Yamaha: Lorenzo al Mugello senza paura

Il pilota maiorchino, Jorge Lorenzo arriva al quarto appuntamento della stagione del Mugello con la carica di leader della classifica generale piloti davanti a Valentino Rossi, con la convinzione di poter mantenere quella posizione fino alla fine

da , il

    Il nuovo leader della gradutoria iridata della MotoGP 2010, Jorge Lorenzo arriva al quarto appuntamento della stagione sul tracciato del Mugello, sapendo di affrontare una prova difficile in casa del rivale al titolo mondiale, Valentino Rossi. Il centauro maiorchino del Fiat Yamaha Team sa bene che la pista toscana è territorio privilegiato del compagno di squadra, ma sa anche che quest’anno può puntare, in tutte le gare, al gradino più alto del podio, avendo creato un pacchetto tecnico di moto, gomme e setting davvero perfetto sulla propria M1.

    Il pilota maiorchino della Yamaha M1, Jorge Lorenzo arriva al quarto appuntamento della stagione sul tracciato italiano del Mugello con la carica di leader della classifica generale piloti davanti al team mate Valentino Rossi, con la convinzione di poter mantenere la vetta del Motomondiale fino alla fine dei giochi.

    Ricordiamo che, in questa stagione lo spagnolo ha trionfato a Le Mans e a Jerez, mentre nella gara di esordio tra le curve del Qatar, è riuscito a guadagnare la seconda posizione nonostante l’infortunio alla spalla.

    Il prossimo step italiano della MotoGP, per Lorenzo è la prova del nove, visto che si corre nel circuito dove Rossi ha collezionato sette vittorie di fila e dove proprio l’anno scorso, in circostanze meteo molto variabili, vinse Casey Stoner. Tutto è possibile, soprattutto se l’australiano dovesse nuovamente autoeliminarsi!

    Il maiorchino vice campione del mondo 2009, sente che il 2010 è l’anno giusto per strappare una preziosa vittoria sulla pista italiana: “c’è ancora da migliorare la partenza e anche se a Le Mans l’ho migliorata non posso dire di aver risolto il problema. Non vado a Mugello partendo come sconfitto, so che Rossi avrà il sostegno dei tanti tifosi ma ogni volta ho più tifosi dalla mia parte e non mi metto limiti”.