Andrea Dovizioso, l’eterno quarto

Andrea Dovizioso conclude anche il GP di Misano al quarto posto

da , il

    Per il forlivese Andrea Dovizioso, questo primo anno in sella alla Honda ufficiale HRC Repsol, nonchè il secondo in MotoGP, si sta rivelando abbastanza positivo visto che in classifica generale occupa il 5° posto con 133 punti ottenuti ieri dopo la gara di Misano grazie al suo 4° posto.

    C’è da notare, però, che il Campione del Mondo della classe 125cc del 2004 (l’ultimo italiano ad aggiudicarsi un titolo della ottavo di litro finora), da quando gareggia nella classe regina sembra che si sia costantemente abbonato al 4° posto in gara: quest’anno ne ha ottenuti ben 6, ognuno dei quali per 3 gare consecutive (in Francia, Italia e Catalogna, poi in Repubblica Ceca, Indianapolis e ieri a Misano), che si aggiungono ai 4 ottenuti la scorsa stagione con la Honda Scot per un totale di 10.

    Portare a casa più o meno 13 punti a gara non è affatto un brutto risultato, ma da un pilota che guida la Honda ufficiale che è stata di grandi campioni, ancora in attività e non, come Doohan, Criville e Rossi, ci si aspetterebbe qualcosa di più, inteso come arrivi a podio più frequenti.

    Per fortuna che l’unica volta in cui il Dovi è salito sul podio quest’anno, a Donington, è riuscito a raggiungere l’obiettivo massimo, ossia il gradino più alto.

    Non c’è dubbio, comunque, che il 4 sia il numero fortunato del pilota di Forlimpopoli: è il suo numero di gara, il piazzamento che ottiene più spesso e l’ultima cifra dell’anno del suo finora unico titolo Mondiale. E, neanche a farlo apposta, nel 2004, nelle gare che ha concluso in stagione (cioè tutte tranne quella in Portogallo, dove fu fermato da un chiodo nella gomma posteriore), ha sempre concluso le gare nei primi 4 posti.

    Dal 2010, visto il suo rinnovo con HRC, ci si aspetta molto di più da lui, per poter puntare magari al titolo che in casa HRC manca dal 2006.

    Sperando che ottenga lo stesso trattamento di Dani Pedrosa.