WRC Rally Messico 2015: Ogier domina e vince il Rally, Ostberg 2° [FOTO]

WRC Messico 2015: Sebastien Ogier ha vinto anche il Rally messicano ed ha allungato in classifica generale. Ecco il resoconto e le immagini dello spettacolare Rally.

da , il

    Polo sullo sterrato

    Sebastien Ogier vince anche il Rally del Messico e allunga in classifica iridata. Per il campione del mondo in carica è il terzo sigillo su tre in questo strepitoso inizio di stagione. Il francese è riuscito a dominare l’intero Rally non commettendo nessuno errore. In molti hanno provato a fermarlo ma chi ha provato ad avvicinarsi ha dovuto arrendersi inesorabilmente. Sul podio col francese sono saliti due norvegesi: Mads Ostberg con la Citroen e Andreas Mikkelsen con la Volkswagen. In classifica generale Ogier è già in piena fuga con un vantaggio importante sul resto del gruppo. Il primo inseguitore è Andrea Mikkelsen ma il suo distacco è di 34 lunghezze dopo appena tre tappe del campionato. Se Ogier dovesse continuare con questo passo saranno dolori per tutti i pretendenti al titolo. Sfogliate le pagine per leggere i resoconti delle varie prove, vedere le immagini e le classifiche del Rally del Messico 2015.

    Ogier vince anche il Power Stage

    Sebastien Ogier domina anche il Rally del Messico e fa già il vuoto in classifica iridata. Dopo aver vinto il Rally di Montecarlo e quello di Svezia è arrivata la terza zampata in questo perfetto inizio di stagione. Il francese si è tolto anche lo sfizio di aggiudicarsi il Power Stage conclusivo e con i 28 punti conquistati in Messico guarda tutti dall’alto verso il basso. In molti hanno provato a fermarlo in questo Rally ma tutti hanno dovuto arrendersi e lasciare strada al campione del mondo in carica. Sul podio messicano è salito anche Mads Ostberg, secondo con la Citroen e Mikkelsen con la Volkswagen Polo R. I due piloti norvegesi sono stati in bagarre per diverse speciali e alla fine è stato il pilota della DS3 ad aver la meglio. Per Mikkelsen la consolazione dei 2 punti extra per il secondo posto nel Power Stage. Giù dal podio un ottimo Elfyn Evans con la Ford Fiesta. Bella prova anche di Prokop che ha conquistato il sesto posto alle spalle di Dani Sordo su Hyundai. Da applausi la rimonta di Thierry Neuville. Il pilota belga era il rivale numero 1 per la vittoria finale ma per un cappottamento aveva compromesso le sue chance. Rientrato in gara nella giornata di Sabato ha iniziato a recuperare terreno dalla ‘zona punti’ e alla fine ha chiuso con l’ottavo posto finale e 1 punto extra per il terzo posto nel Power Stage. Chi invece si lecca le ferite è Jari Latvala. Il pilota finlandese aveva iniziato la stagione con l’intento di vincere il Mondiale ma anche in Messico non ha collezionato punti restando fermo a 19 punti contro gli 81 del leader. Per Latvala i sogni iridati potrebbero essere già finiti.

    CLASSIFICA FINALE RALLY DEL MESSICO:

    1. S. OGIER Volkswagen Polo R WRC 4:19:13.4

    2. M. OSTBERG Citroen DS3 WRC 4:20:32.2 +1:18.8

    3. A. MIKKELSEN Volkswagen Polo R WRC 4:20:38.5 +1:25.1

    4. E. EVANS Ford Fiesta RS WRC 4:22:53.6 +3:40.2

    5. D. SORDO Hyundai i20 WRC 4:24:15.2 +5:01.8

    6. M. PROKOP Ford Fiesta RS WRC 4:25:49.5 +6:36.1

    7. N. AL-ATTIYAH Ford Fiesta RRC WRC2 4:34:06.1 +14:52.7

    8. T. NEUVILLE Hyundai i20 WRC 4:41:56.7 +22:43.3

    9. N. FUCHS Ford Fiesta R5 WRC2 4:42:02.4 +22:49.0

    10. J. KETOMAA Ford Fiesta R5 WRC2 4:42:23.6 +23:10.2

    CLASSIFICA DEL MONDIALE:

