Annuncio shock Ferrari: nel 2007 Vale e Kimi, Schumy addio

Incredibile: come un fulmine a ciel sereno! Nel bel mezzo del week-end australiano, la Ferrari - per bocca del Direttore Generale Jean Todt - ha annunciato l’arrivo nel 2007 della coppia Raikkonen-Rossi

da , il

    Annuncio shock Ferrari: nel 2007 Vale e Kimi, Schumy addio

    Incredibile: come un fulmine a ciel sereno! Nel bel mezzo del week-end australiano, la Ferrari – per bocca del Direttore Generale Jean Todt – ha annunciato l’arrivo nel 2007 della coppia Raikkonen-Rossi. La notizia era nell’aria già da tempo ma nessuno pensava che la Ferrari scoprisse le sue carte così presto.

    Con molta probabilità questo annuncio è divenuto necessario dal momento che, nelle ultime ore, si stavano spargendo al riguardo voci molto attendibili. Per questo a Maranello hanno preferito dare l’annuncio in prima persona piuttosto che lasciare campo libero a speculatori e mass media.

    Questo, quindi, sarà l’ultimo anno di Schumacher che, salvo le lusinghe della Red Bull, pare abbia già scelto di cominciare a godersi la sua pensione d’oro.

    Per un campione che va, un altro che viene. Rossi, ormai è certo, ha siglato un faraonico contratto da 70 mili0ni per 3 anni con opzione per altri due.

    Non è stata comunicata, invece, la cifra che verrà pagata per avere le prestazioni di Raikkonen. Secondo alcune voci, però, il finlandese dovrebbe essersi legato alla Rossa per 5 anni.

    Ora che il sipario si è definitivamente alzato, si capiscono anche alcune frasi sibilline come quella di Brawn che dice “Rossi è già pronto, dipende solo da lui!” o quella di Rossi che a Febbraio ammetteva: “Entro tre mesi decido”. Ne sono passati solo due! Altro che arrivare sempre in ritardo!

    Cosa dire, infine, di Raikkonen che ha rifiutato ripetutamente le più che allettanti offerte di Ron Dennis? Ormai è chiaro: era già tutto deciso e mancava solo l’annuncio ufficiale.

    L’unico nodo oscuro della vicenda è la situazione di Michael Schumacher. La Ferrari è stata volutamente vaga e non ha fatto capire se è stata la volontà del tedesco di lasciare la F1 a far concludere le trattative o se queste sono state portate avanti indipendentemente dalla volontà del tedesco. Fatto sta che, se volesse continuare a correre, non gli mancheranno le richieste: prima della lista è la Red Bull.

    Invece arrivano dei commenti da Valentino Rossi: “Per me era la scelta più logica, ma ora sono concentrato sul mio ultimo anno in MotoGP e voglio fare bene e non voglio parlare ancora di Formula 1. Devo anche dire che la moto 2006 è stata una delusione fin dall’inizio e ho capito che il gap con Honda e Ducati non si può colmare. Questo è stata la ciliegina sulla torta che mi ha fatto decidere.”

    Nessun commento invece da Raikkonen e nemmeno da Massa che a questo punto si trova appiedato anzitempo.