Fernando Alonso biografia (Foto)

1 di 43
    continua
    http://derapate.allaguida.it/foto/fernando-alonso-biografia_2563.html
    Buon compleanno Fernando Alonso!
    Buon compleanno Fernando Alonso!. Fernando Alonso nasce ad Oviedo il 29 luglio 1982. Ripercorriamo la carriera del Fenomeno della Ferrari!

    Buon compleanno Fernando Alonso!

    Fernando Alonso nasce ad Oviedo il 29 luglio 1982. Ripercorriamo la carriera del Fenomeno della Ferrari!

    Fernando Alonso nasce ad Oviedo il 29 luglio 1982. Ripercorriamo la carriera del Fenomeno della Ferrari!

    Primi giri sui Kart

    Primi giri sui Kart

    Fernando Alonso Díaz, il terzo pilota più giovane di sempre a partecipare ad una gara di Formula Uno, nasce a Oviedo, capoluogo delle Asturie regione nord-occidentale della Spagna il giorno 29 luglio 1981. Figlio di José Luis, meccanico presso una fabbrica di esplosivi, e di Ana Maria, impiegata in un grande magazzino. La passione per i motori arriva direttamente dal padre, corridore dilettante di kart. José Luis costruisce così un kart destinato a Lorena, sorella maggiore di Fernando. Sarà però quest'ultimo a venir colpito dall'interesse per questo sport.

    Fernando Alonso Díaz, il terzo pilota più giovane di sempre a partecipare ad una gara di Formula Uno, nasce a Oviedo, capoluogo delle Asturie regione nord-occidentale della Spagna il giorno 29 luglio 1981. Figlio di José Luis, meccanico presso una fabbrica di esplosivi, e di Ana Maria, impiegata in un grande magazzino. La passione per i motori arriva direttamente dal padre, corridore dilettante di kart. José Luis costruisce così un kart destinato a Lorena, sorella maggiore di Fernando. Sarà però quest'ultimo a venir colpito dall'interesse per questo sport.

    Da bambino

    Da bambino

    La famiglia asseconda l'interesse del giovane pilota in erba, e anche l'esordio presenta difficoltà di carattere economico, Fernando si rivela in breve un piccolo campioncino. A partire dal 1990, con il suo kart, vince innumerevoli gare che attirano altrettanti sponsor.

    La famiglia asseconda l'interesse del giovane pilota in erba, e anche l'esordio presenta difficoltà di carattere economico, Fernando si rivela in breve un piccolo campioncino. A partire dal 1990, con il suo kart, vince innumerevoli gare che attirano altrettanti sponsor.

    gare nei kart

    gare nei kart

    Con il sostegno dal padre, partecipò da bambino a competizioni di kart in Spagna. La prima vittoria per Alonso giunse a 7 anni nel 1988, il primo degli otto successi che gli permise di aggiudicarsi il titolo della sua categoria

    Con il sostegno dal padre, partecipò da bambino a competizioni di kart in Spagna. La prima vittoria per Alonso giunse a 7 anni nel 1988, il primo degli otto successi che gli permise di aggiudicarsi il titolo della sua categoria

    Foto da piccolo

    Foto da piccolo

    La svolta arrivò quando, non ancora dodicenne, venne notato nel Campionato catalano da Genis Marcó, propriatario della Genikart e importatore di telai e motori. Fu con lui che nel 1993 riuscì ad imporsi a livello nazionale[14]. Da questo momento il poi le vittorie per il giovane Alonso si susseguirono: 3º ai Mondiali di Braga 1995, 1º a quelli di Gand 1996, diversi titoli Nazionali e vittorie anche in Italia e Francia

    La svolta arrivò quando, non ancora dodicenne, venne notato nel Campionato catalano da Genis Marcó, propriatario della Genikart e importatore di telai e motori. Fu con lui che nel 1993 riuscì ad imporsi a livello nazionale[14]. Da questo momento il poi le vittorie per il giovane Alonso si susseguirono: 3º ai Mondiali di Braga 1995, 1º a quelli di Gand 1996, diversi titoli Nazionali e vittorie anche in Italia e Francia

    Debutto su una F1 a Jerez nel 99

    Debutto su una F1 a Jerez nel 99

    Nell'anno 1998, un ex-driver di casa Minardi, da l'opportunità a Fernando di provare l'ebbrezza di entrare nell'abitacolo di una monoposto di Formula Uno. Il risultato è sorprendente, il pilota appena diciassettenne eguaglia il più esperto e forse futuro collega Marc Gene.

