Wroom 2012, Montezemolo: vorrei Ferrari schifosa ma vincente

Wroom 2012, Montezemolo: vorrei Ferrari schifosa ma vincente

Formula 1: al Wroom 2012 ha parlato anche il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo che ha chiarito aspettative e scelte strategiche per l'anno che sta cominciando

da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Luca Cordero di Montezemolo, Wrooom
Ultimo aggiornamento:

    wroom 2012, montezemolo- ferrari

    Non esiste Wroom di Madonna di Campiglio senza qualche dichiarazione del presidente della Ferrari Luca di Montezemolo. Stavolta, il numero uno di Maranello riparte dalle parole di Stefano Domenicali che anticipavano una Ferrari 2012 non bella esteticamente. “La macchina sarà bruttina? - ha detto scherzando – Io vorrei che fosse schifosa: lo dico provocatoriamente perché vorrei che fosse vincente, affidabile ma anche simpatica, nel senso che sappia vincere sorridendo!”

    FERRARI F1 2012. “Presenteremo la nuova macchina il 3 febbraio prossimo a Maranello e la mia speranza è quella di tutti i nostri tifosi, vale a dire di avere sin dall’inizio una macchina competitiva. Sarà un campionato interessante, con tanti campioni del mondo al via – ha ricordato Montezemolo - Vedo i nostri ragazzi, Felipe e Fernando, molto in forma ma tutti stanno lavorando al massimo in ogni dettaglio”. Secondo il presidente del Cavallino Rampante, in un’annata difficile come si preannuncia quella 2012 per l’intero popolo italiano, la Ferrari ha il dovere di regalare qualche gioia sportiva:“Ognuno di noi, qualunque sia il nostro mestiere, deve contribuire a tenere alto il nome del Paese nel mondo. Da noi c’è un grande impegno, sia sulla preparazione della vettura che da parte dei piloti: abbiamo fiducia e speriamo bene”.

    WROOM 2012. Sono ventidue anni che il Wroom è l’appuntamento fisso della prima parte di Gennaio per la Ferrari.

    Montezemolo ha sottolineato la tradizione che riunisce il team a Madonna di Campiglio per poi parlare della rottura con il passato che ha investito la Gestione Sportiva:“Abbiamo fatto dei nuovi innesti nella squadra ma sempre nell’ottica di un’evoluzione dinamica dell’organizzazione, senza fare una rivoluzione, come accaduto tante volte nei miei vent’anni di presidenza. Lo facciamo perché non vogliamo pagare troppo caro il prezzo di essere isolati, noi basati in Italia, rispetto al grosso del mondo della Formula 1, uno sport che vede la stragrande maggioranza delle squadre avere la sede in Inghilterra”. Non per questo si deve pensare ad una Ferrari troppo snaturata nella sua anima dalla presenza di menti straniere:”Restiamo una squadra italiana – ha precisato Montezemolo - dei circa seicento componenti della Scuderia solo il 20% viene dall’estero. Certo, ora Domenicali dovrà rassegnarsi ad essere sostituito da un cinese: lo stiamo facendo crescere all’interno….”, ha concluso con una battuta.

    479

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ferrari F1Formula 1 2017Luca Cordero di MontezemoloWrooom
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI