Brno : Team Fortuna, Si riparte!

da , il

    Brno : Team Fortuna, Si riparte!

    Dopo una lunga pausa estiva, il Motomondiale riparte da una delle piste più tecniche e impegnative in programma, quella di Brno in Repubblica Ceca, dove i piloti dovranno mettere a punto nel migliore modo possibile i loro centauri per affrontare i saliscendi della pista immersa nelle colline ceche.

    Marco Melandri, in vista della preparazione in vista della gara, commenta così :

    “Brno è una pista tecnica e completa, ha frequenti cambi di livello, curve veloci e parti più lente (in particolare la zona del misto tra la curva 6 e la 10). È un tracciato impegnativo che mette a dura prova la moto e l’abilità del pilota. È fondamentale avere un buon setting perché la moto è molto sollecitata a livello di telaio, motore e pneumatici.” “Su questa pista è importante una guida morbida, scorrevole e pulita che segua fedelmente la traiettoria cercando di fare meno strada possibile perché la pista è molto larga,” ha proseguito. “È una pista che mi piace molto. Su questo tracciato la MotoGP riesce ad esprimere tutta la sua potenza. Insieme a Sepang, Brno è l’unico tracciato dove si utilizza due volte la sesta marcia. La pista ha ampie curve che ti consentono di stendere le marce tra una variante e l’altra.”

    Il suo compagno di team, Toni Elias ha dichiarato :

    Brno è tra i circuiti che preferisco perché è un tracciato tecnico e veloce dove si sfrutta tutta la potenza del motore. La pista è caratterizzata da frequenti cambi di livello, salite pronunciate, discese, chicane divertenti, zone veloci ed altre più lente. È uno dei tracciati più completi. la parte finale che consiste in una salita molto pronunciata con due chicane, una molto lenta e l’altra più veloce che conduce al rettilineo del traguardo. La sezione che preferisco è lo stadio, la doppia curva a destra seguita da una curva a sinistra. La pista ha un buon grip. E’ difficile superare alla fine del rettifilo principale perché la curva è molto veloce, mentre si comincia a superare dalla chicane successiva ed ancora la penultima curva prima della salita.