    Nell'anno 1998, un ex-driver di casa Minardi, da l'opportunità a Fernando di provare l'ebbrezza di entrare nell'abitacolo di una monoposto di Formula Uno. Il risultato è sorprendente, il pilota appena diciassettenne eguaglia il più esperto e forse futuro collega Marc Gene.

    Fernando Alonso in Minardi

    Fernando Alonso in Minardi

    Sono passati appena due anni e nel 2001, la Minardi fa esordire il pilota iberico alla partenza della stagione nel corso del Gran Premio d'Australia

    Sono passati appena due anni e nel 2001, la Minardi fa esordire il pilota iberico alla partenza della stagione nel corso del Gran Premio d'Australia

    Alonso nel 2001

    Alonso nel 2001

    Alonso fu il terzo pilota più giovane di sempre a partecipare a un Gran Premio di Formula 1 quando esordì al Gran Premio d'Australia 2001 con la Minardi[16]. Il team fu nella prima parte della stagione sotto il controllo del nuovo proprietario Paul Stoddart[17], e la vettura affidata ad Alonso, la PS01, non si mostrò né rapida né tantomeno affidabile. Nondimeno le sue prestazioni furono buone tanto che, nella gara d'esordio, Alonso riuscì a far segnare il 19º tempo in qualifica, precedendo piloti alla guida di vetture più competitive. Alla quarta gara di Imola riuscì a stare davanti a entrambe le Benetton, particolarità che si sarebbe ripetuta più tardi nel campionato[15]. Nella corsa finale a Suzuka chiuse 11º e il direttore del team Stoddart, quattro anni dopo, descrisse la sua prova come «53 giri da qualifica». A far notizia non fu tanto la posizione conquistata, quanto il numero di avversari di maggior esperienza messi alle spalle: Heinz-Harald Frentzen della Prost, la BAR-Honda di Olivier Panis, le due Arrows e Alex Yoong, nuovo compagno di squadra. Chiuse la stagione a 0 punti.

    Alonso fu il terzo pilota più giovane di sempre a partecipare a un Gran Premio di Formula 1 quando esordì al Gran Premio d'Australia 2001 con la Minardi[16]. Il team fu nella prima parte della stagione sotto il controllo del nuovo proprietario Paul Stoddart[17], e la vettura affidata ad Alonso, la PS01, non si mostrò né rapida né tantomeno affidabile. Nondimeno le sue prestazioni furono buone tanto che, nella gara d'esordio, Alonso riuscì a far segnare il 19º tempo in qualifica, precedendo piloti alla guida di vetture più competitive. Alla quarta gara di Imola riuscì a stare davanti a entrambe le Benetton, particolarità che si sarebbe ripetuta più tardi nel campionato[15]. Nella corsa finale a Suzuka chiuse 11º e il direttore del team Stoddart, quattro anni dopo, descrisse la sua prova come «53 giri da qualifica». A far notizia non fu tanto la posizione conquistata, quanto il numero di avversari di maggior esperienza messi alle spalle: Heinz-Harald Frentzen della Prost, la BAR-Honda di Olivier Panis, le due Arrows e Alex Yoong, nuovo compagno di squadra. Chiuse la stagione a 0 punti.

    Debutto in Minardi

    Debutto in Minardi

    I discreti risultati lo fecero conoscere a tutto il mondo e attirarono l'attenzione di molte scuderie di punta di Formula 1. Nel mese di settembre dello stesso anno la stampa europea sostenne che la Sauber volesse cercare di rimpiazzare Kimi Räikkönen con lo spagnolo ancorché, sia Felipe Massa, sia il collaudatore della Jaguar André Lotterer parevano essere in vantaggio rispetto allo stesso Alonso[19]. Un mese più tardi Massa fu scelto dalla scuderia svizzera per il 2002[20].

