WRC, Rally Montecarlo 2014: Ogier, buona la prima [FOTO e VIDEO]

Sebastien Ogier firma il primo successo stagionale al Rally di Montecarlo 2014

da , il

    Inizia col piede giusto Sebastien Ogier il mondiale Wrc 2014, mettendo in bacheca la vittoria al rally di Montecarlo. L’ultima giornata non ha riservato sorprese, se non la vittoria di Jari Matti Latvala nella Power Stage, proprio davanti al compagno di squadra e il sorprendente Kris Meeke su Citroen DS3 Wrc.

    Se c’è un altro vincitore dopo il Montecarlo 2014, quello può considerarsi proprio l’inglese, al debutto da pilota ufficiale e primo britannico a podio da 10 anni a questa parte. Si trova davanti un altro outsider, Bryan Bouffier su Ford Fiesta RS, autore di un gran rally, sin dalla prima giornata.

    Condizioni difficili quelle delle ultime prove speciali, che hanno portato alla neutralizzazione del secondo passaggio sul Col du Turini, quello in notturna, causa troppa neve. Bouffier e Ogier non sono nemmeno partiti, mentre Meeke è stato fermato dopo due intertempi.

    Archiviato il Rally di Montecarlo 2014 si guarda adesso al Rallly di Svezia, dal 5 al 8 febbraio. In tanti andranno a caccia di riscatto. Dalle Hyundai a Kubica, fino a Hirvonen, malamente appiedato dalla sua Fiesta quando era in vista del traguardo.

    Rallye Monte-Carlo – Leg 3 – Citroën WRC 2014 di citroenracing

    Classifica finale Rally Montecarlo 2014

    1. S. OGIER 3:55:14.4

    2. B. BOUFFIER +1:18.9

    3. K. MEEKE +1:54.3

    4. M. OSTBERG +3:53.9

    5. J. LATVALA +6:08.3

    6. E. EVANS +8:37.4

    7. A. MIKKELSEN +11:42.3

    8. J. MELICHAREK +21:56.2

    9. M. GAMBA +23:50.7

    10. Y. PROTASOV (WRC2) +25:43.1

    SS12 – La Bollene Vesubie/Moulinet

    L’ultima giornata del rally di Montecarlo 2014 si apre con il primo passaggio sul Col du Turini, i 23,4 km della speciale 12 da La Bollene Vesubie a Moulinet.

    Nessuna sorpresa, nonostante condizioni difficili e tanta acqua sull’asfalto. Solo in cima la neve ha dato fastidio alle Wrc. A spiegare bene cosa accadrà nelle ultime quattro prove del rally è stato Andreas Mikkelsen: «Con i distacchi che ci sono davanti e dietro di noi, non c’è niente per cui lottare». E’ doppietta Volkswagen, con Ogier più veloce di Latvala e le giovani sorprese Bouffier e Meeke a seguire.

    Si tornerà in notturna sul Col du Turini, alle 20:12, dopo aver affrontato la speciale più corta del Montecarlo 2014, i 16,5 km da Sospel a Breil sur Roya, valida anche come Power Stage nel secondo passaggio al via alle 21:05.

    Chi ha rischiato un po’ è stato Mads Ostberg, protagonista di una foratura a 6 chilometri dall’arrivo. Il margine di sicurezza su Latvala gli ha consentito di restare in quarta posizione, pur perdendo tanto dal compagno di scuderia Meeke.

