WRC, Rally Messico 2016: Latvala fa centro, Power Stage a Ogier [FOTO e VIDEO]

WRC, Rally Messico 2016: Latvala fa centro, Power Stage a Ogier [FOTO e VIDEO]
da in Jari Matti Latvala, Rally 2017, Rally Messico
Ultimo aggiornamento: Lunedì 07/03/2016 09:43

    Volkswagen Polo R Wrc, Rally Messico 2016 (4)

    Dopo due battute a vuoto, arriva un successo meritato per Jari-Matti Latvala. Ha dominato il Rally del Messico 2016 sin dalle speciali iniziali, su terra ha ceduto solo una prova, la lunghissima Guanajuato, prima delle due speciali in programma domenica, con i suoi 80 km. Ha mandato in crisi i freni un po’ di tutti i principali protagonisti ed era dal 1986 che non si gareggiava su una lunghezza così importante. Sebastien Ogier ha firmato la speciale, soffrendo ai freni come anche Latvala e Dani Sordo. Terza piazza per Hayden Paddon, su una Hyundai che conferma il terzo podio su tre prove del mondiale 2016, ma ottenuto da Sordo – penalizzato però a fine rally per aver utilizzato 29 coperture anziché le 28 consentite dal regolamento -. Per il neozelandese ci sono, invece, i punti extra della Power Stage, vinta da Ogier davanti a Latvala.

    Già dal venerdì il campione del mondo, ricordiamo per primo su strada in virtù della leadership nel campionato, aveva dichiarato la strategia: curarsi di Mikkelsen, immediato inseguitore nel mondiale. Il norvegese è uscito di scena sabato, causa danneggiamento della sospensione e resta a secco nel primo rally su terra del 2016. Latvala si riprende da due zero al Montecarlo e in Svezia e ai 25 punti del successo somma i due della Power Stage. Uno stuolo di Ford Fiesta RS si inserisce nella top ten, con Ostberg che scalza Sordo grazie ai 2 minuti di penalità inflitti al pilota spagnolo, che retrocede così quarto per appena 1″5. Tanak, Prokop e il nostro Bertelli, le altre Fiesta a punti. Il prossimo appuntamento iridato sarà in Argentina, il 21 aprile, sempre per un rally su terra. Classifica generale Rally Messico 2016 1. LATVALA 4:25:57.4 2. OGIER +1:05.0 3. OSTBERG +5:36.4 4. SORDO +3:37.9 (2′ pen.) 5. PADDON +6:22.6 6. TANAK +9:59.5 7. PROKOP +12:58.5 8. BERTELLI +14:09.6 9. SUNINEN (WRC2) +18:01.8 10. GORBAN +32:37.3

    Volkswagen Polo R Wrc, Rally Messico 2016 (2)

    Prosegue nel segno di Jari-Matti Latvala, il Rally del Messico 2016. Dopo essersi messo in mostra al venerdì, approfittando della posizione di partenza data dalla graduatoria mondiale – con il finlandese reduce da due rally disastrosi -, Latvala si è confermato nelle prime tre speciali del sabato, con altrettante vittorie: Ibarilla 1 (30 km), poi i 42 km di Otates 1 e la speciale di El Brinco, da 7,15 km. E’ andato così al service di metà giornata con un ampio margine su Sebastien Ogier, penalizzato dall’essere primo in strada. Un Ogier che non si cura della vittoria e cede ben 1’16″ nella generale dopo 13 speciali. L’obiettivo dichiarato è controllare Mikkelsen, secondo nel mondiale. E’ riuscito a tenerlo alle spalle anche nel giro pomeridiano, complice un incidente che ha messo ko il norvegese, nella SS16 di Otates 2. Mikkelsen che si è lamentato del poco grip e della traiettoria sporca, pur essendo il secondo passaggio di speciale. Latvala ha proseguito la marcia trionfale vincendo complessivamente 6 speciali al venerdì, lasciando solo le prove spettacolo conclusive nei dintorni di Leon. Con l’uscita di scena di Mikkelsen è Dani Sordo a respirare per la terza posizione del podio, senza più pressione. La Hyundai i20 Wrc punta al terzo arrivo tra i primi tre quest’anno, sebbene il pilota spagnolo non sia stato a proprio agio con l’assetto per tutti i due giorni. Neuville, già fuori al venerdì, è stato protagonista di un brutto incidente sulla SS12, che ha reso necessario un controllo medico in ospedale, dal quale è stato dimesso insieme al copilota Nicholas Gilsoul: nessun problema per i due. Adesso si va verso le speciali conclusive del Rally del Messico, due prove domenica, tra cui la più lunga dell’intero mondiale, gli 80 km di Guanajuato, prima della Power Stage conclusiva di Agua Zarca. Classifica generale Rally Messico – top ten SS19/21 1. LATVALA 3:27:22.8 2. OGIER +1:35.7 3. SORDO +2:40.4 4. OSTBERG +4:48.8 5. PADDON +5:42.1 6. TANAK +7:50.5 7. PROKOP +9:23.5 8. BERTELLI +10:19.5 9. SUNINEN +12:33.7 10. GORBAN +27:49.2