    I discreti risultati lo fecero conoscere a tutto il mondo e attirarono l'attenzione di molte scuderie di punta di Formula 1. Nel mese di settembre dello stesso anno la stampa europea sostenne che la Sauber volesse cercare di rimpiazzare Kimi Räikkönen con lo spagnolo ancorché, sia Felipe Massa, sia il collaudatore della Jaguar André Lotterer parevano essere in vantaggio rispetto allo stesso Alonso[19]. Un mese più tardi Massa fu scelto dalla scuderia svizzera per il 2002[20].

    La Minardi

    La Minardi

    Così nel 2002 Fernando Alonso è ormai sotto l'egida del ben noto "geometra" Flavio Briatore, che lo impiega per quella stagione come test-driver. La scuderia è la francese Renault, e il neoassunto si impegna per farsi valere, infatti al termine della campionato il manager cuneese lo promuove come seconda guida al posto dell'inglese Jenson Button affiancandolo all'italiano Jarno Trulli, altra "scoperta" di mister Briatore.

    Così nel 2002 Fernando Alonso è ormai sotto l'egida del ben noto "geometra" Flavio Briatore, che lo impiega per quella stagione come test-driver. La scuderia è la francese Renault, e il neoassunto si impegna per farsi valere, infatti al termine della campionato il manager cuneese lo promuove come seconda guida al posto dell'inglese Jenson Button affiancandolo all'italiano Jarno Trulli, altra "scoperta" di mister Briatore.

    Brasile 2003

    Brasile 2003

    Il 2003 è una stagione altalenante, fatta di grandi conquiste e di piccole disfatte. Il 23 marzo Alonso vince le qualifiche del gran premio malese, il 6 aprile è protagonista di un brutto incidente ad Interlagos in Brasile

    Il 2003 è una stagione altalenante, fatta di grandi conquiste e di piccole disfatte. Il 23 marzo Alonso vince le qualifiche del gran premio malese, il 6 aprile è protagonista di un brutto incidente ad Interlagos in Brasile

    La prima vittoria in Ungheria

    La prima vittoria in Ungheria

    Divenne in seguito alla vittoria all'Hungaroring il più giovane pilota in Formula 1 ad aver vinto una corsa[28]. Chiuse l'anno al sesto posto in classifica generale, con 55 punti e quattro podi.

    Divenne in seguito alla vittoria all'Hungaroring il più giovane pilota in Formula 1 ad aver vinto una corsa[28]. Chiuse l'anno al sesto posto in classifica generale, con 55 punti e quattro podi.

    la vittoria del primo titolo mondiale

    la vittoria del primo titolo mondiale

    L'Asturiano ben aiutato da una vettura veloce su tutti i circuiti e quindi molto equilibrata, vince il suo primo titolo mondiale sbaragliando la concorrenza.

    L'Asturiano ben aiutato da una vettura veloce su tutti i circuiti e quindi molto equilibrata, vince il suo primo titolo mondiale sbaragliando la concorrenza.

    I festeggiamenti con Flavio Briatore

    I festeggiamenti con Flavio Briatore

    L'unico ad impensierirlo é stato il finlandese della McLaren, Raikkonen che chiuderà il mondiale alle sue spalle con 112 punti.

    L'unico ad impensierirlo é stato il finlandese della McLaren, Raikkonen che chiuderà il mondiale alle sue spalle con 112 punti.

    Mondiale 2005

    Mondiale 2005

    Una stagione dunque praticamente perfetta incoronata da 7 successi (Malesia, Bahrain, San Marino, Europa, Francia, Germania e Cina) e 6 pole position. Si laurea come il più giovane pilota a vincere il titolo nella F1 (24 anni, 1 mese e 28 giorni).

    Una stagione dunque praticamente perfetta incoronata da 7 successi (Malesia, Bahrain, San Marino, Europa, Francia, Germania e Cina) e 6 pole position. Si laurea come il più giovane pilota a vincere il titolo nella F1 (24 anni, 1 mese e 28 giorni).

