Bernie Ecclestone: 3 mosse da vero boss

bernie ecclestone torna a parlare ed annuncia la nascita del 2010 della GP3, una serie per lanciare giovani talenti in GP2 e poi in Formula 1

da , il

    Bernie Ecclestone si appresta a farsi da parte. La FOTA rappresenta il suo erede. A dirla tutta, però, non è dato sapere quando il nonno della Formula 1 alzerà concretamente i tacchi ed a tutt’oggi possiamo dire che il suo potere non sia minimamente calato. Tant’è che interviene annunciando la GP3 e bacchettando sia Montezemolo che Kimi Raikkonen

    1, 2 E GP3! GP3 non è un gioco di Formula 1. O almeno non solo. Dopo la serie di successo GP2 ed in risposta alla proposta di Max Mosley di lanciare come serie propedeutica per nuovi talenti chiamata Formula 2, Bernie Ecclestone ha annunciato in uno scarno comunicato che dal 2010, negli stessi weekend di gare che ospitano la Formula 1 e la GP2, andrà in scena il primo campionato denominato GP3. Nella serie dedicata ai giovanissimi talenti si vedranno sfrecciare vetture con motore 2 litri da 250 cavalli.

    RAIKKONEN, UN MISTERO. Il boss della F1, dopo aver sparato l’annuncio della GP3 continua a marcare il territorio, criticando senza peli sulla lingua il comportamento di Kimi Raikkonen, a suo dire un vero mistero:“E’ un tipo veloce ma da come si è comportato quest’anno mi sembrava chiaro che avesse perso gli stimoli e che volesse smettere di correre. Poi invece ha firmato un rinnovo di contratto con la Ferrari. Questo ragazzo resta per me un personaggio incomprensibile…”. A dirla tutta, Bernie in passato è stato persino più pesante nei confronti del campione del mondo in carica che, a differenza di Schumacher o Hamilton, non è mai riuscito ad entrare nelle simpatie del nonnetto inglese. Al finlandese non viene perdonato di essere troppo schivo. Di non essere un personaggio.

    FERRARI, MECCANICI CLOWN. Se Ecclestone nei confronti di Raikkonen si è limitato ad una leggera critica, molto più pesante è stato il suo giudizio sul team Ferrari e su Montezemolo il quale aveva definito il circuito di Singapore “buono per il circo ma non per la F1″. Si sa che gli anziani sono permalosi.“Se quello di Singapore è un circo - ha replicato Ecclestone – allora ringrazio la Ferrari per averci portato i clown!”