    1. OGIER 81 PUNTI

    2. MIKKELSEN 47 PTI

    3. NEUVILLE 35 PTI

    4. OSTBERG 32 PTI

    5. EVANS 26 PTI

    6. LATVALA 19 PTI

    7. SORDO 18 PTI

    PS 11 – 18: Ogier in solitaria, Ostberg-Mikkelsen per il 2°posto

    Alla partenza della SS11 doveva esserci anche Ott Tanak ma il pilota della Fiesta M-Sport ha dovuto alzare bandiera bianca. Dopo lo spaventoso incindente della giornata di ieri i meccanici hanno fatto di tutto per far rientrare in gioco il pilota estone. Tutto sembrava sistemato ed invece, giusto un paio di minuti prima della partenza, la Fiesta si è fermata senza accendersi più. Nella lunga ‘Ibarrilla 1′ è stato Ogier a mettere la zampata finale sullo scatenato Jari Latvala. Quest’ultimo si è dovuto però arrendere nella SS12 dovendo dare forfait per un incidente. Il finlandese è finito contro un muretto distruggendo la sospensione posteriore sinistra e perdendo la ruota. Questo ovviamente è un duro colpo per uno dei grandi pretendenti al titolo mondiale. Dopo lo 0 nella casella dei punti conquistati in Svezia, Latvala rischia di finire a quasi 60 punti di distanza da Ogier se il francese porterà in porto la vittoria del Rally. Nelle altre prove di giornata Sebastien Ogier ha gestito il vantaggio che è salito ora a +1’15” dal primo rivale. In seconda posizione c’è Mads Ostberg, con la sua Citroen DS3, ma il norvegese è tallonato dall’altra Volkswagen Polo R di Mikkelsen distante solo 4”. Le altre posizioni sono abbastanza congelate con Elfyn Evans, a bordo della Ford Fiesta, quarto e seguito da Dani Sordo, quinto. Per quanto riguarda i ‘big’, finiti ko durante le prime giornate, è solo Thierry Neuville che sta per rientrare nella ‘zona punti’. I meccanici della Hyundai i20 WRC hanno lavorato duramente nel service e sono riusciti a rimettere in pista il pilota belga con una vettura abbastanza competitiva. Neuville si è impegnato a fondo durante la giornata e si è portato all’ 11°posto in classifica generale a soli 3” da Al-Kuwari attualmente decimo. Nella giornata conclusiva del Rally si dovranno disputare ancora tre speciali tra le quali l’impegnativa Guanajuatito, di ben 55km, e il Power Stage che regalerà i canonici punti extra ai primi tre. Le sorprese dal Messico potrebbero non essere finite. Appuntamento alle ore 16.53 di Domenica quanto scatterà la lunghissima SS19.

    CLASSIFICA DOPO LA SS 18:

    1. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 3.33’27″4

    2. Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +1’15″2

    3. Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +1’19″7

    4. Elfyn Evans – Ford Fiesta RS WRC – +2’28″6

    5. Dani Sordo – Hyundai i20 WRC – +4’10″6

    6. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +4’39″6

    7. Nasser Al-Attiyah – Ford Fiesta RRC – +10’43″9

    8. Nicolas Fuchs – Ford Fiesta R5 – 18’34″5

    9. Jari Ketomaa – Ford Fiesta R5 – +19’39″5

    10. Abdulaziz Al-Kuwari – Ford Fiesta RRC – +19’49″1

    PS 07-10: Ogier allunga, Neuville ko!