    Fernando vince il mondiale 2006

    Fernando vince il mondiale 2006

    Fernando bissa il titolo dell'anno precedente ma con un punto in più nella generale. Alle sue spalle un agguerrito Schumacher, distanziato di soli 13 punti, terzo l'altro ferrarista Felipe Massa con 80. Lo spagnolo centra 7 vittorie (Bahrain, Australia, Spagna, Monaco, Gran Bretagna, Canada e Giappone) ma soprattutto si toglierà l'enorme soddisfazione di aver battuto sua Santità Michael Schumacher.

    Fernando bissa il titolo dell'anno precedente ma con un punto in più nella generale. Alle sue spalle un agguerrito Schumacher, distanziato di soli 13 punti, terzo l'altro ferrarista Felipe Massa con 80. Lo spagnolo centra 7 vittorie (Bahrain, Australia, Spagna, Monaco, Gran Bretagna, Canada e Giappone) ma soprattutto si toglierà l'enorme soddisfazione di aver battuto sua Santità Michael Schumacher.

    Alonso vince, Schumacher si ritira

    Alonso vince, Schumacher si ritira

    Il giorno 22 ottobre 2006 a Interlagos in Brasile c'è l'ultima prova del mondiale; Fernando Alonso è comunque in vantaggio su Schumacher di dieci lunghezze. Amministra il vantaggio e complice una gara sfortunata del tedesco, vince il suo secondo titolo mondiale salendo sul secondo gradino del podio. Anche il titolo costruttori resta ad appannaggio della scuderia francese.

    Il giorno 22 ottobre 2006 a Interlagos in Brasile c'è l'ultima prova del mondiale; Fernando Alonso è comunque in vantaggio su Schumacher di dieci lunghezze. Amministra il vantaggio e complice una gara sfortunata del tedesco, vince il suo secondo titolo mondiale salendo sul secondo gradino del podio. Anche il titolo costruttori resta ad appannaggio della scuderia francese.

    Nel 2007 passa in Mclaren

    Nel 2007 passa in Mclaren

    Ancor prima che cominciasse la stagione 2006, il 19 dicembre 2005, Alonso annunciò la firma con la McLaren per il 2007[72]. Cominciò la sua avventura ufficiale con la casa britannica il 15 gennaio a Valencia.

    Ancor prima che cominciasse la stagione 2006, il 19 dicembre 2005, Alonso annunciò la firma con la McLaren per il 2007[72]. Cominciò la sua avventura ufficiale con la casa britannica il 15 gennaio a Valencia.

    Il duello mai digerito con il compagno di box

    Il duello mai digerito con il compagno di box

    Alonso non sopporta l'arrembante "seconda guida" Luis Hamilton ed è in rotta con Ron Dennis patron della McLaren.La stagione è però segnata da uno scandalo in cui la McLaren e i suoi piloti sono coinvolti. Sono accusati di aver copiato e spiato illegalmente proprio gli avversari della Ferrari. I piloti ne escono puliti, la squadra è invece penalizzata.

    Alonso non sopporta l'arrembante "seconda guida" Luis Hamilton ed è in rotta con Ron Dennis patron della McLaren.La stagione è però segnata da uno scandalo in cui la McLaren e i suoi piloti sono coinvolti. Sono accusati di aver copiato e spiato illegalmente proprio gli avversari della Ferrari. I piloti ne escono puliti, la squadra è invece penalizzata.

    Alonso torna alla Renault

    Alonso torna alla Renault

    L'inevitabile addio alla McLaren ed il ritorno alla Renault sono stati inevitabilmente traumatici anche se Fernando con il lavoro e l'impegno é riuscito nella seconda parte della stagione ad ottenere ottimi risultati tra i quali due successi, di cui uno chiaccheiratissimo a Singapore.

    L'inevitabile addio alla McLaren ed il ritorno alla Renault sono stati inevitabilmente traumatici anche se Fernando con il lavoro e l'impegno é riuscito nella seconda parte della stagione ad ottenere ottimi risultati tra i quali due successi, di cui uno chiaccheiratissimo a Singapore.

    Il Crash Gate

    Il Crash Gate

    La stagione del due volte campione del mondo, fino a quel punto deludente, ebbe una svolta a Singapore[91], durante il primo Gran Premio a corrersi in notturna (su pista illuminata artificialmente) e sul tracciato cittadino della città-stato asiatica: conseguì la prima vittoria dopo il ritorno alla Renault. Sebbene nei due turni di prove libere fosse stato il più veloce di tutti[92], un problema nel pescaggio della benzina della vettura durante le qualifiche lo costrinse a prendere il via dalla 15a posizione[92]. In gara partì molto scarico di carburante e dopo un brillante scatto balzò subito al 12º posto. Fu tra i primi a rientrare ai box per rifornire e al suo ritorno in pista, grazie all'ingresso della safety car per incidente del suo compagno di scuderia Nelson Piquet Jr., si ritrovò nelle prime posizioni. In regime di safety car uscirono dai giochi i piloti che avrebbero potuto contendersi la vittoria. Alonso vinse così la corsa davanti a Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

    La stagione del due volte campione del mondo, fino a quel punto deludente, ebbe una svolta a Singapore[91], durante il primo Gran Premio a corrersi in notturna (su pista illuminata artificialmente) e sul tracciato cittadino della città-stato asiatica: conseguì la prima vittoria dopo il ritorno alla Renault. Sebbene nei due turni di prove libere fosse stato il più veloce di tutti[92], un problema nel pescaggio della benzina della vettura durante le qualifiche lo costrinse a prendere il via dalla 15a posizione[92]. In gara partì molto scarico di carburante e dopo un brillante scatto balzò subito al 12º posto. Fu tra i primi a rientrare ai box per rifornire e al suo ritorno in pista, grazie all'ingresso della safety car per incidente del suo compagno di scuderia Nelson Piquet Jr., si ritrovò nelle prime posizioni. In regime di safety car uscirono dai giochi i piloti che avrebbero potuto contendersi la vittoria. Alonso vinse così la corsa davanti a Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

    Mondiale 2009, tante ombre con la Renault

    Mondiale 2009, tante ombre con la Renault

    Briatore viene radiato dal circo mondiale della Formula Uno, accusato di dare ordini di scuderia a dispetto del regolamento. Alonso perde così il suo mentore e deluso anche dal rendimento della monoposto lascia la scuderia francese.

    Briatore viene radiato dal circo mondiale della Formula Uno, accusato di dare ordini di scuderia a dispetto del regolamento. Alonso perde così il suo mentore e deluso anche dal rendimento della monoposto lascia la scuderia francese.

    Fernando Alonso e la ex moglie

    Fernando Alonso e la ex moglie

    È stato sposato dal 17 novembre 2006 al 20 dicembre 2011 con Raquel del Rosario, cantante del gruppo pop El Sueño de Morfeo[124]. La separazione venne annunciata il giorno stesso con un comunicato congiunto apparso sul sito di Marca.

    È stato sposato dal 17 novembre 2006 al 20 dicembre 2011 con Raquel del Rosario, cantante del gruppo pop El Sueño de Morfeo[124]. La separazione venne annunciata il giorno stesso con un comunicato congiunto apparso sul sito di Marca.

    Alonso e Fabricio Borra, suo fisioterapista

    Alonso e Fabricio Borra, suo fisioterapista

    Ufficiale: Fernando Alonso firma per la Ferrari!

    Ufficiale: Fernando Alonso firma per la Ferrari!

    Le insistenti voci di corridoio che lo volevano in Ferrari a partire dal 2010 trovarono conferma il 30 settembre 2009, quando la scuderia di Maranello pubblicò sul proprio sito un comunicato ufficiale: Alonso avrebbe corso con la Rossa per le successive tre stagioni al fianco di Felipe Massa e Giancarlo Fisichella, selezionato per il ruolo di terzo pilota.

    Le insistenti voci di corridoio che lo volevano in Ferrari a partire dal 2010 trovarono conferma il 30 settembre 2009, quando la scuderia di Maranello pubblicò sul proprio sito un comunicato ufficiale: Alonso avrebbe corso con la Rossa per le successive tre stagioni al fianco di Felipe Massa e Giancarlo Fisichella, selezionato per il ruolo di terzo pilota.

