Yamaha: Ben Spies svilupperà la M1?

Tutti noi non vediamo l'ora di vedere il texano Ben Spies confrontarsi con i top rider nel prossimo campionato mondiale MotoGP, ma in Yamaha i riflettori sono davvero tutti puntati su Texas Terror

da , il

    Tutti noi non vediamo l’ora di vedere il texano Ben Spies confrontarsi con i top rider nel prossimo campionato mondiale MotoGP, ma in Yamaha i riflettori sono davvero tutti puntati su Texas Terror.

    La casa dei tre diapason ha puntato molto sul campione della Superbike, che in pratica è un loro pilota ufficiale (sotto contratto Yamaha Racing) prestato per il 2010 al Team Monster Tech 3. E infatti Spies avrà una M1 ufficiale e si occuperà anche di parte dello sviluppo della moto.

    Ben Spies in sella a una Yamaha M1: fin dove potrà spingersi il rookie più atteso della stagione? Si pensa lontano, molto lontano. Forse sarà proprio lo statunitense, messi da parte Casey Stoner e Jorge Lorenzo, il vero erede di Valentino Rossi. Tutti nel circus ne dicono un gran bene, del resto lo abbiamo visto tutti di che pasta è fatta, e lo conferma Lin Jarvis, che in un’intervista ha rivelato rivela che Spies sarà incorporato nello sviluppo del nuovo motore montato sulla M1: un privilegio per Elbows, dato che in passato le moto del Team Tech 3 erano soltanto simili alle M1 del Team Fiat Yamaha, con gli aggiornamenti che gli arrivavano con qualche gara do ritardo.

    Ma cosa pensa Spies della sua nuova moto? “Ho solo bisogno di più giri con le nuove gomme. Ci vuole tempo e ogni volta che ho messo un nuovo set up sulla moto, ero più veloce, ma non come avrei voluto. Almeno so che posso migliorare. Non è difficile, ma devi riuscire a farlo se vuoi combattere con questi ragazzi e avere una chance.”

    La Yamaha è ai piedi di Ben Spies, dunque, mentre probabilmente in Suzuki si stanno battendo il petto per esserselo lasciato scappare dopo che il texano aveva corso con loro da quando aveva sedici anni. Un grave errore di cui sicuro si stanno pentendo.