    Il Rally del Messico sta continuando a mietere vittime. Dopo lo spaventoso incidente di Ott Tanak [ecco le immagini in sequenza] sono finiti fuori dai giochi per la vittoria finale anche Robert Kubica, Paddon Hayden e Lorenzo Bertelli. Durante la PS 08, lunga ben 44 km, è stato escluso per la vittoria finale un altro big: Thierry Neuville. Il pilota, fino a quel momento secondo e in piena lotta per la vittoria, ha capottato la sua Hyundai i20 WRC proprio sul finale di prova e ha dovuto cosi dire addio ai suoi sogni di gloria. Questo ko ha ovviamente avvantaggiato il leader del Rally, Sebastien Ogier. Dietro di lui si è fatto sotto il compagno di box, Jari Latvala. Il pilota finlandese si è aggiudicato la Speciale e ha accorciato a +12” dalla vetta. Nella SS 09 detta ‘Las Minas 2′ Mads Ostberg è stato il più veloce di tutti ed ha consolidato il terzo posto in classifica generale. Nella lotta a distanza tra Ogier e Latvala il finladese era riuscito a recuperare un altro secondo ma poi nella SS 10 è stato il francese a vincere la speciale, chiudendo la prima giornata con il buon vantaggio di 13”5. Con tanti big fuori dai giochi sono entrati nella ‘top-ten’ ben tre WRC2 [Protasov 8°, Al-Attiyah 9° e Fuchs 10°].

    Il Rally riprenderà Sabato pomeriggio, precisamente alle ore 16.30, con la SS11 di ben 30km. Nel parco chiuso si è lavorato duramente per cercare di far rientrare in pista alcuni big appiedati nella giornata di ieri. Al via della Speciale ci saranno sia Tanak che Neuville. La Fiesta del primo è stata ‘pescata’ dal lago, svuotata dall’acqua e messa in sicurezza. Tanak ha rotto la sospensione anteriore destra prendendo una buca ed è stato questo il motivo dell’uscita di pista. I meccanici della Hyundai invece hanno rimesso in sesto ciò che rimaneva della i20 WRC numero 7 del pilota belga. L’obiettivo comune sarà quello di provare a ridurre il gap dalla ‘zona-punti’ e vincere il Power Stage conclusivo di Domenica per assicurarsi i punti extra.

    CLASSIFICA DOPO LA SS10:

    1. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 1.45’03″0

    2. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +13″5

    3. Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +29″5

    4. Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +45″2

    5. Elfyn Evans – Ford Fiesta RS WRC – +1’03″9

    6. Dani Sordo – Hyundai i20 WRC – +1’40″5

    7. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +2’03″5

    8. Yuriy Protasov – Ford Fiesta RRC – +4’57″7

    9. Nasser Al-Attiyah – Ford Fiesta RRC – +5’15″2

    10. Nicolas Fuchs – Ford Fiesta R5 – +7’58″7

    PRIME PROVE: OGIER SCAPPA, TANAK CHE BOTTA!

    Il Rally del Messico, per antonomasia, è una delle tappe più impegnative dell’intero mondiale WRC. Di certo l’inizio è stato subito difficoltoso per molti piloti. Dopo le prime due brevi Prove Speciali, vinte da Thierry Neuville e Sebastien Ogier, il Rally è entrato subito nel vivo con i 9.91 km della SS3. Ott Tanak, a bordo della sua Fiesta M-Sport, è uscito di strada rovinosamente. Il pilota finlandese e il suo co-pilota son usciti illesi dall’abitacolo ma lo stesso non si può dire della loro Ford Fiesta che è finita in fondo ad un lago a bordo strada. Dopo questo incredibile e spaventoso colpo di scena, la speciale è stata interrotta ed è stato dunque Kris Meeke, con la sua Citroen DS3 WRC, ad aggiudarsi la manche.

    La tappa messicana si è spostata a ‘El Chocolate 1′ per la SS4 e le sorprese sono continuate. Proprio Meeke è stato il primo ad arrendersi essendo finito fuori strada dopo appena 1,5 km. Non hanno fatto meglio nè Hayden Paddon, che ha rotto una sospensione al terzo chilomentro, nè Robert Kubica. L’ex pilota di Formula 1 ha provato a restare in gioco ma in classifica generale è già crollato nelle ultimissime posizioni con un distacco abissale. A vincere la Speciale è stato Sebastien Ogier seguito a +8”.8 da Mads Ostberg. Nella SS5 non ci sono stati intoppi nè incidenti e tutti sono riusciti a completare la speciale. Thierry Neuville è risultato il più veloce ed ha ridotto di 4” il suo gap da Sebastien Ogier. Nella veloce ‘Street Stage Leon’, di appena 1,37 km, è stato ancora Sebastien Ogier a fare la voce grossa e si è portato a +9”6 sul primo inseguitore.