    Alonso arriva in Ferrari

    Alonso arriva in Ferrari

    Nella prima prova stagionale in Bahrain centrò la prima vittoria, una prestazione impreziosita dal giro veloce della gara e dal secondo posto dell'altro ferrarista Massa[101]. Le aspettative dopo il Gran Premio d'esordio, tuttavia, non trovarono conferma nelle gare successive. A Melbourne e in Cina fu protagonista di rocambolesche rimonte che lo portarono in entrambi i casi alla 4ª posizione finale

    Nella prima prova stagionale in Bahrain centrò la prima vittoria, una prestazione impreziosita dal giro veloce della gara e dal secondo posto dell'altro ferrarista Massa[101]. Le aspettative dopo il Gran Premio d'esordio, tuttavia, non trovarono conferma nelle gare successive. A Melbourne e in Cina fu protagonista di rocambolesche rimonte che lo portarono in entrambi i casi alla 4ª posizione finale

    prima vittoria in Bahrain

    prima vittoria in Bahrain

    Riesce a vincere al debutto sul circuito del Bahrain, infuocando gli animi degli uomini della scuderia e i tifosi; purtroppo la positività si blocca a causa delle prestazioni tutt'altro che efficenti della Ferrari. Miracolosamente conclude 2° al GP di Spagna... sembrava di vedere la luce in fondo al tunnel ma fu un brevissimo fuoco di paglia, nonostante il 3° posto del Canada. La svolta vera e propria avviene al GP di Germania dove conclude primo alle spalle del compagno di squadra Massa, accusato di essere un "pollo" per aver fatto passare platealmente Fernando.

    Riesce a vincere al debutto sul circuito del Bahrain, infuocando gli animi degli uomini della scuderia e i tifosi; purtroppo la positività si blocca a causa delle prestazioni tutt'altro che efficenti della Ferrari. Miracolosamente conclude 2° al GP di Spagna... sembrava di vedere la luce in fondo al tunnel ma fu un brevissimo fuoco di paglia, nonostante il 3° posto del Canada. La svolta vera e propria avviene al GP di Germania dove conclude primo alle spalle del compagno di squadra Massa, accusato di essere un "pollo" per aver fatto passare platealmente Fernando.

    GP Singapore F1 2010

    GP Singapore F1 2010

    Dal GP d'Italia inizia la vera e propria rimonta con grandi vittorie e importanti piazzamenti: in Italia e a Singapore vince; in Giappone e in Brasile è terzo

    Dal GP d'Italia inizia la vera e propria rimonta con grandi vittorie e importanti piazzamenti: in Italia e a Singapore vince; in Giappone e in Brasile è terzo

    Si esalta Alonso, sempre più vicino al titolo nel 2010

    Si esalta Alonso, sempre più vicino al titolo nel 2010

    Il primo Gran Premio di Corea della storia, due settimane più tardi, sembrò rappresentare una svolta decisiva in ottica Mondiale. Grazie infatti al successo, accompagnato dalla rottura del motore di Vettel e dall'errore sul bagnato di Webber, lo spagnolo sopravanzò l'australiano in classifica generale con 231 punti, forte di un margine di 11.

    Il primo Gran Premio di Corea della storia, due settimane più tardi, sembrò rappresentare una svolta decisiva in ottica Mondiale. Grazie infatti al successo, accompagnato dalla rottura del motore di Vettel e dall'errore sul bagnato di Webber, lo spagnolo sopravanzò l'australiano in classifica generale con 231 punti, forte di un margine di 11.

    Il mondiale 2010 sfuma dietro a Petrov

    Il mondiale 2010 sfuma dietro a Petrov

    ad Abu Dhabi, purtroppo, ultimo atto della stagione, perde il titolo a scapito del tedesco della Red Bull, Sebastian Vettel, a causa di una strategia sbagliata della Ferrari nello scegliere il momento da effettuarsi il pit-stop.

    ad Abu Dhabi, purtroppo, ultimo atto della stagione, perde il titolo a scapito del tedesco della Red Bull, Sebastian Vettel, a causa di una strategia sbagliata della Ferrari nello scegliere il momento da effettuarsi il pit-stop.

