Yamaha Tech 3 – Anche qui arriva il “muro”!

Monster Yamaha Tech 3 issa un muro tra i due piloti Colin Edwards e James Toseland: tra i due non corre buon sangue e il team ha deciso di adottare la stessa pratica già adottata da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

da , il

    Monster Yamaha Tech 3 2009

    Che i due non si scambiassero troppi complimenti si era visto.

    Adesso, è stato anche accertato che, proprio come successo nel team Fiat Yamaha, anche il team Yamaha Tech 3 ha deciso di issare un muro tra i due piloti, Colin Edwards e James Toseland.

    I primi lapilli dichiarati e visibili anche all’ esterno erano stati provocati dal cambio di capi-meccanici all’ interno del team: un walzer con chiave a brugola, in sostanza, che aveva rivoluzionato il team tecnico dell’ uno e dell’ altro pilota.

    Poi, alcune parole volate in qualche intervista di Colin Edwards avevano fatto intuire che le cose tra i due piloti non andassero per il meglio, ma nessuno aveva deliberatamente dichiarato guerra aperta tra i due contendenti, anche se James Toseland non si era fatto vedere particolarmente radioso.

    E invece…

    Oggi è stata la giornata campale in cui non solo è stata svelata la nuova livrea del team Yamaha Tech 3, ma anche il layout interno del paddock, con una sorpresa: un possente muro divisorio tra la parte di box riservata al pilota americano e quella destinata al pilota inglese.

    Così, oltre al giallo e nero della nuova livrea della moto vestita con i nuovi colori del team Monster Yamaha Tech3, è stato svelato anche il nero degli animi dei due bikers: la sessione fotografica, infatti, ha immortalato il muro all’ interno del paddock.

    Sembra che in Yamaha, nonostante i tre diapason, i piloti non riescano proprio ad “accordarsi”…