    CLASSIFICA DOPO LA SS 06:

    1. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 53’55″5

    2. Thierry Neuville – Hyundai i20 WRC – +9″6

    3. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +15″8

    4. Mads Ostberg – Citroen DS3 WRC – +24″4

    5. Andreas Mikkelsen – Volkswagen Polo R WRC – +34″0

    6. Elfyn Evans – Ford Fiesta RS WRC – +34″1

    7. Dani Sordo – Hyundai i20 WRC – +1’06″6

    8. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +1’07″5

    9. Benito Guerra – Ford Fiesta RS WRC – +2’14″2

    10. Lorenzo Bertelli – Ford Fiesta RS WRC – +2’14″3

    PROGRAMMA, ORARI ITALIANI e DIRETTE:

    Venerdì 6 marzo 2015

    02:09 – SS.1 Street Stage Guanajuato 1,01 km

    03.29 – SS.2 Super Special 1 4,60 km

    16:02 – SS.3 Los Mexicanos 1 9,91 km

    16:35 – SS.4 El Chocolate 1 44,13 km

    17:38 – SS.5 Las Minas 1 15,54 km

    19:16 – SS.6 Street Stage León 1 1,37 km

    21:59 – SS.7 Los Mexicanos 2 9,91km

    22:32- SS.8 El Chocolate 2 44,13km

    23:35 – SS.9 Las Minas 2 15,54 km

    Sabato 7 marzo 2015

    01:10 – SS.10 Super Special 2 4,60km

    16:28 – SS.11 Ibarrilla 1 30,27km

    17:41 – SS.12 Otates 1 42,90 km

    19:08 – SS.13 El Brinco 1 8,25km

    20:16 – SS.14 Street Stage León 2 1,37km

    22:09 – SS.15 Ibarrilla 2 30,27 km

    23:22 – SS.16 Otates 2 42,90 km

    Domenica 8 marzo 2015

    00:15 – SS.17 El Brinco 2 8,25 km

    01:10 SS.18 Super Special 3 4,60 km

    16:53 – SS.19 Guanajuatito 55,82km

    18:16 – SS.20 Derramadero 11,59 km

    19:08 – SS.21 El Brinco 3 [Power Stage] 8,25 km

    Di seguito gli orari delle dirette sul canale di Fox Sport 2 HD:

    Venerdì 6 Marzo: dalle 02.00 alle 03.00

    Sabato 7 Marzo: dalle ore 19.00 alle 20.00

    Domenica 8 Marzo: dalle ore 19.00

    Anteprima

    Il Rally del Mexico è una tappa importante ed impegnativa del Mondiale. Il centro nevralgico sarà Leon ma si attraverserà la Sierra de Lobos e la Sierra de Guanajuato. Le pietre e la polvere saranno un brutto cliente per ogni pilota e servirà la massima attenzione per non incappare in forature e contatti. Se non bastasse saranno previsti temperature che si aggireranno intorno 30°C e questo ovviamente non gioverà per i piloti che dovranno correre dentro a degli abitacoli roventi che raggiungeranno anche i 50°C. Anche per le vetture impegnate nel Rally sarà una prova con la ‘P’ maiuscola. Il caldo torrido, il tracciato tortuoso e anche altezze importanti da raggiungere [si toccherà anche i 2700metri di altezza] metteranno a dura prova i motori e non solo. La Speciale più impegnativa e lunga sarà la SS19 Guanajuatito di ben 55,82 km. Inserita in apertura della mattina di Domenica sarà probabilmente decisiva in vista della vittoria finale e del Power Stage conclusivo.