    30 anni Alonso

    30 anni Alonso

    Mondiale 2011, da dimenticare

    Mondiale 2011, da dimenticare

    La terza stagione in Ferrari è segnata in febbraio dalle prestazioni poco confortanti mostrate dalla Ferrari a Jerez de la Frontera e al Montmeló e confermate dalle parole dell'ingegnere Pat Fry e dello stesso Alonso

    La terza stagione in Ferrari è segnata in febbraio dalle prestazioni poco confortanti mostrate dalla Ferrari a Jerez de la Frontera e al Montmeló e confermate dalle parole dell'ingegnere Pat Fry e dello stesso Alonso

    L'unica vittoria a Silverstone

    L'unica vittoria a Silverstone

    in Inghilterra Fernando riesce comunque ad ottenere la vittoria.

    in Inghilterra Fernando riesce comunque ad ottenere la vittoria.

    Alonso e le Asturie

    Alonso e le Asturie

    Inizia la stagione 2012. Lo spagnolo giunge 5º alla prima prova del Mondiale in Australia, ma si riscatta nella successiva in Malesia con una vittoria, a conclusione di una gara in cui si deve confrontare con le instabili condizioni meteorologiche e con l'aggressività di Sergio Pérez; Alonso ha ricevuto via radio i complimenti di un commosso Andrea Stella, che ha definito questa «la sua vittoria più bella»

    Inizia la stagione 2012. Lo spagnolo giunge 5º alla prima prova del Mondiale in Australia, ma si riscatta nella successiva in Malesia con una vittoria, a conclusione di una gara in cui si deve confrontare con le instabili condizioni meteorologiche e con l'aggressività di Sergio Pérez; Alonso ha ricevuto via radio i complimenti di un commosso Andrea Stella, che ha definito questa «la sua vittoria più bella»

    La nuova Fidanzata di Alonso

    La nuova Fidanzata di Alonso

    Da luglio 2012 è fidanzato con la modella russa Dasha Kapustina.

    Da luglio 2012 è fidanzato con la modella russa Dasha Kapustina.

    Tanta Roba Fernando!

    Tanta Roba Fernando!

    In sei corse consecutive sono cinque i podi, tra i quali si segnalano il primo posto al Gran Premio d'Europa, conquistato dopo una rimonta dall'11a posizione in griglia, e all'Hockenheimring, nel fine settimana in cui bissa la pole position ottenuta in Gran Bretagna due settimane prima.

    In sei corse consecutive sono cinque i podi, tra i quali si segnalano il primo posto al Gran Premio d'Europa, conquistato dopo una rimonta dall'11a posizione in griglia, e all'Hockenheimring, nel fine settimana in cui bissa la pole position ottenuta in Gran Bretagna due settimane prima.

    Che botto in Belgio!

    Che botto in Belgio!

    Al via Pastor Maldonado parte con evidente anticipo e poco dopo Romain Grosjean chiude sulla destra Lewis Hamilton. Il francese alla partenza era molto più veloce di Hamilton e, mentre cerca di sorpassarlo, la propria ruota posteriore destra va a sovrapporsi e slittare sull'anteriore sinistra di Hamilton: quest'ultimo va a sbattere contro il guardrail mentre l'auto di Grosjean si alza dal suolo e si rovescia innescando così una carambola che coinvolge la Ferrari di Fernando Alonso; sfiorato al casco dalla vettura del francese, le due Sauber di Pérez e Kobayashi, e la Williams di Maldonado. Il giapponese e il venezuelano riescono a proseguire la corsa ma mentre il primo correrà l'intera gara nelle retrovie, il secondo si ritirerà al terzo giro a causa di una collisione con la Marussia di Timo Glock. La direzione fa entrare in pista la Safety Car, che guida il gruppo per ben 4 giri. A Alonso viene interrotta così una striscia di 23 gare finite a punti, iniziata nel Gran Premio d'Europa 2011, la seconda più lunga nella storia del mondiale di F1, dopo le 24 gare di Michael Schumacher, tra l'Ungheria 2001 e la Malesia 2003

