Yamaha: M1 mitica grazie a Valentino Rossi

Grande Yamaha grazie a Valentino Rossi: secondo Jeremy Burgess, capotecnico di Valentino Rossi, la Yamaha YZR-M1 sta prendendo il posto della mitica Honda NSR, una delle moto da corsa più grandi della storia

da , il

    Una grande Yamaha grazie a Valentino Rossi: secondo Jeremy Burgess, capotecnico del campione del mondo MotoGP, la Yamaha YZR-M1 sta prendendo il posto della mitica Honda NSR, una delle moto da corsa più grandi della storia.

    E tutto questo proprio grazie al lavoro di sviluppo svolto in questi anni da Valentino Rossi, che ha portato la Yamaha M1 a migliorare continuamente fino ad arrivare al top della MotoGP, vincendo due mondiali consecutivi (nel 2008 e nel 2009).

    Jeremy Burgess sempre più “guru”: il capotecnico di Valentino Rossi tesse le lodi della Yamaha YZR-M1, motocicletta che a quanto sostiene l’australiano entrerà nella storia del motociclismo sportivo, alla pari di un’altra mitica due ruote, la Honda NSR.

    Secondo Burgess, da quando il Dottore è arrivato in Yamaha la moto è migliorata sempre costantemente fino ad arrivare ad essere la moto di riferimento della categoria: la Yamaha M1 ha vinto 11 volte nel 2008 e 10 volte nel 2009!

    E’ fantastico e la Yamaha ha svolto davvero un ottimo lavoro,” ha dichiarato Burgess, “Nel 2007 la Ducati è stata un’avversaria che aveva pneumatici Bridgestone mentre la Michelin non aveva lavorato bene per cui abbiamo incontrato molte difficoltà. Nel 2008 abbiamo lasciato le Michelin e la moto è migliorata ancora e lo scorso anno abbiamo avuto la velocità delle Ducati e un pacchetto più raffinato. E’ esattamente la moto che ogni capo-meccanico vorrebbe avere, penso che questa sia la NSR di questa nuova generazione.

    Queste le parole di Burgess. E ora tutti a chiedersi: Valentino lascerà questo bolide per salire in sella alla scommessa Ducati?