    Classifica generale Rally Montecarlo 2014 – SS12/15

    1. S. OGIER M 3:34:20.2

    2. B. BOUFFIER +51.9

    3. K. MEEKE +1:46.1

    4. M. OSTBERG +3:20.8

    5. J. LATVALA +6:04.7

    6. E. EVANS +7:01.1

    7. M. HIRVONEN +7:13.0

    8. A. MIKKELSEN +11:14.4

    9. J. MELICHAREK +17:22.6

    10. Y. PROTASOV (WRC2) +22:53.0

    «E’ una buona giornata, ma c’è ancora molto da fare. Non ho tirato troppo, ho cercato di essere pulito ed è stata una speciale ok», parola di Sebastien Ogier. Passa indenne la speciale 10 del rally di Montecarlo 2014, i quasi 37 chilometri da Sisteron a Thoard, agguantando un’altra vittoria parziale e mettendo altri 11 secondi tra sé e Bouffier. Chi prova a smuovere una top 3 che appare fossilizzata è Mads Ostberg, abile a recuperare una decina di secondi sul compagno di squadra Kris Meeke. «Non potevo nemmeno sognarmi il podio nella mia prima uscita da pilota ufficiale, quindi non voglio far nulla di stupido», commenta l’inglese.

    Nelle retrovie, Mikkelsen ha perso oltre tre minuti per un’escursione dovuta a un tratto ghiacciato. Fortunatamente per lui ha riportato la Polo R in strada, anche perché al Montecarlo non si rientra con le regole del Rally2.

    Camera-car Ogier SS4

    Classifica generale Rally Montecarlo 2014 – SS10/15

    1. S. OGIER 3:00:51.6

    2. B. BOUFFIER +22.6

    3. K. MEEKE +1:30.2

    4. M. OSTBERG +2:19.2

    5. E. EVANS M +5:55.8

    6. J. LATVALA M +6:08.3

    7. M. HIRVONEN +6:23.3

    8. A. MIKKELSEN M +9:46.9

    9. J. MELICHAREK +14:30.9

    10. Y. PROTASOV (WRC2) +19:22.1

    SS9 – Vitrolles-Faye 2

    Missione compiuta per Seb Ogier. L’alsaziano si riprende il primo posto nella classifica generale nel secondo passaggio della Vitrolles-Faye, con una dimostrazione di forza da campione del mondo qual è. Alle difficoltà dei 49 km della speciale si è sommata la scivolosità di alcuni tratti, causa i tagli effettuati al mattino. Latvala è quello che ha pagato maggiormente dazio, con una foratura, ma anche Ogier ha danneggiato le gomme, tanto da controllarle attentamente una volta finita la speciale.

    Alle sue spalle arrivano Ostberg e Mikkelsen, mentre finisce in malo modo il Montecarlo 2014 per Kubica. A 16 km dal termine finisce fuori, in prossimità di un ponte, a quanto riferito da Meeke. Peccato, perché il polacco poteva giocarsi il podio proprio con il giovane britannico della Citroen.

    Nella generale Ogier ha un piccolo bottino su Bouffier, che deve recriminare per un testacoda nella parte iniziale della speciale. E’ rientrato in strada grazie all’aiuto del pubblico.

    kubica rally montecarlo 2014

    SS9 Rally Montecarlo, ritiro Kubica

    Classifica generale Rally Montecarlo 2014 – SS9/15

    1. S. OGIER 2:38:48.3

    2. B. BOUFFIER +11.2

    3. RK. MEEKE +1:04.7

    4. M. OSTBERG +2:04.1

    5. E. EVANS +4:36.0

    6. A. MIKKELSEN +5:01.7

    7. M. HIRVONEN +5:13.0

    8. J. LATVALA M +5:24.5

    9. J. MELICHAREK +11:54.6

    10. Y. PROTASOV (WRC2) +17:27.8

    SS8 – Selonnet-Brezier

    E’ una lotta decisamente a due quella che si profila per il Rally di Montecarlo 2014. Nella seconda speciale del mattino, ad avere la meglio è Bryan Bouffier su Ford Fiesta RS, seppur di appena 2 decimi su Ogier. Il francese rischia e azzarda quattro gomme slick, ma avvantaggiato dalla partenza per ultimo. Chi ha affrontato la speciale prima di lui nelle stesse condizioni (Evans) ha pagato dazio.

    Nella generale conserva la leadershipcon quasi 36 secondi su Ogier, poi è un altro duello per il podio, tra la Citroen DS3 di Meeke e la Fiesta di Kubica. Il polacco è andato più forte del britannico recuperando 4″2 e adesso gli è in scia.

