50 motori all’anno, oppure?

Proposte, propostine e propostone girano in questi ultimi giorni attorno al tema dei motori

da , il

    50 motori all’anno, oppure?

    Proposte. Proposte, propostine e propostone girano in questi ultimi giorni attorno al tema dei motori. Il dibattito è partito a causa del fatto che in pochi hanno digerito la norma introdotta dalla FIA che prevede, se accettato all’unanimità, il congelamento dello sviluppo dei propulsori per cinque anni a partire dal 2007.

    I primi a puntare i piedi sono stati quattro team della GPMA BMW, Mercedes, Toyota e Honda. I 4 costruttori spendaccioni – in un recente incontro con Ferrari, Cosworth e Renault - hanno proposto di sostituire quella regola, mirata a ridurre i costi, con un tetto massimo di propulsori utilizzabili in un anno. La cifra individuata sarebbe di 50 per ogni team e nel conto sarebbero compresi i propulsori utilizzati in gara e nei test.

    Sempre in quell’occasione la fantasia era salita al potere e la Cosworth aveva formulato l’idea di introdurre l’overboost in concomitanza con un tetto di 19.500 giri come regime massimo di rotazione…

    Tornando seri, però, al momento la soluzione più vantaggiosa dal punto di vista economico resta quella proposta dalla FIA che, secondo una stima della Renault, farebbe risparmiare ben 60 milioni di euro contro i circa 15 che ne farebbe guadagnare la contro-proposta della GPMA.