    Dopo le tre speciali spettacolo del giovedì, appannaggio di Sebastien Ogier, con un vantaggio di 1″7 su Neuville, il Rally del Messico 2016 entra nel vivo e affronta la prima vera giornata, dalla quale esce rafforzato Jari Matti Latvala. Tre speciali al mattino, due importanti, come gli oltre 50 km di El Chocolate 1, la prova che si sviluppa alle altitudini più elevate del week end, e i 15 km di Las Minas 1. Due fattori hanno fatto la differenza al mattino: la scelta delle gomme e la posizione di partenza. Sebastien Ogier ha pagato l’essere il primo in speciale, a pulire la traiettoria per chi partiva dietro. Ringrazia Jari-Matti Latval, vincitore di entrambe le prove, prima che Mikkelsen chiudesse il giro del mattino con la vittoria nella prova sprint di Leon, di 1.400 metri. Gomme morbide per mordere gli sterrati e chi ha effettuato una scelta alternativa, andando su gomme dure, ha perso tanto terreno sui 54 km di El Chocolate. Mads Ostberg ha toppato scelta e rimedia 1’28″ dopo due prove vere. Ogier ha provato a fare il possibile dalla posizione di partenza, ma Latvala gli ha rifilato un gap importante, oltre i 22″ inflitti a Dani Sordo. Nella generale, dopo la SS4, Latvala manteneva 19″ sull’iridato. Quarta posizione per Mikkelsen, attardato di 40″, poi Paddon a 50″. In casa Ford, l’esordiente Eric Camilli ha dovuto cambiare la gomma posteriore destra per una foratura e ha lasciato per strada 5 minuti. Doveva essere un buon rally per Thierry Neuville, ma il belga ha danneggiato la sospensione per un contatto con un terrapieno dopo un testacoda. Sogni di gloria svaniti. La speciale 5 di Las Minas ha visto confermarsi Latvala, ma con un margine molto inferiore su Ogier, appena 3″4. Grip migliore per tutti, Ostberg incluso, penalizzato dalle gomme dure. Altra Hyundai i20 Wrc con problemi è quella di Paddon, perde 52″ per una toccata poco dopo il via che ha messo fuori asse la ruota posteriore destra. Pur con la terza piazza nella generale, Dani Sordo non è contento dell’assetto. La ripetizione dei passaggi di El Chocolate e Las Minas al pomeriggio ha confermato lo stato di forma di Latvala, con un Ogier comunque contento della propria prestazione e in miglioramento rispetto ai passaggi mattutini, con strada tutta da pulire. Ha fatto gara su Mikkelsen, immediato inseguitore nel mondiale e per il norvegese, su El Chocolate 2, c’è stato un problema con il differenziale a fargli perdere tempo e arrivarea 52″ da Latvala. Da sottolineare il nono posto nella generale del nostro Lorenzo Bertelli, su Ford Fiesta RS. Classifica generale – top ten SS10/21 1. LATVALA 1:48:00.0 2. OGIER +32.1 3. SORDO +1:15.6 4. MIKKELSEN +1:46.7 5. PADDON +2:20.8 6. OSTBERG +2:35.6 7. TANAK +3:53.8 8. PROKOP +4:56.3 9. BERTELLI +5:11.3 10. SUNINEN (WRC2) +5:43.7

    Dopo Montecarlo e Svezia, il mondiale WRC torna sugli sterrati, sul fondo infido del Rally del Messico 2016, pronto a trarre in inganno piloti e navigatori con rocce nascoste che possono mettere fine alle speranze di far bene in un istante: pochi centimetri fuori traiettoria, un taglio azzardato e i danni diventano irreparabili. Sarà il rally numero 100 per Sebastien Ogier e Julien Ingrassia e vorranno festeggiarlo proseguendo la striscia vincente che ha caratterizzato quest’avvio di 2016. Dovranno scontare, però, una posizione di partenza infelice, primi in strada a pulire la traiettoria per chi seguirà. Il rovescio della medaglia per gli inseguitori, tuttavia, è rappresentato dalla polvere che resta in sospensione nell’aria, riducendo la visibilità.

    La posizione di partenza di Jari-Matti Latvala è quella buona per avvantaggiarsi nella giornata di venerdì, lui che è reduce da tutt’altro avvio di mondiale rispetto a Ogier, partendo ottavo. Non sarà della partita Kris Meeke su DS3 WRC del team Total Abu Dhabi, né Messico né Argentina, lo ritroveremo in Portogallo, in virtù del programma parziale deciso per il 2016 da Citroen, fuori dal mondiale per preparare la macchina 2017. Da seguire con molta attenzione le Hyundai i20 Wrc, in Svezia velocissime con Hayden Paddon e in grado di puntare al podio, come anche Mads Ostberg su Ford Fiesta RS. La vittoria si deciderà su 21 prove speciali e 1.083 chilometri complessivi, che si svilupperanno in quota, tra i 1.795 metri di altezza e i 2.740 metri, vetta del rally sui 45,5 km di El Chocolate (SS4 e SS7). Nella giornata conclusiva, gli 80 km di Guanajuato rappresentano un record per il mondiale WRC, era dai tempi del Safari Rally che non si affrontava una speciale così lunga: sarà la penultima prima della power stage.

    1658

    PIÙ POPOLARI