    Latvala segna il quinto tempo assoluto e racconta come è andata la speciale: «Non è stato per nulla divertente, una speciale molto difficile con tanta pioggia e pozzanghere. Fortunatamente avevamo due gomme invernali, senza le quali sarebbe stato un disastro». A confermare la bontà della scelta ci ha pensato poi Elfyn Evans, avventuratosi sui 22 km verso Brezier con 4 slick.

    Qualche polemica per la brevità del rallentamento dopo l’arrivo. Ostberg finisce in un campo e dice: «Solo 100 metri per rallentare dalla sesta marcia!». Anche Ogier è infuriato e finisce fuori al pari di Ostberg.

    Classifica generale Rally Montecarlo 2014 – SS8/15

    1. B. BOUFFIER 2:08:58.4

    2. S. OGIER +35.8

    3. K. MEEKE +59.6

    4. R. KUBICA +1:00.4

    5. M. OSTBERG +2:17.1

    6. J. LATVALA +2:57.1

    7. E. EVANS +3:55.3

    8. M. HIRVONEN +4:50.8

    9. A. MIKKELSEN +5:06.2

    10. J. MELICHAREK +9:49.0

    SS7 Vitrolles-Faye

    Il secondo giorno del Rally di Montecarlo 2014 si apre con la prova più lunga del Monte, i 49 km da Vitrolles a Faye, con un meteo che risparmia la neve ma la converte in pioggia. Tutti montano gomme slick, lasciando due invernali di riserva e il primo a partire, il privato Melicharek, conferma quanto sia sbagliata la scelta controcorrente: quattro invernali non pagano e Mikkelsen lo riprende nel corso della speciale 7.

    Soffre Latvala, che fa peggio del compagno di marca e commenta all’arrivo: «E’ stata una speciale assolutamente orribile, piove e l’asfalto è così scivoloso da sembrare neve». Chi danza senza problemi è Ogier, miglior tempo assoluto e adesso secondo della generale. Rifila 30 secondi a Ostberg, partito prima, ma non sarà il norvegese della Citroen il migliore degli altri.

    Terza tappa del Rally di Monte Carlo

    C’è ancora il sorprendente Bryan Bouffier in seconda posizione, con 11″ da Ogier, poi Meeke a 20″ e Kubica a 24″. Con questi risultati, la generale vede Bouffier ancora leader, ma il vantaggio sul campione del mondo in carica è di 35 secondi, poi Kris Meeke a 47″, Kubica si allontana a 52″ e con un buon margine su Ostberg, quinto a 2 minuti. Il polacco del team RK M-Sport ha confermato che il problema principale è stato l’aquaplaning.

    Prossima speciale, la Selonnet-Brezier di 22 km, poi pausa di metà giornata.

    Camera-car Kris Meeke – SS3

    Cronaca prima giornata

    Si può parlare di situazione “normalizzata” al Rally di Montecarlo 2014 dopo sei prove speciali? Sì e no. Sì perché Sebastien Ogier è tornato a farsi vedere davanti, con la vittoria nelle ultime due prove di giornata, la quinta e la sesta, rispettivamente ripetizione della Rosans-Sainte Marie-La Charce e Montauban sur L’Ouveze. No, perché in testa alla generale c’è Bryan Bouffier su Ford Fiesta RS, abile a mantenere parte del vantaggio accumulato al mattino.

    Dopo il service di metà giornata e due vittorie di Kubica a svegliare il Wrc, è toccato alla Volkswagen mettere prima Latvala e poi due firme di Ogier nella tabella dei tempi. Pessimo inizio per Hyundai, visto che il rally di Neuville è durato 7 km, quello di Sordo – ottimo terzo dopo tre speciali – appena quattro prove, a causa di un problema elettrico mentre si recava al via della quinta di giornata.

    Dani Sordo, Hyundai i20 Wrc Rally Montecarlo

    La chiave delle prestazioni pomeridiane sta nella scelta delle gomme. In Citroen hanno optato per quattro invernali e due supersoft di riserva, stessa cosa per Ford, ma con 2 gomme chiodate di scorta. Le condizioni meteo, là dove stamane nevicava, hanno restituito neve sciolta e bagnato, così le chiodate sono rimaste da parte. In Volkswagen, Ogier ha optato per due invernali, due chiodate e due supersoft: non si è fatto mancare nulla.