    Al via Pastor Maldonado parte con evidente anticipo e poco dopo Romain Grosjean chiude sulla destra Lewis Hamilton. Il francese alla partenza era molto più veloce di Hamilton e, mentre cerca di sorpassarlo, la propria ruota posteriore destra va a sovrapporsi e slittare sull'anteriore sinistra di Hamilton: quest'ultimo va a sbattere contro il guardrail mentre l'auto di Grosjean si alza dal suolo e si rovescia innescando così una carambola che coinvolge la Ferrari di Fernando Alonso; sfiorato al casco dalla vettura del francese, le due Sauber di Pérez e Kobayashi, e la Williams di Maldonado. Il giapponese e il venezuelano riescono a proseguire la corsa ma mentre il primo correrà l'intera gara nelle retrovie, il secondo si ritirerà al terzo giro a causa di una collisione con la Marussia di Timo Glock. La direzione fa entrare in pista la Safety Car, che guida il gruppo per ben 4 giri. A Alonso viene interrotta così una striscia di 23 gare finite a punti, iniziata nel Gran Premio d'Europa 2011, la seconda più lunga nella storia del mondiale di F1, dopo le 24 gare di Michael Schumacher, tra l'Ungheria 2001 e la Malesia 2003

    Monza 2012, il titolo si avvicina

    Monza 2012, il titolo si avvicina

    Il ritiro di Vettel a Monza fa festeggiare tutti i tifosi del Cavallino, e Fernando allunga in classifica.

    Il ritiro di Vettel a Monza fa festeggiare tutti i tifosi del Cavallino, e Fernando allunga in classifica.

    Asia negativa, tanti ritiri

    Asia negativa, tanti ritiri

    I piazzamenti a podio nella parte finale di campionato non bastano però all'asturiano per fermare la rimonta di Sebastian Vettel, che con una Red Bull tornata competitiva sopravanza Alonso in classifica generale

    I piazzamenti a podio nella parte finale di campionato non bastano però all'asturiano per fermare la rimonta di Sebastian Vettel, che con una Red Bull tornata competitiva sopravanza Alonso in classifica generale

    La vittoria di Vettel in Brasile

    La vittoria di Vettel in Brasile

    Lo spagnolo chiude la stagione al secondo posto con 278 punti, a 3 punti da Vettel campione per la terza volta consecutiva. Nonostante la mancata vittoria del titolo, il 2012 è stata definita da molti come la sua stagione migliore, venendo anche eletto miglior pilota del 2012, dai vari team principal del Circus.

    Lo spagnolo chiude la stagione al secondo posto con 278 punti, a 3 punti da Vettel campione per la terza volta consecutiva. Nonostante la mancata vittoria del titolo, il 2012 è stata definita da molti come la sua stagione migliore, venendo anche eletto miglior pilota del 2012, dai vari team principal del Circus.

    Malesia 2013

    Malesia 2013

    La stagione 2013 inizia con fortune alterne per il pilota spagnolo. Nella gara inaugurale, in Australia, Alonso chiude in seconda posizione, alle spalle di Kimi Räikkönen e davanti a Sebastian Vettel. Nel successivo Gran Premio della Malesia, però, il pilota asturiano si ritira dopo appena una tornata in seguito al cedimento dell'alettone anteriore, danneggiato in un leggero contatto alla prima curva.

    La stagione 2013 inizia con fortune alterne per il pilota spagnolo. Nella gara inaugurale, in Australia, Alonso chiude in seconda posizione, alle spalle di Kimi Räikkönen e davanti a Sebastian Vettel. Nel successivo Gran Premio della Malesia, però, il pilota asturiano si ritira dopo appena una tornata in seguito al cedimento dell'alettone anteriore, danneggiato in un leggero contatto alla prima curva.

    200 GP in Formula 1

    200 GP in Formula 1

    La stagione prosegue con la vittoria in Cina e a Barcellona, ma con tanti bassi della sua vettura, e l'idea di un altro mondiale che fugge via...

    La stagione prosegue con la vittoria in Cina e a Barcellona, ma con tanti bassi della sua vettura, e l'idea di un altro mondiale che fugge via...

    GRAZIE FERNANDO!

    GRAZIE FERNANDO!