Yamaha: Lorenzo vuole anche il Mugello

Dopo la bella vittoria ottenuto sul circuito francese di Le Mans, il pilota iberico della M1, Jorge Lorenzo vuole conquistare il suo terzo successi consecutivo nel prossimo appuntamento della MotoGP che si terrà al Mugello

da , il

    La MotoGP 2010 del pilota maiorchino della Yamaha, Jorge Lorenzo non poteva cominciare in modo migliore dopo le due vittorie consecutive guadagnate, con merito, sulle piste di Jerez de la Frontera e di Le Mans. Grazie a questo tesoretto di punti e al secondo posto ottenuto nell’esordio tra le curve di Losail, lo spagnolo della M1 è diventato il nuovo laeder del Motomondiale, scalzando il team mate italiano, Valentino Rossi. In prospettiva del Mugello e con soli nove punti di vantaggio sull’italiano, in graduatoria generale, Lorenzo cercherà di attaccare fin da subito.

    Dopo la bella vittoria ottenuta sul circuito francese della storica 24 ore di Le Mans, il pilota iberico della Yamaha M1, Jorge Lorenzo vuole conquistare il suo terzo successo consecutivo nel prossimo appuntamento della MotoGP che si terrà al Mugello.

    Dopo le prime tre gare il nuemero 99 del Team Fiat ha conquistato la vetta della classifica mondiale piloti 2010 e in prospettiva del prossimo step del Motomondiale al Mugello, lo spagnolo, si sente così ottimista al punto tale di pensare di vincere anche sul tracciato italiano.

    Come sappiamo, la pista toscana della Classe Regina è uno di quegli appuntamenti al quale non vorrà mancare sicuramente, l’attuale campione del mondo, Valentino Rossi che proprio qui ha trionfato ben nove volte.

    Il distacco tra i due centauri Yamaha in classifica generale è di sole nove lunghezze a favore dello spagnolo, per cui la gara italiana che si disputerà il 6 giugno diventa uno snodo fondamentale per la lotta iridata.

    Nel frattempo Lorenzo, in virtù del suo eccellente stato di grazia, lancia la sfida a Rossi: “non mi sono mai sentito così bene fisicamente, ma non ho un’ossessione per il Mondiale e certo non penso di portare a casa sette o nove campionati del mondo. Valentino può vincere ancora e io non ho mai voluto il muro nel nostro box. Il Mugello sarà una gara molto difficile. Vedrò se attaccare subito o accontentarmi e rimanere sulla difensiva”.