    Bouffier e Kubica hanno chiuso la sesta speciale dietro non solo a Ogier, ma anche Latvala, Ostberg – fortunato stamane a non riportare danni dopo un testacoda – Meeke e Hirvonen. Domani si riparte con le due speciali più lunghe del rally, cruciali per gli esiti finali: doppio passaggio da 49 km sulla Vitrolles-Faye.

    Speciali 1-2-3

    Classifica Rally Montecarlo – giornata 1

    1. B. BOUFFIER 1:25:36.6

    2. K. MEEKE +38.8

    3. R. KUBICA +39.5

    4. S. OGIER +47.3

    5. M. OSTBERG +1:20.7

    6. E. EVANS +1:38.6

    7. J. LATVALA +2:20.8

    8. M. HIRVONEN +2:46.9

    9. A. MIKKELSEN +4:06.2

    10. J. MELICHAREK +5:23.4

    L’avvio del rally

    Trovarsi Robert Kubica in testa al Rally di Montecarlo 2014, seppur dopo appena 2 prove speciali, è qualcosa che nemmeno il più ottimista dei tifosi del polacco poteva augurarsi. Eppure, queste sono le risposte che arrivano da Gap e dintorni, dove le condizioni meteo hanno messo in difficoltà tutti, mandando qualcuno già a casa. E’ il caso di Thierry Neuville, a muro dopo 6 km della prima speciale, tradito da un grip che le gomme slick sulla prima neve non potevano dargli. «Dopo il primo intermedio ho perso l’anteriore, ero certamente troppo veloce in una destra normale. Ho cercato di evitare il contatto ma non ce l’ho fatta. I danni ci impediscono di proseguire», ha spiegato il belga.

    Era anche più veloce di Sebastien Ogier al passaggio dopo 4.5 km, il francese partito per primo nelle due speciali d’apertura e non certo esente da difficoltà. Anche per lui, le superslick non hanno funzionato sulla speciale di Orpierre: «E’ molto difficile partire per primo, dobbiamo capire dove arriva la neve e non è semplice. Abbiamo affrontato la [seconda] speciale con calma, su questa siamo stati molto attenti. C’era meno neve e le slick sono andate meglio». Nei primi chilometri, invece, anche per Ogier un contatto alla prima curva della prova e la generale per ora dice quasi 37 secondi da Kubica. Per il polacco non è stata certo una missione semplice quella affrontata al vero debutto. Con la Fiesta RS ha vinto le prime due speciali e basta guardare cosa ha fatto Hirvonen per dar peso alla prestazione di Robert: «E’ stata molto dura, la speciale più difficile della mia vita. Non ci aspettavamo neve, così è diventata davvero rischiosa».

    Quanto sia importante la scelta delle gomme al Monte lo spiega bene la speciale 3 di Montauban-sur-l’Ouvèze, primo passaggio da 19 km che ha visto impiegare due gomme slick e due chiodate a Bouffier, Sordo ed Evans, non a caso i primi tre “big”. Vittoria a Bouffier (per il Montecarlo al volante di una Fiesta RS Wrc) che balza in testa alla generale, poi Evans e Sordo in quinta posizione, dietro anche agli outsider Burri e Chardonnet.

