Yamaha: McCoy sostituisce Valentino Rossi?

Uno dei papabili a salire in sella alla Yamaha di Rossi è l'australiano Garry McCoy, che si è da poco svincolato dalla FB Corse, l'ormai famigerato scuderia italiana che doveva partecipare al mondiale MotoGP ma che nessuno ha mai visto in pista

da , il

    In Yamaha si cerca ancora il sostituto di Valentino Rossi in sella alla seconda M1. La scuderia giapponese non ha fretta, anche perché per i prossimi due gran premi Jorge Lorenzo può benissimo correre da solo, ma un secondo pilota andrà comunque scelto, soprattutto se i tempi di recupero del Dottore dovessero dilatarsi oltre ogni previsione.

    Uno dei papabili a salire in sella alla Yamaha di Rossi è l’australiano Garry McCoy, che si è da poco svincolato dalla FB Corse, l’ormai famigerato scuderia italiana che doveva partecipare al mondiale MotoGP ma che nessuno ha mai visto in pista.

    Garry McCoy e la FB Corse hanno trovato un accordo di “separazione consensuale”: il rider australiano voleva infatti rientrare in MotoGP, ma al momento la moto della Oral engineering è ancora poco sviluppata e un suo debutto in classe regina appare quanto mai remoto. Ed ecco che l’incidente di Valentino Rossi potrebbe diventare l’occasione che McCoy tanto aspettava…

    Il mio obiettivo è quello di tornare al campionato del mondo,” ha dichiarato McCoy, “Ho pensato che la FB Corse era pronta a fare il passo ma fino ad ora non sono riusciti a farlo. Speriamo che presto, sarò in grado di aggiornarvi con ulteriori notizie.”

    Davide Brivio continua a ripetere che Vale ritornerà per la gara di Brno, ma in realtà i tempi di recupero del nove volte iridato potrebbero non essere così brevi e di fatto la soluzione McCoy ha tutte le carte in regola per diventare più che una mera ipotesi: l’australiano ha giù pilotato la Yamaha 500 e potrebbe essere l’uomo giusto a sostituire Rossi in sella alla Yamaha M1 del Team Fiat Yamaha.