Yamaha-Lorenzo: “resto anche nel 2011″

Dopo la vittoria tra le curve amiche di Jerez, Jorge Lorenzo ha conquistato la vetta della classifica mondiale e guarda con rinnovato ottimismo al suo futuro

da , il

    Dopo aver conquistato la vittoria nel Gran Premio di Spagna 2010, Jorge Lorenzo ha ottenuto la leadership della classifica mondiale della MotoGP, anche grazie all’inaspettato secondo posto rimediato nella gara di esordio sul tracciato internazionale di Losail. Adesso, lo spagnolo della M1 guarda con tranquillità al proprio futuro e in un’intervista alla Bbc confida che lo vorrebbe ancora legato alla Yamaha e al suo compagno di squadra, Valentino Rossi. Proprio il pesarese, tra l’altro, ha sempre parlato in modo vago del proprio avvenire, flirtando a turno con Ferrari, Ducati e Yamaha.

    Con la vittoria tra le curve amiche di Jerez de la Frontera, il centauro maiorchino Jorge Lorenzo ha conquistato la vetta della classifica mondiale del Motomondiale 2010 e guarda con rinnovato ottimismo al suo futuro, che più volte è stato messo in dubbio dai suoi vecchi manager del 2009.

    Lorenzo, in una recentissima intervista alla Bbc, ha confidato che vuole restare in sella alla Yamaha M1 anche nel 2011, in compagnia del suo attuale collega, nonchè campione del mondo MotoGP, Valentino Rossi, del quale futuro non si conosce ancora molto: “voglio restare anche nel 2011 e oltre. Spero di continuare ad avere come compagno di team Valentino Rossi. Io da lui ho molto da imparare, quindi stare nel suo stesso team è positivo. D’altra parte, ci sarà sempre uno dei due che sarà più veloce dell’altro pur con la stessa moto”.

    Nello scorso anno, il numero 99 della Yamaha è stato più volte accostato ai colori della Ducati, ma alla fine non se ne fece più nulla e lo spagnolo, nonostante i tanti soldi offerti da Borgo Panigale, preferì restare nel Team Fiat, sicuro di una moto più competitiva e guidabile rispetto alla Desmosedici.

    Jorge, però, ammette che alla fine del 2009 è stato vicino all’addio: “nel 2009 sono stato molto vicino a lasciare la Yamaha, non posso mentire, l’offerta della Ducati era molto interessante, tanti soldi e una moto veloce”.

    Dalle dichiarazioni del pilota iberico traspare una fiducia ritrovata nei propri mezzi grazie alla vittoria del GP di Spagna e per la sua adorata Yamaha ci sono solo parole di gratudine: “la Yamaha ha sempre dimostrato di credere in me, sin da quando sono arrivato da campione del mondo della 250cc. Questo aspetto mi ha fatto passare la voglia di cambiare squadra”.