Fernando Alonso dice la sua

da , il

    Fernando Alonso dice la sua

    Tra Renault e McLaren la polemica non accenna a diminuire. Alonso ovviamente non commenta le dichiarazioni dei suoi team manager attuali e futuri, ma esce allo scoperto raccontando la sua versione dei fatti.

    Secondo quanto rilasciato al Sunday People, lo spagnolo ritiene di non aver commesso nessuna scorrettezza nel lasciare la sua attuale squadra: «Quando termina un contratto, puoi scegliere di fare quello che vuoi. Non e’ come se avessi lasciato la Renault mentre il contratto era ancora valido. Questo tutti nel team lo capiscono. Con la Renault credo si chiuda un capitolo della mia carriera ed ora ho bisogno di vincere con una squadra diversa per trovare nuovi stimoli».

    Le sua parole non fanno una grinza. Resta però il problema di come sarà il suo 2006. Ammesso che la condizione di separato in casa non sia così drastica come potrebbe apparire, è lo stesso Alonso – parlando ad una radio locale – ad ammettere che rispetto al 2005 le cose sono cambiate.

    Dalla Renault riceverà il massimo supporto. Non teme ripicche o insensate e stupide vendette che danneggerebbero in primis gli interessi del team.

    Ma la sua preoccupazione è legata all’inevitabile allontanamento che subirà nei confronti delle novità tecniche in proiezione 2007. Novità che potrebbero servirgli proprio nei momenti decisivi di fine stagione.

    La Renault ribadisce che è nel suo interesse fornire ad Alonso il miglior materiale per centrare uno storico secondo mondiale consecutivo. Ma è logico supporre che faranno bene i conti prima di svelare tutti i loro segreti al pilota fuggiasco.

    E poi, chissà mai che – all’evenienza – venga dato un occhio di maggior riguardo al compagno Fisichella…