Yamaha SBK: Melandri pronto per la sfida Superbike

Il team Yamaha Sterilgarda si rinnova in vista del campionato del mondo Superbike 2011: la casa giapponese ha raggiunto di recente per correre il prossimo WSBK con l'italiano Marco Melandri, proveniente dalla MotoGP dove quest'anno gareggia col Team Honda Gresini

da , il

    Il team Yamaha Sterilgarda si rinnova in vista del campionato del mondo Superbike 2011: la casa giapponese ha raggiunto di recente per correre il prossimo WSBK con l’italiano Marco Melandri, proveniente dalla MotoGP dove quest’anno corre col Team Honda Gresini.

    Il ventottenne ravennate prenderà il posto del britannico Cal Crutchlow, promosso in classe regina dove correrà nel Team Monster Yamaha Tech 3 in sella alla M1 di Ben Spies, che dal prossimo anno sarà il nuovo compagno di squadra di Jorge Lorenzo nel team ufficiale Yamaha.

    Marco è un pilota di riferimento e un grande nome per la Superbike,” ha annunciato Laurens Klein Koerkamp, Racing Manager Yamaha Motor Europe, “Ha tanta esperienza ed è motivato a vincere nella nuova categoria.

    
”Sono molto felice di correre il prossimo mondiale Superbike con una squadra che oltre a essere un top team ha un pacchetto tecnico molto competitivo,” ha dichiarato Melandri, “Sarà una bella sfida e un cambiamento importante per me e mi permetterà di tornare in sella a una Yamaha, casa con la quale ho lavorato in giovane età in MotoGP e con la quale voglio lottare per vincere in una categoria difficile come la Superbike.”

    Marco Melandri è stato campione del mondo della classe 250. In MotoGP ha ottenuto un secondo posto assoluto e cinque vittorie che si vanno a sommare alle dieci conquistate nella quarta di litro. E dalle sue parole capiamo che la Superbike forse non viene vissuto più tanto come un declassamento dalla classe regina del Motomondiale: dopo la vittoria lo scorso anno di Ben Spies, rivelatosi pilota di razza anche in MotoGP, e la fantastica cavalcata di Max Biaggi in sella all’Aprilia la SBK può benissimo rappresentare una sfida stimolante per molti piloti.