    Classifica Rally Montecarlo 2014 – SS3/15

    1. B. BOUFFIER (FRA) 45:44.2

    2. K. MEEKE (GBR) +13.6

    3. D. SORDO (ESP) +41.5

    4. R. KUBICA (POL) +42.5

    5. E. EVANS (GBR) +46.7

    6. S. CHARDONNET (FRA) +51.7

    7. O. BURRI (CHE) +1:09.0

    8. M. OSTBERG (NOR) +1:14.0

    9. S. OGIER (FRA) +1:19.4

    10. J. MELICHAREK (SVK) +1:55.2

    Anteprima

    Un nuovo marchio automobilistico che non vorrà certo far da comparsa, un corposo rimescolamento di piloti, novità regolamentari: il mondiale Wrc che prenderà il via con il Rally di Montecarlo 2014 ha tutti gli ingredienti per regalare una stagione più viva e meno scontata di quanto non sia stata quella mandata in archivio con il titolo di Sebastien Ogier e della Volkswagen. Proveranno a dar fastidio al binomio franco-tedesco sia la Hyundai, ultima arrivata con la i20 Wrc ma bisognosa del giusto apprendistato, che Ford e Citroen. Chi si trovava nell’abitacolo della DS3 Wrc nel 2013, quest’anno sarà al volante della Fiesta RS e viceversa: Hirvonen e Ostberg si sono scambiati il sedile. Poi c’è l’arrivo di Robert Kubica nel team Qatar M-Sport, mentre Citroen punta sul giovane Kris Meeke, oltre che sulla velocità di Mads Osberg.

    Quanto ai coreani di Hyundai, la formazione è ben assortita, con Thierry Neuville punta di diamante accompagnato da Dani Sordo, oltre ad Atkinson e Hanninen.

    Giovedì prenderà il via il rally di Montecarlo 2014 e le tematiche da tener d’occhio saranno quelle di ogni Monte che si rispetti. La variabilità climatica, la gestione perfetta delle gomme e la loro scelta decideranno gran parte delle sorti del rally. Sarà con ogni probabilità giovedì la giornata più difficile per condizioni meteo, quando a Gap è prevista una pioggia battente, che si alternerà venerdì e sabato con sprazzi di sereno. Il tutto senza dimenticare la neve, copiosa sul Turini e non solo.

    Niente qualifiche, perché da quest’anno a partire per primo sarà il leader di campionato, evitando le scelte tattiche degli anni scorsi, con il più veloce in qualifica che poteva scegliersi la posizione di partenza preferita.

    Prima della Power Stage finale di sabato sera, i 16 chilometri e mezzo della Sospel-Breil sur Roya, si dovranno affrontare altre 14 speciali, con l’ingresso della Vitrolles-Faye, una delle più lunghe dell’intero mondiale con i suoi 49 km: due passaggi nella giornata di venerdì, speciale 7 e speciale 9 da segnare sul programma di gara.

    Programma Rally Montecarlo 2014

    Giovedì 16 gennaio 2014

    SS01 – Orpierre 1 – 25.49 km

    SS02 – Rosans – Ste Marie 1 – 17.98 km

    SS03 – Montauban-sur-l’Ouvèze 1 – 19.34 km

    Regrouping (Gap) alle 11:39

    Service A (Gap), 30 min.

    SS04 – Orpierre 2 – 25.49 km

    SS05 – Rosans – Ste Marie 2 – 17.98 km

    SS06 – Montauban-sur-l’Ouvèze 2 – 19.34 km

    Flexi service B (Gap), 45 min. 17:53

    Parc fermé (Gap) 00.60 20:40

    Venerdì 17 gennaio 2014

    SS07 – Vitrolles – Faye 1 – 49.03 km

    SS08 – Selonnet – Bréziers – 22.68 km

    Regrouping (Gap) alle ore 11:41

    Service D (Gap), 30 min.

    SS09 – Vitrolles – Faye 2 – 49.03 km

    SS10 – Sisteron – Thoard – 36.85 km

    Regrouping (Digne-les-Bains) 15:47

    SS11 – Clumanc – Lambruisse – 20.77 km

    Parc fermé (Monaco) 20:45

    Sabato 18 gennaio 2014

    SS12 – La Bollène Vésubie 1 – 23.40 km

    SS13 – Sospel – Breil-sur-Roya 1 – 16.55 km

    Regrouping (Monaco) alle ore 17:01

    Service F (Monaco), 30+3 min.

    SS14 – La Bollène Vésubie 2 – 23.40 km

    SS15P – Sospel – Breil-sur-Roya 2 – 16.55 km

    Service G (Monaco), 10+3 min. 22:28

    Parc fermé (Monaco) 01.35 22:41