WTCC Marrakech 2013, spettacolo in Marocco: gare vinte da Nykjaer e Oriola

da , il

    Oriola WTCC marrakech

    Prime vittorie in carriera per Michel Nykjaer e Pepe Oriola. Il norvegese si impone nella prima gara con la sua Chevrolet davanti all’ottimo Gabriele Tarquini che, dopo una fantastica Pole, si deve inchinare alla maggiore velocità dell Cruze. In gara-2, con i primi 10 della qualifica invertiti, vede il trionfo del giovanissimo Oriola sulla Seat, davanti a sua maestà Yvan Muller, terzo Chilton. Ma andiamo con ordine e passiamo all’analisi delle due gare.

    Nykjaer alla prima vittoria in carriera

    La partenza lanciata di gara-1 vede Tarquini mantenere senza grossi patemi la posizione seguito da Nykjaer e Nash, mentre dietro è grande battaglia tra Huff, Muller. Il pilota della Chevrolet dopo vari tentativi riesce a superare il Campione del Mondo 2012, mentre al quinto giro Nykjaer supera Tarquini. Al giro numero 6 Monteiro va a sbattere e termina la sua gara, e per rimuovere la sua Honda deve scendere in pista la Safety Car. La rimozione della vettura stoppa la gara per diversi giri. La straordinaria lentezza dei commissari marocchini fa sì che la corsa riparte con solo 2 giri a disposizione. Tarquini ci prova a mettere pressione al norvegese ma non riesce a riprendersi la prima posizione, mentre dietro Muller prova a sopravanzare l’ottimo Nash senza successo. Finisce quindi con la prima vittoria in carriera nel WTCC per Michel Nykjaer davanti a Tarquini, Nash, Muller e Huff.

    Gara-2: vince il 18enne Oriola, Tarquini Out

    - Gara-2 parte con i primi 10 della qualifica invertiti, quindi Gabriele Tarquini parte dalla decima piazza, mentre in pole c’è Fernando Monje seguito da Oriola, poi Basseng e Huff, Nykjaer settimo e Huff ottavo. La partenza da fermo vede le 4 Seat davanti a tutti diventare subito 3 per la grande partenza di Yvan Muller che si porta dietro Huff. In testa Oriola supera Monje che, alla dine del primo giro, ostacola Huff nel sorpasso. Il Campione del Mondo 2012 rompe la sospensione e dice addio alla gara, mentre Monje poco dopo va a sbattere. In testa quindi Oriola davanti a Muller, poi Chilton Basseng, Nash e Tarquini che dalla decima posizione arriva alla sesta in sole due tornate. Al terz’ultimo giro Gabriele sbaglia una chicane e va a sbattere contro il muro coinvolgendo nell’incidente Macdowall. Entra la Safety Car e la gara in pratica si conclude qui. Vince Oriola sulla Seat, davanti a Muller e Chilton.

    In classifica Muller allunga su Nykjaer e Tarquini. Appuntamento tra tre settimane in Repubblica Slovacca per il terzo appuntamento stagionale.

    Le qualifiche

    In Marocco è Gabriele Tarquini a finire davanti a tutti nelle qualifiche, grazie ad un fantastico primo tentativo in Q2 che lo mette in prima posizione con il tempo di 1.44.358. Al secondo posto un fantastico James Nash che si piazza davanti ad Yvan Muller, vera delusione di queste qualifiche.

    Honda in Pole Position

    La casa giapponesi ci ha messo 5 gran premi per ottenere la prima Pole nel mondiale WTCC, Gabriele Tarquini solo 2 gare. Sul tracciato marocchino con caratteristiche non distanti da Monza, il pilota italiano sfrutta benissimo le scie offerte dalle Chevrolet e nel primo tentativo in Q2 stampa un tempo irraggiungibile da tutti. Solo Tom Chilton si avvicina nei primi due parziali, ma nel terzo settore viene ostacolato dal compagno di squadra Muller e si deve accontentare della quinta posizione. La Pole è sicuramente una sorpresa per Tarquini, anche se aveva dimostrato di sapere andare forte su questo circuito, lo dimostra anche il fatto che il pilota della Honda ha ottenuto anche il miglior tempo in Q1.

    Delusione Muller, male Huff

    Ci si aspettava un dominio incontrastato di Yvan Muller quest’oggi, ma l’alsaziano è la vera delusione di oggi. Mai veramente competitivo, si accontenta della terza piazza e ostacola pure il compagno di squadra Chilton lanciato verso la Pole nel giro finale. Ancora peggio il campione del Mondo in carica, qualificato per la Q2 per il rotto della cuffia e solo settimo in griglia.

    La preview del Gran Premio del Marocco

    Il Campionato del Mondo Turismo si trasferisce in Marocco per la terza e quarta gara stagionale del Mondiale WTCC. Sul circuito di Marrakech, Le berline da turismo tornano a gareggiare dopo le prime due gare a Monza condizionate da un diluvio costante. Il mattatore incontrastato del weekend italiano è stato certamente Yvan Muller e la sua Cruze. Il pilota francese ha vinto entrambe le gare, portandosi in testa al mondiale con 55 punti. La casa americana ha gioito anche per il secondo posto di Chilton ed il terzo di Alex MacDowall in gara-1, mentre in gara-2 dietro il francese si è piazzata sempre la Chevrolet, questa volta del team Nika Racing di Michel Nykjaer.

    Gabriele Tarquini, passato alla Honda dopo ben 7 anni in Seat, è pronto per una nuova sfida sulle strade del circuito marocchino a bordo della sua Civic. L’italiano ha debuttato con la nuova squadra in maniera gagliarda, cogliendo un insperato podio in gara-2. Ora tocca l’impresa più difficile: confermarsi.

    Rob Huff pronto al riscatto

    Monza è stata un autentico incubo per Rob Huff. Il campione del Mondo in carica ha rovinato gara-1 uscendo già in qualifica e si è piazzato solo sesto, mentre nella seconda corsa non è andato oltre al decimo posto. Un inizio difficile per l’inglese della Seat, ma in Marocco la musica sarà diversa, e l’impressione che potrà essere una sfida a due con Muller.

    La grande novità del 2013: Derapate va in RADIO!

    Ma il meglio del meglio arriva alla fine: DERAPATE E’ IN RADIO! Grazie alla collaborazione con il Gruppo CNR, al termine di ogni Gran Premio di Formula 1 e MotoGP, Fabio Psoroulas e Luca Zucconi inteverranno all’interno del Giornale Radio, per commentare la gara appena conclusa.