Alonso:”io contro loro”. Dennis:”noi contro lui”

da , il

    Alonso:”io contro loro”. Dennis:”noi contro lui”

    Avere contro tutto il team non è il miglior modo per presentarsi all’ultima gara della stagione e, per giunta, dovendo combattere con il proprio compagno di squadra. E’ la situazione nella quale si trova Fernando Alonso che parla di “me contro loro” e si sente rispondere “noi contro lui”.

    E’ assurdo, ma è così. Ufficialmente le dicharazioni di Ron Dennis sono di “pari opportunita” e forse nella sostanza cercheranno di farlo. Ma qua e là il boss McLaren si lascia scappare a caldo dichiarazioni del tipo:“Hamilton si è ritirato, ma nulla è perduto, potremo rifarci in Brasile!”.

    Nulla è perduto? Potremo rifarci? Avrebbero avuto senso queste frasi se Hamilton stesso lottando contro Raikkonen.

    Ma un tema manager che ha due piloti contro e che predica “pari opportunità”, forse avrebbe potuto dire qualcosa della serie “vinca il migliore”.

    Anche Fernando Alonso sono alcune gare che dice “Spero di riuscire a batterli” oppure “Gli ho rovinato la festa…”. Al plurale, riferendosi quindi a tutti i membri del suo team e non solo ad Hamilton. E’ il segreto di Pulcinella, sia chiaro, ma di fronte alle dichiarazioni di facciata, certe placide confessioni fanno rumore.

    Onestamente ero rimasto stupito del fatto che nessuno avesse notato questa assurda incongruenza. Per cui avevo preferito lasciar stare questo articolo.

    Poi dalla Spagna hanno pensato di darmi una mano quelli di Marca che hanno finalmente riportato le dichiarazioni di Dennis e c’hanno fatto un bel ricamino in stile iberico tanto per non farsi mancare nulla.

    Ron Dennis, comunque, ha di nuovo ripreso in mano la discussione ed ha ulteriormente ribadito di voler dare pari opportunità ai suoi piloti.

    Che pena. Non vorremmo essere nei suoi panni. Dopo le vicende della spy-story che gli hanno tolto 7 anni di vita, ora deve stare con la tensione massima per evitare di dare ad Alonso un qualunque alibi in caso di sconfitta. Sarà veramente dura per Dennis, comunque vada, essere sereno al termine del GP del Brasile.

    Con Alonso vincente, rivedremo moltiplicato per 1000 quel ghigno di sofferenza andato in mondovisione mentre Hamilton annaspava nella sabbia. Con un Hamilton tronfatore, le critiche su assetti sbagliati, pressione delle gomme, strategie penalizzanti, da parte di Alonso, lo sommergeranno e gli faranno andare di traverso tutto lo champagne…