e con le piogge recenti che ancora rendono scivolosi alcuni tratti in ombra. Sempre secondo Meeke sarà un problema per chi partirà per primo e nella prima giornata saranno Ogier e Latvala a fare da apripista.

    Dal canto suo, Ogier non teme rivali, specialmente dopo la dimostrazione di forza del 2013: «E’ un rally che mi si addice perfettamente, amo il layout delle speciali e lo scorso anno fu praticamente perfetto per me e Julien: 19 vittorie su 22 prove, oltre alla power stage. Vogliamo ripeterci, ma sarà difficile, perché partiremo per primi nella giornata d’apertura, abbiamo provato sulla nostra pelle che gli errori si pagano e la competizione è ravvicinata, come visto in Germania con la doppietta Hyundai».

    Venti speciali in programma, dalle più brevi nella prima (7/8) e ultima giornata (13/14) con appena 1560 metri, fino ai due passaggi su quella che, probabilmente, deciderà le sorti del rally: i 48 chilometri e 920 metri di Nambucca, da affrontare sabato.

    CLASSIFICA SHAKEDOWN

    1. Meeke

    2. Ostberg +0.4

    3. Neuville +0.8

    4. Lavtala

    5. Ogier

    6. Hirvonen

    7. Paddon

    8. Mikkelsen

    9. Kubica

    Programma Rally Australia 2014

    - Orari italiani -

    Venerdì 12 settembre 2014

    01:18 – SS1 Hydes Creek 1 -10.73 km

    02:11 – SS2 Bellingen 1 -10.72 km

    02:39 – SS3 Newry 1 -24.91 km

    06:27 – SS4 Hydes Creek 2 -10.73 km

    07:20 – SS5 Bellingen 2 -10.72 km

    07:48 – SS6 Newry 2 -24.91 km

    10:30 – SS7 Super Special Stage 1 -1.56 km

    10:38 – SS8 Super Special Stage 2 -1.56 km

    Sabato 13 settembre 2014

    00:18 – SS9 Nambucca 1 -48.92 km

    02:06 – SS10 Valla 1 -8.96 km

    06:24 – SS11 Nambucca 2 -48.92 km

    07:52 – SS12 Valla 2 -8.96 km

    10:30 – SS13 Super Special Stage 3 -1.56 km

    10:38 – SS14 Super Special Stage 4 -1.56 km

    Domenica 14 settembre 2014

    00:08 – SS15 Shipmans 1 -30.20 km

    01:16 – SS16 Bucca 1 -10.86 km

    02:06 – SS17 Wedding Bells 1 -9.23 km

    04:52 – SS18 Shipmans 2 -30.20 km

    06:00 – SS9 Bucca 2 -10.86 km

    07:06 – SS20 Wedding Bells 2 -9.23 km